28.01.2015 – Usmate Velate (Monza&Brianza) – Giornata dedicata alle foto di squadra per il Team Lampre-Merida – Fotogalleria di Antonio Pisoni

Usmate Velate, 28 Gennaio 2015

Presetant Arm...! Ecco lo squadrone Lampre-Merida 2015 (Foto Pisoni)

Presetant Arm…! Ecco lo squadrone Lampre-Merida 2015 (Foto Pisoni)

Ogni anno, come da tradizione, la Lampre-Merida, unico Team Italiano del circuito World Tour, prepara un servizio fotografico e noi ve ne diamo visione con questa galleria fotografica di Antonio Pisoni

Leggi il resto di questo articolo »

29.01.2015 – Rescaldina (Milano) – A 77 anni si è spento Luigi Fusetti (SC Rescaldinese) – I Funerali domani, venerdì 30 Gennaio nella Chiesa Parrocchiale di Rescaldina alle ore 14,30

                                                            Rescaldina, 29 Gennaio 2015.

Luigi Fusetti terzo da destra

Luigi Fusetti terzo da destra

Si è spento a Rescaldina Luigi Fusetti.

Leggi il resto di questo articolo »

25.01.2015 – Giussano (Monza&Brianza) La stagione agonistica si avvicina e i “Giovani Giussanesi” sono pronti a spiccare il volo – Fotoservizio di Kia Castelli

Giussano, 25 Gennaio 2015.

Tutte le Squadre della Giovani Giussanesi (Foto Kia)

Tutte le Squadre della Giovani Giussanesi (Foto Kia)

Festa sociale per i “Giovani Giussanesi

Leggi il resto di questo articolo »

23.01.2014 – Seregno (Monza&Brianza) – Pantani è tornato : Questo il titolo del libro, Autore Davide De Zan, presentato a Seregno (Foto e articolo di Berry)

Seregno, 23 Gennaio 2015

Davide De Zan col suo libro (Foto Berry)

Seregno : Davide De Zan col suo libro (Foto Berry)

Presentato a Seregno il libro “Pantani è Tornato” di Davide De Zan

Leggi il resto di questo articolo »

29.01.2015 – Laigueglia (Savona) – Michele Bartoli e il Trofeo Laigueglia

Trofeo Laigueglia: l’analisi di Michele Bartoli

Dopo

Mirko Celestino, anche Michele Bartoli, il grande cacciatore di classiche tra gli

anni ’90 e l’inizio secolo, ha raccontato il suo rapporto con il

Trofeo Laigueglia. Una

corsa che riuscì a fare sua nell’

edizione 1997, quando si impose allo sprint davanti ai

compagni di fuga Frattini, Casagrande, Zberg, Della Santa, Massi e Celestino

(quest’ultimo giunto staccato di 6”, ripreso a meno di un chilometro dal traguardo). Il

gruppo degli inseguitori fece segnare un ritardo di 2’49”.

http://trofeolaiguegliastory.jimdo.com/1994-2003/1997-bartoli/

«I ricordi per questa corsa mi riportano all’infanzia

– racconta Bartoli -. La mia era

una famiglia appassionatissima di ciclismo e il Trofeo Laigueglia, essendo la classica

di apertura del calendario italiano, rappresentava un appuntamento imperdibile,

accompagnato sempre da una lunghissima attesa». «Quando poi ti trovi ad

affrontarla da professionista

– continua nel suo racconto il vincitore di due Liegi e di

due Lombardia

-, è chiaro che la vuoi vincere in tutti modi. A me capitò nell’edizione

1997»

.

«Una corsa caratterizzata da paesaggi suggestivi, con il mare che ti cammina

sempre a fianco; quando alla tua destra, quando a sinistra. Se, come spesso

succede, ci si imbatte in una giornata primaverile, frequente a metà febbraio sulla

Riviera di Ponente, lo spettacolo va al di là della sfida agonistica»

.

Bartoli

concede anche un’analisi tecnica di questa corsa, che il prossimo giovedì 19

febbraio

festeggerà l’edizione numero 52: «Quello del Laigueglia, oltre che

spettacolare, è un percorso molto impegnativo che però alla fine, non è mai troppo

selettivo. Forse perchè si tratta del primo grande appuntamento in Italia. I corridori

non conoscono a fondo la loro effettiva condizione e neppure quella degli avversari.

Forse ci può stare anche un eccesso di tatticismo. Il percorso però è davvero molto

valido, tecnico e impegnativo; dove anche le discese sono molto esigenti e ti

impongono di saper guidar bene la bici. Si recupera male lo sforzo della salita,

perchè subito dopo ti trovi a che fare con discese dove all’uscita dei tornanti sei

sempre costretto a rilanciare. Non c’è mai una pausa. Un percorso che comunque a

me piaceva tanto; veramente. D’inverno mi allenavo sempre come un matto e a

inizio stagione potevo contare su una condizione eccellente. Proprio per questo,

mettevo sempre nel mirino questa gara»

.

Ufficio Stampa a cura di:

Roberto Sardelli

| mobile +39 393 9324659 | mobile +39 328 8294742 | press@velobike.it

Una gara che il

19 febbraio seguirà sull’ammiraglia della Lampre-Merida. Esperienza

analoga a quella vissuta nelle ultime due edizioni

. «Sarò sicuramente sulla Riviera

delle Palme

– confessa l’ex fuoriclasse toscano -. Negli ultimi due anni il Trofeo

Laigueglia ha sempre sorriso ai colori del nostro team

(Bartoli svolge il ruolo di

consulente esterno

della formazione blu-fucsia) con le vittorie di Pozzato e di Serpa.

Speriamo magari di ottenere un bel tris»

.

Nel frattempo, l’

Amministrazione Comunale di Laigueglia, confrontandosi con lo staff

organizzativo

del GS Emilia, sta effettuando gli ultimi sopralluoghi; ponendo le

opportune valutazioni sui punti più critici di quello che dovrebbe essere il tracciato

della corsa. Confidando di annunciare già entro la settimana corrente, quello che sarà

il

percorso definitivo.

(

https://www.facebook.com/pages/Trofeo-Laigueglia-story/1427642927508444?

fref=ts

)

Laigueglia, 27 gennaio 2014

Ufficio Stampa a cura di:

Roberto Sardelli

| mobile +39 393 9324659 | mobile +39 328 8294742 | press@velobike.it

 

28.01.2015 – Cascina Grossa (Alessandria) – Piemontese di vecchio stampo, grande ITALIANO, Gino Bruno ci ha lasciati

 Cascina Grossa, 28 Gennaio 2015    

 

Gino Bruno in una delle sue ultime foto (2014)

Gino Bruno in una delle sue ultime foto (2014)

 CI HA LASCIATI GINO BRUNO.

 Ci ha lasciati un nostro grande estimatore:  Gino Bruno,  memoria storica del ciclismo alessandrino.

Grande organizzatore, sempre pronto a collaborare per la migliore riuscita di una qualsiasi manifestazione purche’ ci fossero due pedali e due ruote.  

“Non scorreva domenica che non si informasse sui  risultati ottenuti dal nostro Team” (Subbrero).

Ciao BRUGI, come eri solito firmarti, sarai sempre nei nostri cuori e vogliamo ricordarti cosi: impegnato nella distribuzione dei buoni pasto agli atleti nell’ultimo cross da noi organizzato a Pasturana il novembre scorso.

Massimo Subbrero e tutto il Team Overall Cycling Team

28.01.2015 – Fosso Ghiaia di Ravenna (Ravenna) – Caveja 2014….Una vita per il Ciclismo a Felice Gimondi e la versione “Giovani”, a Sonny Colbrelli : Galleria Fotografica di Antonio Pisoni

Fusignano, 28 Gennaio 2015

Felice Gimondi festeggiato dagli ex compagni di squadra e Massaggiatore (Foto Pisoni)

Felice Gimondi festeggiato dagli ex compagni di squadra e Massaggiatore (Foto Pisoni)

Chi partecipa al convivio dedicato alla consegna del Premio Caveja…una vita per il ciclismo, porta con sè il ricordo per anni e, molti, confermano il loro consenso anche con scritti come quello assai significativo che pubblichiamo qui sotto.

Leggi il resto di questo articolo »

28.01.2015 – Serravalle Pistoiese (Pistoia) – Comitato “Amici di Franco Ballerini” : Commemorazione di Franco Ballerini

Serravalle Pistoiese, 27 Gennaio 2015

*27.01.2015 - LOCANDINA RITROVO IN RICORDO DI BALLERINI FRANCO

27.01.2015 – Mastromarco (Pistoia) – Con Nibali a fare da Padrino, presentato a Larciano il GS Mastromarco 2015

IL GS MASTROMARCO RIPARTE NEL SEGNO DELLO SQUALO VINCENZO NIBALI

GS Mastromarco al completo con Vincenzo Nibali

GS Mastromarco al completo con Vincenzo Nibali


Ieri a Larciano in Toscana è stata presentata ufficialmente la squadra per il 2015

 

Mastromarco (PT), 25 gennaio 2015 – Si è aperta ufficialmente la nuova stagione del Gs Mastromarco. Ieri nella suggestiva cornice offerta dal Ristorante TATU (Tasting Tuscany) dell’Hotel Castelmartin di Castelmartini, a Larciano (Pistoia), è andata in scena la presentazione del Gs Mastromarco. Grande successo per questa festa del ciclismo che ha visto quasi 300 persone a tenere a battesimo la formazione dilettantistica toscana.

L’ospite d’eccezione è stato il numero 1 del ciclismo italiano, il re del Tour de France 2014 Vincenzo Nibali da quest’anno al fianco del Gs Mastromarco in veste di partner ufficiale della squadra che lo ha lanciato nel grande ciclismo.
“Questa per me non è una squadra, è una famiglia” spiega Lo Squalo, siciliano nel sangue ma toscano di adozione e di fede ciclistica. “La mia carriera è partita da queste strade, la festa che ho fatto qui a Mastromarco dopo la vittoria al Tour è stata un momento straordinario. A questo gruppo devo tantissimo, so quello che fanno per i giovani e per il ciclismo e proprio per questo si meritano tutto il mio aiuto.”

Vincenzo Nibali e la maglia del GS Mastromarco

Vincenzo Nibali e la maglia del GS Mastromarco

I punti cardine sui quali è stata costruita la squadra sono tradizione, impegno e passione. Valori che contraddistinguono da sempre il clan Mastromarco che, anche nel 2015, al cuore toscano affiancherà una forte componente veneta.
Si seguono le orme della tradizione però ci sono anche tante novità. A cominciare dalla rosa che sarà composta da 15 corridori. 10 gli atleti confermati: Francesco Bettini, Marco Corrà, Matteo Natali, Niccolò Pacinotti, Daniele Trentin, Matteo Trippi, Mirko Trosino, Alex Turrin, Stefano Verona e Luca Zullo. Sono 5 invece i nuovi innesti: Vincenzo Albanese, Michele Corradini, Lorenzo Fortunato, Lorenzo Friscia e Rocco Fuggiano. A dirigere la squadra sul campo ci saranno i direttori sportivi Gabriele Balducci, Flavio Vanin e Leonardo Gigli.

“Abbiamo allestito anche quest’anno una squadra numerosa. Ci saranno tre elite come Mirko Trosino, Alex Turrin e Daniele Trentin, tutti a segno nel 2014, a fare da chioccia ai più giovani. Inoltre abbiamo pescato bene tra gli juniores prendendo dei ragazzi promettenti che si sono affermati tra i migliori della categoria vestendo anche la maglia azzurra”
dice il Presidente Carlo Franceschi. “Il Gs Mastromarco nel 2015 riparte sullo slancio di Vincenzo Nibali, per me come un figlio, che è diventato a tutti gli effetti un nostro sponsor portandoci le biciclette Specialized e altri componenti tecnici importanti. Le vittorie di Vincenzo, su tutte la maglia gialla del Tour arrivata dopo i successi al Giro e alla Vuelta, hanno permesso a Mastromarco di essere conosciuto in tutto il mondo. Ringrazio tutti a cominciare dai nostri sponsor, che innanzitutto sono amici. Abbiamo sponsor locali e realtà più importanti. Sensi, Dover, Cipros, Hopplà e molti altri, vorrei citarli e ricordarli tutti perché il loro aiuto è fondamentale per andare avanti anno dopo anno. Inoltre continua anche la partnership con il Veneto che ci ha portato corridori e sponsor importanti tra i quali Col Vetoraz e Teo Sport.”
“Ci aspetta una stagione lunga e impegnativa ma sappiamo di poter contare su una squadra ben assortita e di alto livello” spiega Gabriele Balducci, ex prof ora in ammiraglia Mastromarco. “In tutto il gruppo c’è tanta voglia di fare bene e grande entusiasmo. Adesso faremo un ritiro dal 5 al 15 febbraio in Costa degli Etruschi, sarà un momento di lavoro fondamentale per costruire tutta la stagione. Poi ci attendono tutte le gare di casa del calendario toscano ma faremo anche un attività consistente a livello nazionale, in particolare in Veneto e Lombardia, e prenderemo parte alle prove internazionali più importanti che si svolgono qui in Italia. In Toscana ci attende un trittico importante: il campionato italiano elite, il campionato italiano under23 e il campionato regionale organizzato proprio dal Gs Mastromarco, ci sarà da divertirsi. Intanto il debutto è fissato per il 21 febbraio con la Firenze-Empoli.”
Tra gli uomini di punta per il 2015 ci sono gli elite Mirko Trosino, toscano, e Alex Turrin, veneto.
“Nel 2014 ho fatto un finale di stagione molto buono” spiega Mirko Trosino, pisano classe 1992, 4 vittorie nel 2014. “Chiaramente c’è stata un po’ di delusione per il mancato passaggio tra i prof ma adesso tutto è cancellato, ho voltato pagina, la voglia di fare bene quest’anno per riconfermarmi al top e provare a fare il salto nel grande ciclismo è la cosa più importante. Parlare di obiettivi è presto, tutte le gare sono importanti, certo il campionato italiano elite che si corre in Toscana ad Arezzo è un traguardo al quale guardo con interesse.”

“Per me il 2014 era iniziato benissimo con tre vittorie, poteva essere la mia stagione però poi c’è stato il lungo stop per il brutto infortunio al femore, il secondo in due anni”
spiega Alex Turrin, bellunese di Feltre classe 1992. “Fortunatamente ormai tutto sembra essere solo un brutto ricordo, ho lavorato molto per recuperare al 100% e quest’anno voglio dare il massimo con questa maglia per costruire il mio futuro e provare ad arrivare lontano. Sono appena rientrato da uno stage di allenamento con alcuni compagni al caldo in Spagna, a Benidrom, e le sensazioni sono molto buone.”
In allegato le foto della presentazione.

 

27.01.2015 - BANNER GS MASTROMARCO 2015
Image credits
001_Photo.jpeg – Nibali – Mastromarco
002_Photo.jpeg – Nibali – Squalo
003_Photo.jpeg – Team e Nibali
004_Photo.jpg – Carlo Franceschi
005_photo.jpg – Team 2015
006_photo.jpg – Gabriele Balducci

 
Media Note:
GS Mastromarco | ATCommunication
Tel: +39 389.7984365
press@gsmastromarco.com | http://www.gsmastromarco.com
 
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

27.01.2015 – Luino (Varese) – Serata sulla medicina sportiva col G.C. Avis-Luino e la S.C. Alfredo Binda con replica il prossimo 30.01.2015

 Luino, 26 Gennaio 2015

sERATA mEDICINA sPORTIVA A lUINO

Serata Medicina Sportiva a Luino

GRANDE PARTECIPAZIONE A LUINO ALLA SERATA SULLA MEDICINA SPORTIVA

Leggi il resto di questo articolo »

27.01.2015 – Torino – Team “Androni Giocattoli-Venezuela” : Dal Tour de San Luis con tanti piazzamenti e sempre in evidenza

Torino, 26 Gennaio 2015

Bandiera in azione al Tour de San Luis

Bandiera in azione al Tour de San Luis

ANDRONI VENEZUELA IN EVIDENZA A SAN LUIS CON MARCO BANDIERA

 

Leggi il resto di questo articolo »

27.01.2015 – Ala di Trento (Trento) – Sabato 31 Gennaio a Soave (Vr) presentazione della 1° Gran Fondo di Mtb Passo Buole Xtreme-PBX che si disputerà il 20.09.2015 ad Ala di Trento

Ala | Trento, 26 gennaio 2015

27.01.2015 - Logo GF Mtb

+++ INVITO +++

Leggi il resto di questo articolo »

27.01.2015 – Valenza (Alessandria) – Squadra Categoria Juniores “Città dei Campionissimi-Tre Colli” : Sabato 24 Gennaio primo allenamento ufficiale in preparazione all’inizio della stagione agonistica 2015

27.01.2015 - COMUSTAMPA DEL 26.01.2015 -

27.01.2015 – Caprino Veronese (Verona) – General Store bottoli Zardini : La preparazione al debutto stagionale prosegue alacremente

 

 

Caprino Veronese, 27 Gennaio 2015.
loghi 2015.cdr

General Store: sarà un “Battesimo” di fuoco

 Anche MET tra i partner tecnici del team; presentazione ufficiale il 24 febbraio

Caprino Veronese (Vr), 27 gennaio 2015 – Sarà l’asfalto a tenere a battesimo la General Store bottoli Zardini 2015: in barba alla tradizione, infatti, la formazione scaligera ha scelto di schierarsi al via della nuova annata agonistica, che si aprirà in terra bresciana, il prossimo 21 febbraio con la Coppa San Geo, a “fari spenti”. Atleti e dirigenti si concederanno all’abbraccio dei tifosi e degli appassionati delle due ruote nella serata di festa in programma solo all’indomani del debutto ufficiale, martedì 24 febbraio, nella splendida cornice della Dogana Veneta di Lazise (Vr).

“Quest’anno, anche in considerazione della giovane età media del team, abbiamo voluto privilegiare la preparazione atletica dei nostri ragazzi evitando di mettere ulteriore pressione sulle loro spalle con i consueti eventi di inizio stagione” ha annunciato il presidente Diego Beghini “Queste settimane che ci separano dalle prime gare del nuovo anno sono sempre molto intense ed è giusto viverle con serenità. Romperemo, quindi, una tradizione ma, allo stesso tempo, non rinunceremo all’affetto dei nostri sostenitori: perciò nella serata del 24 febbraio attendiamo il pubblico delle grandi occasioni per festeggiare insieme la rosa 2015”.


Un evento innovativo e gioioso quello pensato dai vertici della formazione giallo-nero-verde che alla Dogana Veneta, si augurano di festeggiare già i primi risultati del nuovo anno.
ARRIVANO I CASCHI MET – Intanto per i 18 atleti guidati da Simone Bertoletti, Roberto Ceresoli e Angelo Ferrari prosegue la preparazione invernale che si è arricchita di un elemento fondamentale per garantire la sicurezza dei ragazzi in gara ed in allenamento: MET, la multinazionale produttrice di caschi per il ciclismo, che quest’anno fornirà anche il team professionistico MTN Qhubeka, infatti, è il nuovo sponsor tecnico della General Store bottoli Zardini.

“Si tratta di un acquisto molto importante per la nostra squadra perché ci permette di presentarci al via della nuova stagione con stile e, soprattutto, di garantire ai nostri atleti il massimo in tema di protezione e comfort” ha sottolineato il vice-presidente Silvio Corso “MET ha avuto modo di analizzare a fondo il progetto che stiamo portando avanti con i giovani e si è detta entusiasta di essere al nostro fianco. Inutile dire che siamo onorati di ricevere l’attenzione di uno dei maggiori produttori al mondo di accessori  per il ciclismo e di indossare questi caschi”.


CONFERMA CHIZZONI – Confermato anche l’appoggio di un altro importante brand tutto veronese: il Saponificio Chizzoni, che dallo scorso anno con i marchi MilleBolle e Biolen è entrato a far parte della “scuderia” della General Store bottoli Zardini, continuerà a garantire anche nel 2015 l’igiene e la pulizia dei capi indossati dall’intera squadra.  

Foto Scanferla

Foto Scanferla

In allegato: foto degli atleti della General Store bottoli Zardini – CLICCA QUI
Photo Credits: Riccardo Scanferla – www.photors.net
Ufficio Stampa
General Store bottoli Zardini
press@publiwebitalia.com
+39 392 2453082

 

 

 

 

 

 

 

 

 

26.01.2015 – Bergamo – Vincenzo Nibali in visita ai reparti pediatrici dell’Ospedale Giovanni XXIII di Bergamo

 Bergamo, 26 Gennaio 2015

 26.01.2015 - LOGO A&J ALEX E JHONNY CARERA

Vincenzo Nibali torna in visita ai reparti pediatrici  dell’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo

e porta in dono la maglia gialla del Tour de France

  Leggi il resto di questo articolo »

25.01.2015 – Hoogerheide (Regno D’Olanda) – Ultima prova di Coppa del Mondo Ciclocross UCI 2014-2015 : Con Eva Lechner svetta il Tricolore “Biancorossoverde”

Hoogerheide, 25 Gennaio 2015

Eva Lechner vince ultima prova CDM ad Hoogerheide (Foto

Eva Lechner vince ultima prova CDM ad Hoogerheide (Foto Michele Mondini)

LA TRICOLORE EVA LECHNER DOMINA L’ULTIMO ATTO DELLA COPPA DEL MONDO UCI

Leggi il resto di questo articolo »

24.01.2015 -Lugo di Romagna (Ravenna) – All’alba di venerdì 23 Gennaio 2015 è nato Matteo Benedetti ed i genitori hanno aggiunto “Felice” come secondo nome in onore di Felice Gimondi

Lugo di Romagna, 23 Gennaio 2015

Felice Gimondi emozionato nellapprendere la notizia della nascita di Matteo Felice

Felice Gimondi emozionato nellapprendere la notizia della nascita di Matteo Felice

Alla 1,10 dell’Alba del 23.01.2015 a Lugo di Romagna è nato Matteo Felice Benedetti

Leggi il resto di questo articolo »

24.01.2015 – Hoogerheide (Regno d’Olanda) – Ultima prova di Coppa Del Mondo Ciclocross : 4 fanghisti “Selle Italia-Guerciotti-Elite” al via con la maglia azzurra

Milano, 23 Gennaio 2015

Alice Maria Arzuffi con Alessando e Paolo Guerciotti

Alice Maria Arzuffi con Alessando e Paolo Guerciotti

COMUNICATO STAMPA – CICLISMO – GUERCIOTTI, 4 AZZURRI IN COPPA DEL MONDO

Leggi il resto di questo articolo »

23.01.2015 – Rescaldina (Milano) – Domenica 25 Gennaio la S.C. Rescaldinese si presenta ai cittadini e rilancia la sottoscrizione a premi : Gazebo aperti in Piazza Chiesa a Rescaldina (Municipio)

Rescaldina, 23 Gennaio 2015

Oreste con la sua mitica "decapotabile", apripista delle corse della Rescaldinese da 50 anni (Foto Nastasi)

Oreste con la sua mitica “decapotabile”, apripista delle corse della Rescaldinese da 50 anni (Foto Nastasi)

Gli azzurri della SC Rescaldinese si presentano alla Cittadinanza

Leggi il resto di questo articolo »

23.01.2015 – Santa Lucia Alla Castellina Firenze) – Domenica25 Gennaio, il Club “Glorie del Ciclismo Toscano” presieduto da Roberto Poggiali, premierà Padre Raffaele Duranti, Priore della Castellina e…Padre Ciclista!

San Bartolo a Cintoia, 23 Gennaio 2015

Padre Raffaele Duranti in tenuta da Corridore, sfida....Paolo Bettini!

Padre Raffaele Duranti in tenuta da Corridore, sfida….Paolo Bettini!

IL RADUNO – Riconoscimenti a Padre Raffaele e Giovanni Iannelli

 CLUB GLORIE TOSCANE – DOMENICA INCONTRO A SAN BARTOLO

Leggi il resto di questo articolo »

22.01.2015 – Fusignano (Ravenna) – Domani la IX° edizione del Premio “Caveja…Una Vita per il Ciclismo”

             Ristorante La Campaza, 22 Gennaio 2015.

Silvia Geminiani tira il gruppo nella preparazione della sala conviviale al Ristorante La Campaza di Fossa Ghiaia (Foto Nastasi)

Silvia Geminiani tira il gruppo nella preparazione della sala conviviale al Ristorante La Campaza di Fossa Ghiaia (Foto Nastasi)

E’ la serata di “Vigilia” della 9° edizione del Premio Caveja….Una vita per il ciclismo con Felice Gimondi che riceve l’ambito riconoscimento.

Leggi il resto di questo articolo »

21.01.2015 – Campagnola Emilia (Reggio Emilia) – “Bici al Chiodo” : Per la prima volta senza il Maestro Alfredo Martini

                                               Campagnola Emilia, 21 Gennaio 2015.

27.01.2013 - Ultima presenza di Alfredo Martini alla Bici al Chiodo (Foto Nastasi)

27.01.2013 – Ultima presenza di Alfredo Martini alla Bici al Chiodo (Foto Remo Mosna)

14° Edizione della “Bici Al Chiodo-39° Incontro Ex Corridori”

Leggi il resto di questo articolo »

20.01.2015 – Mirador del Potrero (Argentina) – Arrivo in quota e svetta Daniel Diaz, vincitore del Tour de San Luis edizione 2013 – Scacco matto ai corridori Europei

Mirador del Potrero, 20 Gennaio 2015

da sx Rodolfo Torres, Daniel Diaz e Kleber Da Silva, Podio 2.tappa Tour de San Luis (Argentina)

da sx Rodolfo Torres, Daniel Diaz e Kleber Da Silva, Podio 2.tappa Tour de San Luis (Argentina)

Dani Díaz presenta su candidatura en el Mirador del Potrero

 

·El argentino, ganador de la prueba en 2013, ha impuesto su forma y su fuerza en la primera llegada en alto de esta edición

· El ahora corredor del Funvic brasileño, un equipo que ha metido a tres entre los seis primeros, es el nuevo líder

· Dani Moreno, quinto, ha sido el primer europeo, con Nairo Quintana octavo, ambos a 27” del ganador

 

Vencedor del Tour de San Luis en 2013, el argentino Dani Díaz, enrolado este año en el equipo Funvic brasileño, se ha anotado la victoria en la primera llegada en alto de esta edición. Díaz ha impuesto su mejor forma y fortaleza tras un bonito mano a mano con el colombiano Rodolfo Torres, al que finalmente ha conseguido dejar de rueda y sacar seis segundos en la espectacular meta del Mirador del Potrero.

Rodolfo Torres, 2. classificato (Foto Pablo Cersomino)

Rodolfo Torres, 2. classificato (Foto Pablo Cersomino)

Dani ha logrado inscribir su nombre en esta prestigiosa cima, donde antes que él habían ganado Giacinti (2007), Carlos Ochoa (2008), Lucas Sebastián Haedo (2009), Rafa Valls (2010), José Serpa (2011), Alberto Contador (2012) -que sería descalificado después por la UCI por el caso del solomillo contaminado-, Alex Diniz (2013) y Julián Arredondo (2014). Más importante, si cabe, es el maillot de líder que ahora luce, porque el corredor de Salta se presenta como el más claro candidato al triunfo absoluto.

Una fuga nella 2. tappa

Una fuga nella 2. tappa

“No esperaba tantas diferencias”, ha explicado en la meta el ganador. “Ha sido una subida agónica por el ritmo infernal que han puesto desde abajo los corredores del San Luis Somos Todos”, explicaba feliz. “Se han producido muchos ataques”, añadía explicando el desarrollo de la subida final, “pero ha sido el de Rodolfo Torres el que ha roto el grupo. Yo tenía la orden de salir a todos los ataques y es lo que he hecho”, hasta que finalmente consiguió marcharse en solitario y levantar los brazos.

La victoria del argentino ha sido la consecuencia de la superioridad actual del ciclismo sudamericano, ya que el primer europeo ha sido Dani Moreno, en la quinta posición y a casi medio minuto del ganador. Nairo Quintana, sin duda la gran sensación de la prueba, ‘sólo’ ha podido ser octavo, en el mismo tiempo del español. Entre los 10 primeros de la etapa, sólo hay un europeo: el citado Moreno.

gruppo in azione nella 2. tappa

gruppo in azione nella 2. tappa

A sus 25 años y después de haber competido en España, primero en el Cafés Baqué amateur –ganó el Trofeo Euskaldún y la Vuelta a Madrid – y después, aunque sólo durante unos meses, en el Footon-Servetto, Dani parece haber alcanzado su madurez deportiva. La victoria en el Tour de San Luis 2013 la logró con el equipo de casa, el San Luis Somos Todos, pero ahora defiende los colores del Funvic, que se presenta como el conjunto más fuerte y ha metido a tres de sus corredores entre los seis primeros.

Como ya sucediera en la primera jornada, la etapa ha estado marcada por la fuga de cinco corredores: Mauricio W. Muller (San Juan), Lucas Sebastián Haedo (Jamis), Carlos Quintero (Colombia) y Romain Guillemois (Europcar), que han llegado a tener 8:25 de ventaja máxima para ser finalmente alcanzados.

 

Raduno di Partenza a La Punta

Raduno di Partenza a La Punta

La etapa de mañana

Mañana se disputa la tercera etapa, Concarán-Juana Koslay, de 176,3 km y trazado ‘rompepiernas’, aunque sin puertos puntuables. La meta, sin embargo, se encuentra en ligera subida, pero sin desniveles importantes. Cavendish y Modolo intentarán tomarse la revancha ante el colombiano Gaviria, su verdugo en la primera jornada. La etapa se pondrá en marcha a las 14.09 h y finalizará a las 18.35 h, a una media prevista de 42 km/h. Recordamos que en Juana Koslay han ganado Franceso Chicchi, en 2012, y Giacomo Nizzolo, el año pasado por delante de Ventoso, Boonen y Farrar.

 

Josu Garai

Andrés García Armero

prensa@toursanluis.com

 

Más información en: www.toursanluis.com

 

 

 

 

 

 

20.01.2015 – Vuelta al Tachira (Venezuela) – Gli Organizzatori offrono a Gianni Savio la “Decoracion” della 50° Vuelta al Tachira annoverandolo di diritto tra i Personaggi che hanno contribuito a fare grande la Vuelta

Vuelta al Tachira, 18 Gennaio 2015

Gianni Savio premiato dagli Organizzatori della Vuelta al Tachira col distintivo d'Oro della 50° edizione

Gianni Savio premiato dagli Organizzatori della Vuelta al Tachira col distintivo d’Oro della 50° edizione

GIANNI SAVIO PREMIATO ALLA VUELTA TACHIRA

Leggi il resto di questo articolo »

20.01.2015 – Briga Novarese (Novara) – Un finale sullo “Sterrato” per il 32° Trofeo Sportivi di Briga-14° Memorial Domenico Piemontesi e Pasqualino Fornara? – Fotoservizio di Antonio Pisoni

Briga Novarese, 19 Gennaio 2015.

L'Organizzatore Giuseppe Bellosta esamina lo sterrato da proporre per il finale del Trofeo Sportivi di Briga (Foto Pisoni)

L’Organizzatore Giuseppe Bellosta esamina lo sterrato da proporre per il finale del Trofeo Sportivi di Briga (Foto Pisoni)

Cambiamenti in vista per il Trofeo Sportivi di Briga-Memorial Domenico Piemontesi e Pasqualino Fornara?

Leggi il resto di questo articolo »

20.01.2015 – Fusignano (Ravenna) – Venerdì 23 gennaio a Fosso Ghiaia di Ravenna, Ristorante La Campaza, Felice Gimondi riceverà la Caveja…una vita per il Ciclismo” edizione 2014. Notaio della cerimonia il Senatore Sergio Zavoli e, in Regia, Silvia Geminiani, Aldo Benedetti e Stefano Ronchi

Fusignano, 12 Gennaio 2015

10.01.2015 - 1 - PREMIO CAVEJA 2014 - 2

La Caveja…da sempre è considerata un simbolo della Romagna, quella Romagna contadina fondata sul lavoro, sulla cooperazione e sulla convivenza civile nel più alto senso di questo termine; Un “Oggetto”di lavoro con proprietà propiziatorie e, proprio per questo motivo, Silvia Geminiani, Aldo Benedetti e Stefano Ronchi (Organizzatori del Premio),l’hanno adottata come simbolo per augurare ogni fortuna a chi la riceve.

Leggi il resto di questo articolo »

20.01.2015 – Induno Olona (Varese) – Ricostruire il “Senso di Appartenenza” per il Popolo del Ciclismo : La strada giusta è quella tracciata da Maurizio Gandini

Induno Olona, 20 Gennaio 2015

20.01.2015 - InvitoIndunoXSTAMPA

*Il Giro passa da Induno Olona….

Un messaggio assai intrigante che nasconde tante belle iniziative messe in atto da Maurizio Gandini, “Ideatore” di tante iniziative che danno lustro e slancio a ricostituire quello che è sempre stato un “Senso di appartenenza” al mondo del ciclismo.

E di questo ne parleremo assai più diffusamente la prossima settimana e, con gli spunti di “Gandini”, c’è tanto, veramente tanto da illustrare per rilanciare tutto ciò che ruota intorno al ciclismo, quello dei tifosi, del tifo e delle migliaia di Persone che, sempre, attendono il passaggio della “Corsa”

*

Vito Bernardi

 

 

20.01.2015 – Lago di Posta Fibreno (Frosinone) – Conclusa la 1° edizione “Cross Cup Lazio-Trofeo Romano Scotti” : Servizio di Giovanni Maialetti

Lago di Posta Fibreno, 18.01.2015

I Vincitori delle varie categorie

I Vincitori delle varie categorie

“1^ EDIZIONE CROSS CUP LAZIO /// TROFEO ROMANO SCOTTI 2014/15” FCI LAZIO

Leggi il resto di questo articolo »

20.01.2015 – Campagnola Emilia (Reggio Emilia) – Intervista a Noemi Cantele prima donna ad entrare nell’Albo d’Oro del Riconoscimento della “Bici al Chiodo”

Campagnola Emilia, 17 Gennaio 2015

Noemi Cantele in azione

Noemi Cantele in azione al Giro del Trentino femminile

Testo dell’intervista gentilmente concessa da Noemi Cantele in data 17.01.2015                                                                                    

  Leggi il resto di questo articolo »

19.01.2015 – Campagnola Emilia (Reggio Emilia) – Domenica 25 Gennaio 2015, la sede del Centro Sociale e della Bocciofila con la Bici al Chiodo e, idealmente, in vetta al Passo Pordoi

Campagnola Emilia, 19 Gennaio 2015.

Arnaldo Pambianco qui nel Giro del 1961, premiato come grande Ex

Arnaldo Pambianco qui nel Giro del 1961, premiato come grande Ex

CAMPAGNOLA EMILIA COME IL PORDOIdomenica 25 gennaio alla bici al chiodo

 

presenti anche alcuni grandi corridori che hanno affrontato una delle salite simbolo del ciclismo

 

Gianni Motta nel Giro del 1966 - Premiato come Grande Ex

Gianni Motta nel Giro del 1966 – Premiato come Grande Ex

Domenica 25 gennaio torna la bici al chiodo, la manifestazione ideata dall’Associazione Nazionale Ex Corridori Ciclisti giunta alla sua 14^ edizione e che coincide con il 39° incontro nazionale degli ex corridori.

Per la prima volta il riconoscimento, che conta sul consolidato Patrocinio del Comune e della Provincia di Reggio Emilia, andrà ad una atleta donna Noemi Cantele.

Noemi Cantele - Una vittoria in Tricolore

Noemi Cantele – Una vittoria in Tricolore

Un premio che, oltre all’indubbio valore dell’atleta rappresenta anche il meritato riconoscimento del ciclismo femminile che, partito grazie alle imprese di Maria Canins, è diventato una splendida realtà con migliaia di tesserate, un calendario estremamente interessante e un livello tecnico di assoluto valore anche nei confronti internazionali.

Proprio nel reggiano del resto il ciclismo rosa è di casa, annovera una delle sue figure storiche Gabriella Pregnolato di Rio Saliceto, che in carriera ha indossato più di una volta la maglia tricolore e la giovane Anna Trevisi di Reggiolo, campionessa europea e anche sul piano delle competizioni il territorio reggiano ha brillato per notorietà. Le località di Cavriago, Gattatico, Luzzara e ancora Campagnola, addirittura con la nazionale, hanno ospitato importanti confronti.

La bicicletta sarà davvero la regina incontrastata della manifestazione, ospitata al Centro Sociale di via Magnani, che inizierà a partire dalle ore 11.00 con un cocktail di benvenuto e la mostra dedicata dei pittori dell’Associazione Open Art e dello scultore Luciano Soave.

Poi trasferimento nel salone d’onore per la consegna dei premi.

Ad aprire la cerimonia ufficiale, dopo il saluto del Presidente Tedeschi, un momento assai significativo in ricordo di Alfredo Martini. Dopo tanti anni, per la prima volta, non sarà presente l’amato commissario tecnico scomparso da pochi mesi e che al ciclismo ha dedicato tutta la sua vita. A Campagnola, a ricordare l’uomo e il tecnico, sarà Marco Pastonesi il bravo giornalista che con Alfredo ha scritto a quattro mani il libro “La vita è una ruota”, una sorta di viaggio attraverso l’infanzia, la famiglia e l’amato ciclismo. Pagine da cui esce tutto lo spessore e il valore di questo straordinario uomo che avrebbe apprezzato i primi premi della giornata, quelli in ricordo di Fabio Saccani, per i giovani emergenti Samuele Barbato,Giulio Branchini, Luca Regalli e Simone Velasco.     

Fortunato Baliani vince il Gran Premio Città di Camaiore del 2007

Fortunato Baliani vince il Gran Premio Città di Camaiore del 2007

Si proseguirà poi con i premi alla carriera di Fortunato Baliani e Luca Mazzanti, per entrambi una analoga esperienza nel team dei reggiani Reverberi.

Balliani di Foligno è stato professionista dal 1998 al 2014. In carriera ha raccolto 13 vittorie, fra queste il gran premio di Camaiore, ed è stato grande protagonista delle corse asiatiche. Agile scalatore è stato il primo a transitare sul Pordoi nel giro 2006.

Luca Mazzanti vince Gran Premio Città di Lugano del 2007

Luca Mazzanti vince Gran Premio Città di Lugano del 2007

Mazzanti, emiliano di Bologna, è stato professionista dal 1996 al 2013. Compagno di squadra di Pantani ha vinto una tappa al giro d’Italia. Azzurro ai mondiali del 2004 e del 2006, riserva negli anni 1998 e 2003. Atleta assai longevo, si è infatti ritirato a 39 anni.

Poi sarà la volta dei grandi ex: quest’anno è  la volta di Gianni Motta e di Arnaldo Pambianco,

Motta, di Cassano d’Adda, è stato professionista dal 1964 al 1976. Ha vinto davvero tanto ma per brevità si ricordano  un giro d’Italia, un Lombardia, 3 giri dell’Emilia, un giro di Svizzera e non da ultimo un terzo posto nel Tour de France nel 1965.

Pambianco, da Bertinoro, è passato professionista nel 1958. Ha vinto il giro d’Italia del 1961, quello del centenario dell’unità d’Italia. Fido gregario di Baldini e Nencini, è riuscito comunque a ritagliarsi successi personali nella lunga carriera conclusa nel 1966.

Infine il momento clou con il palco tutto per la varesina Noemi Cantele. Professionista dal 2002 al 2013. 40 vittorie in carriera. Le perle: titolo italiano a cronometro nel 2009 e nel 2011(nello stesso anno si è aggiudicata anche il titolo nella prova in linea), vice titolo mondiale nella stessa specialità e terza nella gara in linea a Mendrisio nel 2009. Ha indossato per 12 volte la maglia azzurra. Dopo aver appeso la bici al chiodo è ora consulente della sua ultima formazione il team BePink. Le sono stati attribuiti i premi Oscar TuttoBici juniores nel 1999, Oscar TuttoBici élite nel 2009 e il Premio Italia donne nel 2007 nel 2009.

Cantele inaugurerà anche l’inedito premio, un trofeo che unisce l’immagine dell’addio alle corse con uno scenario che ricorda i muri delle gare del nord.

Infine un occhio all’organizzazione: tutto esaurito a Campagnola con il raggiungimento delle oltre 400 adesioni.

 

Paolo Tedeschi

Tel. 329/3570444

Fax 0522- 435855

giorgiomont@gmail.com

 

 

 

 

 

Contatori
Ricerca Mondo Ciclismo
Ricerca personalizzata
Categorie
Archivi
RSS
rss