Archivio Autore

LUGO DI ROMAGNA (RAVENNA) ANCHE LA “COLNAGO-CSF INOX” AL ROMAGNA DEL CENTENARIO CON OCCHI PUNTATI SUL PODIO

 

 

SPORT, CICLISMO – Comunicato Stampa 3 settembre 2010

 Belletti e Marangoni guidano la Colnago-Csf Inox nella “loro” Romagna

 Domenica il Giro della Romagna: in gara anche Modolo e Pozzovivo

Alan Marangoni

MANUEL BELLETTI

Leggi il resto di questo articolo »

TEAM PRO BIKE JUNIOR : VITTORIA DI STEFANO OLDANI E PRESENTAZIONE NUOVO DIRETTORE SPORTIVO DARIO ANDRIOTTO

                                                                                     Busto Garolfo, 03 Settembre 2010.

29.08.2010 Team Pro Bike ad Ossona col Presidente Andrea Olkdani e il Tecnico, Andrea Andriotto

Leggi il resto di questo articolo »

VARESE : PRESENTATA LA 3° PEDALATA AVIS CHE SI TERRA’ DOMENICA 12 SETTEMBRE 2010

Comunicato stampa  3 settembre  2010

ANDRIOTTO E CHIAPPUCCI  CON L’AVIS DOMENICA 12  SETTEMBRE

 

02.09.2010 Varese Villa Recalcati - Presentazione 3° Pedalata con l'Avis

Varese. Dario Andriotto e Claudio Chiappucci hanno tenuto a battesimo la terza edizione della  Pedalata AVIS, prevista a Varese per  domenica 12 settembre e  presentata nella settecentesca. Villa Recalcati a Varese.

Leggi il resto di questo articolo »

MURCIA : METRO PER METRO TUTTA LA TAPPA E L’ARRIVO 6° TAPPA DEL 75° GIRO DI SPAGNA

 

02.09.2010 Thor Hushovd vince la 6° tappa con arrivo a Murcia

Película

etapa 6 – Caravaca de la Cruz - Murcia 151,0 km.

.Jueves 2 de septiembre

151 Km.
17:47 h.

Paso por Cresta del Gallo

Recuperamos ahora el paso por la Cresta del Gallo. La bajada tan estrecha y tan rápida hasta meta ha hecho imposible que pudiéramos ofrecer antes esta información. Rogamos disculpas por las molestias. Orden de paso: 1º KARPETS Vladimir (186), 2º GILBERT Philippe (134) y SCHLECK Frank (209).

 
151 Km.

02.09.2010 Vladmir Karpets sulla Cresta del Gallo

17:40 h.

Top 5

La sexta etapa, entre Caravaca de La Cruz, y Murcia ha sido ganada por HUSHOVD Thor (007).

El top 5 de la etapa es el siguiente:

HUSHOVD Thor (007)
BENNATI Daniele (121)
BOLE Grega (112)
DAVIS Allan (033)
POZZATO Filippo (189)

El líder GILBERT Philippe (134) ha sido sexto y mantiene el maillot rojo.

 

02.09.2010 philippe Gilbert in maglia Rossa di leader fora nella 6° tappa verso Murcia

151 Km.
17:37 h.

Gana Hushovd

La victoria es para HUSHOVD Thor (007), de Cervélo.

 
150 Km.
17:35 h.

Sprint masivo

Último kilómetro. Habrá sprint masivo.

 
149 Km.
17:34 h.

Astaná también tira

Astaná también se pone a tirar. Aunque ahora el ritmo lo pone Caisse d’Epargne.

 
148 Km.
17:33 h.

Lo prueba Bbox

Lo intenta un ciclista de Bbox Bouygues Telecom, QUEMENEUR Perrig (046), pero rápidamente Omega Pharma les controla. No hay nada que hacer. Habrá sprint.

 
147 Km.
17:31 h.

Davis y Plaza llegan a la cabeza

A poco más de cuatro kilómetros llegan al grupo de cabeza PLAZA MOLINA Ruben (057) y DAVIS Allan (033), un buen sprinter.

 
145 Km.
17:29 h.

Ataca Barredo

BARREDO LLAMAZALES Carlos (141) lo prueba, pero Katusha y Cervélo controlan a la perfección. Habrá sprint.

 
145 Km.
17:28 h.

Cazado

FOFONOV Dmitriy (035) es cazado. Pelotón agrupado, pero ya seleccionad. PLAZA MOLINA Ruben (057), tras su pinchazo, no ha podido entrar y es el gran perjudicado del día.

 
143 Km.
17:27 h.

Tira Katusha

Katusha también ayuda a Cervélo. Delante sigue en solitario FOFONOV Dmitriy (035).

 
142 Km.
17:26 h.

Cervélo sigue tirando

Cervélo sigue tirando del pelotón. Detrás circula un segundo grupo perseguidor a 12 segundos. Máxima emoción.

 
139 Km.
17:24 h.

La Alberca

El escapado pasa por La Albarca y llega siete segundos. Restan sólo 10 kilómetros.

 
136 Km.
17:21 h.

Fofonov es el fugado

FOFONOV Dmitriy (035) es el hombre que consigue unos metros. Cervélo es el equipo que más tira, sobre todo pensando en las opciones de HUSHOVD Thor (007) en caso de llegar al sprint.

 
138 Km.
17:22 h.

Con 12 segundos

FOFONOV Dmitriy (035) lleva 12 segundos al pelotón perseguidor.

 
136 Km.
17:20 h.

Neutralizados

Neutralizados los dos de cabeza. Lo prueba un ciclista de Astaná.

 
135 Km.
17:19 h.

Pincha Rubén Plaza

PLAZA MOLINA Ruben (057) pincha su rueda. LOPEZ GARCIA David (055) le cambia la rueda al alicantino.

 
136 Km.
17:19 h.

Pozzato y Gilbert

En cabeza, a 15 del final, se forma un duo: GILBERT Philippe (134) y POZZATO Filippo (189). Pero pronto llegan más hombres.

 
135 Km.
17:18 h.

Pozzato, al frente

El italiano POZZATO Filippo (189) intenta irse en solitario. Reacciona GILBERT Philippe (134).

 
134 Km.
17:17 h.

Pincha Caruso

Pincha el italiano CARUSO Gianpaolo (182).

 
134 Km.
17:15 h.

Coronan el puerto

Los ciclistas del pelotón coronan el puerto. Gran trabajo de nuevo de Katusha y, sobre todo, de KARPETS Vladimir (186).

 
133 Km.
17:14 h.

Tira Karpets

Del pelotón tira KARPETS Vladimir (186). Todos los favoritos, incluido el líder, circulan en las primeras posiciones.

 
133 Km.
17:12 h.

Gilbert, en cabeza

Sigue tirando Katusha. Y en las primeras posiciones figura GILBERT Philippe (134). También TONDO Xavier (009) va muy bien colocado.

 
132 Km.
17:10 h.

Bichot, cazado

02.09.2010 Freddy Bishot

BICHOT Freddy (043) es cazado. Antes lo habían sido ESTRADA RUIZ Juan Javier (024) y EICHLER Markus (193). Pelotón agrupado del que tira KOLOBNEV Alexandr (187).

 
132 Km.
17:09 h.

Tira Katusha

Del pelotón tira Katusha. La ventaja es de 36 segundos de BICHOT Freddy (043) al gran grupo.

 
132 Km.
17:06 h.

Pasa problemas Eichler

EICHLER Markus (193) pasa problemas y se queda.

 
132 Km.
17:06 h.

Bichot lo intenta

BICHOT Freddy (043) intenta irse en solitario y lo consigue, pero el pelotón anda muy cerca.

 
131 Km.
17:04 h.

Menos de un minuto

La ventaja ya cae del minuto. Empieza la subida.

 
126 Km.
17:01 h.

Se cumple la tercera hora de carrera

Tercera hora de carrera a una media de 41,500 kilómetros hora.

 
126 Km.
17:00 h.

Tira Liquigas del pelotón

La ventaja de los escapados es de 1-30. Del pelotón tira Liquigas.

 
122 Km.
16:58 h.

Segundo sprint intermedio

Se pasa por el segundo sprint intermedio en la ciudad de Murcia. Orden de paso: ESTRADA RUIZ Juan Javier (024), EICHLER Markus (193) y BICHOT Freddy (043).

 
121 Km.
16:55 h.

El pelotón cada vez más cerca

El pelotón está cada vez más cerca del trío de cabeza. La ventaja ya es tan ‘sólo’ de 2-30.

 
119 Km.
16:54 h.

Caída

TEN DAM Laurens (158) sufre una caída de la que parece recuperarse pero aún no se reintegra al pelotón.

 
118 Km.
16:50 h.

La victoria, para el pelotón.

La carrera se está acercando a Murcia. La diferencia es de 2-49 por parte de los tres de cabeza, EICHLER Markus (193), BICHOT Freddy (043) y ESTRADA RUIZ Juan Javier (024). Parece probable que la victoria de etapa saldrá del pelotón.

 
117 Km.
16:48 h.

Se baja de los 3 minutos

La barrera de los tres minutos cae a falta de 34 kilómetros,2-50.

 
114 Km.
16:46 h.

La fuga sigue perdiendo tiempo

El ritmo fuerte en cabeza de pelotón de Katusha está haciendo perder tiempo a los fugados. La última referencia es de 3-17.

 
111 Km.
16:41 h.

Katusha a tope

Katusha se ha desmelenado y va a por el trío de cabeza. La ventaja de estos es de 3-52.

 
110 Km.
16:38 h.

4-20 es la ventaja de los tres de cabeza

A falta de 41 kilómetros para llegar a meta la ventaja sigue cayendo en picado. La referencia se establece en 4-06.

 
104 Km.
16:33 h.

Empieza a decrecer la ventaja

El trabajo en cabeza del pelotón de Katusha empieza a dar sus frutos. La ventaja baja a 5-25.

 
101 Km.
16:27 h.

Katusha toma el mando de la persecución

El equipo Katusha se pone a tirar del pelotón pensando en RODRIGUEZ OLIVER Joaquin (181) y POZZATO Filippo (189). La ventaja de los escapados, EICHLER Markus (193), BICHOT Freddy (043) y ESTRADA RUIZ Juan Javier (024), es de 6-15.

 
98 Km.
16:22 h.

Faltan 53 kilómetros para meta

A falta de 53 kilómetros para llegar a meta la ventaja de los tres de cabeza se establece en 6 minutos.

02.09.2010 La Cofidis in testa al gruppo

 
95 Km.
16:20 h.

Los motivos de Cofidis

Cofidis dice que ha tirado porque considera que la etapa de hoy es buena para sus corredores y el director no está contento con sus ciclistas después de que no hayan cogido la fuga.

 
94 Km.
16:19 h.

Parón en el pelotón

El pelotón, y más concretamente Cofidis ya no persiguen con la insistencia de hace unos kilómetros a los escapados. La ventaja es de 5-42.

 
91 Km.
16:16 h.

{164} solicita asistencia médica

FLECHA GIANNONI Juan Antonio (164) solicita asistencia médica. Los fugados siguen en armonía y manteniendo el ritmo de escapada.

 
89 Km.
16:12 h.

Omega Pharma en defensa de su líder

La ventaja de los tres de cabeza sube hasta los 4-45. En cabeza de pelotón se pone el equipo del líder,GILBERT Philippe (134), el Omega Pharma para preservar su jersey rojo una etapa más.

 
87 Km.
16:10 h.

Sube un poco la ventaja

Aprovechando el avituallamiento del pelotón los tres fugados han subido un poco. Se establece en 4-28. El Cofidis sigue en cabeza del pelotón.

 
84 Km.
16:02 h.

40,800

La carrera entra en su segunda hora. La media es de 40,800 kilómetros por hora. El pelotón entra en la zona de avituallamiento. La ventaja baja de los 4 minutos; mas concretamente se establece en 3-58.

 
80 Km.
15:57 h.

Avituallamiento

Los escapados ya están dentro del control de avituallamiento. La ventaja baja un poco y se queda en 4-08. La temperatura es de 31º.

 
76 Km.
15:52 h.

Poco a poco

Cofidis ha tirado tan fuerte que ahora mismo ya no consigue rebajar tanto la distancia. La renta es de 4-28. En poco más de 20 kilómetros han recortado cinco minutos. ¡Han tirado muy fuerte!

 
74 Km.
15:46 h.

Se estabiliza

Después de recortar cinco minutos, la ventaja parece ahora estabilizarse. Los ciclistas transitan por Archena, localidad famosa por sus aguas termales, con 4-38 sobre el pelotón.

 
68 Km.
15:38 h.

Los escapados pelean

Cofidis sigue tirando, pero los escapados también están dispuestos a pelear. La ventaja sigue bajando pero ya no con tanta fuerza. La renta es ahora de 4-37.

 
60 Km.
15:27 h.

El terreno ‘ayuda’ a los escapados

Los escapados, EICHLER Markus (193), BICHOT Freddy (043) y ESTRADA RUIZ Juan Javier (024), transitan por un terreno favorable para sus intereses. Hay muchas curvas que favorecen a los escapados y perjudican al pelotón. La ventaja es de 4-53. Luce el sol y la temperatura es de 31º.

 
55 Km.
15:18 h.

Los tres escapados en armonía

Los tres escapados mantienen la ventaja con respecto al pelotón en 5-20. Se están entendiendo a la perfección y la armonía entre ellos es total.

 
51 Km.
15:13 h.

Pasan por Cieza

Los escapados pasan por Cieza, la localidad natal del malogrado ciclista Mariano Rojas que falleció prematuramente debido a un accidente de tráfico. Estaba considerado una de las grandes promesas del ciclismo español. Su hermano, José Joaquín Rojas, es uno de los mejores sprinter españoles. La ventaja de los fugados es de 5-46.

 
49 Km.
15:10 h.

Cofidis se lo toma en serio

Cofidis se ha puesto serio en la persecución de los escapados. Ya ‘sólo’ tienen 6-20 de ventaja.

 
48 Km.
15:08 h.

Bichot el tercer hombre

BICHOT Freddy (043) es el más veterano de la fuga. El corredor francés tiene 31 años. Es profesional desde el 2002 y la temporada pasada logró 4 victorias. Es su primer año con Bbox Bouygues Telecom.

 
47 Km.
15:06 h.

Sigue bajando la ventaja

Los escapados van perdiendo segundos a medida que van pasando los kilómetros. Ahora tan sólo cuentan con 7-17. La máxima renta ha llegado a ser de 9-17. Cofidis sigue al frente.

 
44 Km.
15:04 h.

Baja la ventaja

Cofidis es el único equipo que tira y su esfuerzo tiene recompensa. La ventaja ha bajado a 8-11.

 
43 Km.
15:03 h.

A 42 kilómetros por hora

Se cumple la primera hora de carrera y la media es de 42 kilómetros por hora.

 
43 Km.
15:00 h.

Estrada la nota española

ESTRADA RUIZ Juan Javier (024) es otro de los integrantes de la escapada. El corredor del conjunto Andalucia-CajaSur lleva tres años como profesional y siempre en el mismo equipo. Para Andalucia es el quinto día consecutivo que meten a un corredor en la fuga del día.

 
42 Km.
14:59 h.

Se estabiliza

La ventaja de los escapados se estabiliza, está en 9-07. En cabeza del pelotón tiran el Omega Pharma y el Cofidis.

 
37 Km.
14:53 h.

Eichler el primer valiente

EICHLER Markus (193) ha sido el primero en atacar en la sexta etapa. Tiene 28 años, es alemán y en las últimas tres temporadas siempre ha corrido en el equipo Milram. Antes había pasado por Unibet y por otros equipos más modestos. Esta temporada ha ganado la clásica holandesa Batavus Prorace.

 
36 Km.
14:52 h.

La diferencia se acerca a los diez minutos

El pelotón parece tomarse las cosas con calma y los escapados ya les sacan 9-17.

 
34 Km.
14:48 h.

Omega Pharma coge el mando del pelotón

El Omega Pharma se pone en cabeza del pelotón mientrás que la distancia se amplía a 8.45.

 
30 Km.
14:41 h.

El pelotón levanta el pie

La ventaja empieza a agrandarse, ya se va a los 8-04. Los escapados ya saben de boca de sus directores que el pelotón ha levantado el pie.

 
27 Km.
14:36 h.

Aumenta la ventaja

Los tres fugados siguen abriendo brecha y ya la diferencia con respecto al pelotón es de 6-08. Los escapados parecen contar con la anuencia del pelotón que ralentiza la marcha.

 
25 Km.
14:32 h.

Se juntan los tres

Se juntan los tres que andaban escapados y ya le sacan al pelotón 5-24. Los fugados están atravesando un terreno ascendente.

 
22 Km.
14:26 h.

Habrá un trío en cabeza

EICHLER Markus (193) tiene sólo 40 segundos respecto a ESTRADA RUIZ Juan Javier (024) y BICHOT Freddy (043). El pelotón sí ha arrojado la toalla, al menos por el momento, y ya cede 4-10.

 
17 Km.
14:24 h.

Offredo visita al médico

OFFREDO Yoann (098) ha solicitado la ayuda de los servicios médicos.

 
16 Km.
14:22 h.

Sprint intermedio

Por el sprint intermedio de Calasparra, pasa en primer lugar EICHLER Markus (193). A 58 segundos pasan ESTRADA RUIZ Juan Javier (024) y BICHOT Freddy (043), que son segundo y tercero, respectivamente. El pelotón cede 3-05.

 
14 Km.
14:17 h.

Primer sprint

La carrera se acerca al primer sprint intermedio del día, que está situado en Calasparra.

 
11 Km.
14:13 h.

Más ataques

EICHLER Markus (193) sigue en solitario, pero por detrás saltan BICHOT Freddy (043) y ESTRADA RUIZ Juan Javier (024). La ventaja de EICHLER Markus (193) es de 52 segundos con la pareja que le persigue y de 1-07 con el pelotón.

 
7 Km.
14:09 h.

Ya son 36 segundos

EICHLER Markus (193) tiene ya 36 segundos de ventaja.

 
8 Km.
14:10 h.

Temperatura, 27 grados

Luce el sol y la temperatura es de 27 grados.

 
6 Km.
14:07 h.

Eichler sigue

La ventaja de EICHLER Markus (193) es de 20 segundos. El de Milram intenta escaparse en solitario.

 
4 Km.
14:04 h.

Eichler lo intenta

BICHOT Freddy (043) es cazado. Ahora lo intenta EICHLER Markus (193). Sale en su persecución CAZAUX Pierre (093), pero es neutralizado, por lo que EICHLER Markus (193) sigue en solitario.

 
0 Km.
14:01 h.

Salida real

Salida real de la sexta etapa de la Vuelta, entre Caravaca de La Cruz y Murcia.

El primero en intentarlo es BICHOT Freddy (043).

 
0 Km.
13:51 h.

Mucho sol

La temperatura es ideal y luce el sol en Caravaca de la Cruz.

 
0 Km.
13:48 h.

Se da la salida neutralizada

Los corredores han partido para la disputa de la sexta etapa. Durante 6,8 kilómetros estarán en la zona neutralizada antes de la salida real.

 
0 Km.
13:40 h.

En el punto de salida

Los corredores ya están preparados en el punto de salida. El tramo neutralizado será de 6,8 kilómetros.

 
0 Km.
13:35 h.

Cerrado el control de firmas

El control de firmas ya ha sido cerrado. En breves momentos se dará la salida neutralizada.

 
0 Km.
13:33 h.

Firma Gilbert

GILBERT Philippe (134) también firma. El control está a punto de ser cerrado.

 
0 Km.
13:30 h.

Mucho “tráfico” en el control

Quedan pocos minutos para que se cierre el control de firmas y hay mucho “tráfico” en la zona del podio. Ciclistas como FREIRE GOMEZ Oscar (152), RODRIGUEZ OLIVER Joaquin (181) o SANCHEZ GIL Luis Leon (058) se dejan ver en Caravaca.

 
0 Km.
13:26 h.

Las impresiones de un debutante

PUJOL MUNOZ Oscar (006) es uno de los debutantes en la Vuelta. Su comentario ha sido: “Para mí estar en la carrera ya es todo un premio. Mi principal problema es el miedo que tengo al día malo. En carreras de 21 días siempre es fácil tener un día malo y yo no sé cómo puedo superarlo.

 
0 Km.
13:22 h.

Antón también firma

ANTON HERNANDEZ Igor (071) está siendo uno de los ciclistas más destacados en la Vuelta y sobre la etapa de hoy ha comentado: “Es un día de muchos nervios. La escapada puede llegar, pero para los líderes es complicado porque vamos a tener que estar muy atentos a la subida y a la bajada”.

 
0 Km.
13:20 h.

Turno de Andalucía

El equipo Andalucía-CajaSur es el que está firmando ahora. Por primera vez en la Vuelta la etapa no arranca desde tierras andaluzas, pero seguro que los ciclistas de Antonio Cabello siguen buscando la fuga del dia. Y más hoy que hay opciones de que pueda ser coronada con éxito.

 
0 Km.
13:19 h.

Pozzato pasa a firmar

POZZATO Filippo (189) pasa a firmar. Es uno de los posibles favoritos para la victoria en Murcia, puesto que es un hombre rápido y pasa bien la media montaña, como bien demostrara al ganar la Milán-San Remo.

 
0 Km.
13:16 h.

Salida inédita

Para la localidad de Caravaca de La Cruz, la salida de 2010 de la Vuelta a España es toda una novedad, puesto que hasta ahora había albergado llegadas, en 2009 ganó Tyler Farrar, pero nunca una salida.

 
0 Km.
13:12 h.

Sólo un puerto, pero máxima emoción

La etapa sólo incluye un puerto, el alto de la Cresta del Gallo, pero la etapa es una de las más emocionantes de la Vuelta. La subida, de 7 kilómetros al 4,36%, no es excesivamente dura, pero está muy cerca del final -sólo 10,3 kilómetros de la línea de meta- y la bajada es muy técnica.

 
0 Km.
13:09 h.

Firma Barredo

El asturiano BARREDO LLAMAZALES Carlos (141) pasa ahora por el control de firmas. BARREDO LLAMAZALES Carlos (141) fue el ganador de la Clásica de San Sebastián de 2009 y es uno de los corredores con más opciones de correr el Mundial de Melbourne.

 
0 Km.
13:06 h.

El alcalde de Caravaca, con la Vuelta

El alcalde de Caravaca de La Cruz, Domingo Aranda Muñoz, está siendo acompañado por el máximo responsable de Unipublic, Javier Guillén, en todos los actos protocolarios de esta sexta etapa. Y lo cierto es que Caravaca se ha volcado con la gran ronda española.

 
0 Km.
13:02 h.

Firma Roels

El primero en firmar ha sido ROELS Dominik (194), un corredor que ya sabe lo que es ser protagonista en la Vuelta de 2010.

 
0 Km.
12:59 h.

Dos sprints

En la sexta etapa habrá dos sprints intermedios, con la dificultad añadida de que uno está situado en los kilómetros iniciales y el otro en la parte final. El primero llegará en el kilómetro 17, en Calasparra, y el segundo está en Murcia, kilómetro 124, y por donde la carrera pasará antes de enfilar la subida a la Cresta del Gallo para regresar de nuevo a la capital de la Región.

 
0 Km.
12:54 h.

Primeros ciclistas

Por el control de firmas pasan los primeros corredores. Recordemos que el líder sigue siendo GILBERT Philippe (134).

 
0 Km.
12:52 h.

Luce el sol

A pesar de que las previsiones apuntaban la posibilidad de que hubiera lluvia tanto en la salida como en los kilómetros finales, por el momento luce el sol y no se ve a corto plazo ninguna posibilidad de que haya lluvia en el arranque de la sexta etapa.

 
0 Km.
12:50 h.

Se abre el control de firmas

En estos mismos instantes queda abierto el control de firmas de la sexta etapa de la Vuelta.

 
0 Km.
12:29 h.

Bienvenidos a la película de la etapa

Muy buenos días, bienvenidos a la película de la sexta etapa de la Vuelta. El control de firmas se abre hoy a las 12.50 y se cierra a las 13.35. La etapa unirá a Caravaca de la Cruz y Murcia tras 151 kilómetros.

 

Mostrar últimas noticias

Hornazo de Salamanca

powered by mastercom

 
 
 
 
etapa 6 – Caravaca de la Cruz - Murcia 151,0 km.

.Jueves 2 de septiembre

Comentario deportivo

El jueves 2 de septiembre se disputa la sexta etapa, una jornada que tiene como salida la ciudad de Caravaca de La Cruz, una localidad murciana que vive en 2010 su año jubilar y que ya dio buena suerte a la selección española de fútbol antes del Mundial de Sudáfrica. Esperemos que también dé la misma buena suerte a un pelotón que tras 148 kilómetros debe llegar a las calles de la capital de la región: Murcia.

La etapa, para no ser menos que muchas de sus predecesores, incluye una trampa final más que conocida y no por ello menos emocionante: la subida al alto de la Cresta del Gallo, una ascensión de 2ª categoría que, no lo olvidemos, está muy cerca de la línea de meta, concretamente a sólo 10 kilómetros, pero que no es sólo dura por sus rampas sino que también incluye una vertiginosa bajada que en ocasiones marca más diferencias que la propia ascensión, tal y como ya se pudo ver el año pasado. Un día que nadie puede tomarse con tranquilidad.

 

Principio de la página

 

Mapas e itinerarios

Horario

Concentración y firma / Rassemblement de départ et signature: Ciudad Jardín
De 13:00 a 13:45 horas
Llamada / Appel: A las 13:50 horas
Salida neutralizada / Départ fictif: A las 13:54 horas
Recorrido neutralizado: c/ Raimundo Rodríguez, c/ Gran Vía, Avda. de Maruja Garrido, Avda. Ctra. de Granada, Avda. de la Prolongación Constitución, c/ Gran Vía, Avda. Maruja Garrido, Ctra. de Murcia, Ctra. de Calasparra
Total distancia recorrido neutralizado: 6,8 kms.
  Alt. ITINERARIO Kilómetros Horario
  Km Rec. Por Rec. 40 42 44
    PROVINCIA DE MURCIA          
Salida neutralizada   SALIDA NEUTRALIZADA 0,0 0,0 13:54 13:54 13:54
Salida lanzada 580 Salida lanzada a la altura del hito kilométrico 64 de la RM-714 dirección Calasparra 0,0 151,0 14:05 14:05 14:05
  400 Giro dcha. dirección Calasparra Sur. Rotonda izda. C. Urb. por la C-3314 13,3 137,7 14:24 14:24 14:23
Sprint 370 Calasparra. Paso por Avda. Juan Ramón Jiménez, SPRINT INTERMEDIO, c/ del Teniente Flomesta 17,4 133,6 14:31 14:29 14:28
  320 Cruce giro dcha. dirección Murcia por la RM-714 18,9 132,1 14:33 14:32 14:30
  300 Cruce giro dcha. dirección Cieza por la N-301 40,7 110,3 15:06 15:03 15:00
  190 Cieza. Paso por Avda. Gran Vía Juan Carlos I, Avda. de Abarán por la MU-512 51,3 99,7 15:21 15:18 15:14
  200 Abarán. Paso por Avda. de Cieza, dcha. Avda. de Constitución, Avda. del rio Segura, rotonda dirección Blanca. Ctra. estrecha con bastantes curvas MU-514 56,0 95,0 15:29 15:25 15:21
  160 Cruce dcha. dirección Archena por MU-520. Ctra. estrecha. Puente paso estrecho. Ctra. de Ojos. Curvas dcha. izda. 62,7 88,3 15:39 15:34 15:30
  130 Ojos. Paso por c/ del Generalísimo, c/ del Rey. Túnel de 50 metros sin iluminar 68,5 82,5 15:47 15:42 15:38
  125 Archena. Avda. Daniel Ayala, Avda. Carril, puente, Avda. de Mario Spreafico 74,6 76,4 15:56 15:51 15:46
  130 Pasa a ser la MU-554. Varias rotondas 76,8 74,2 16:00 15:54 15:49
  160 Pasa a ser la RM-441 79,2 71,8 16:03 15:58 15:53
RAV 150 Avituallamiento 80,1 70,9 16:05 15:59 15:54
  240 Fenazar. Varios badenes 85,0 66,0 16:12 16:06 16:00
  210 Cruce giro dcha. dirección Murcia por la C-3223, RM-423 93,2 57,8 16:24 16:18 16:12
  210 Fortuna. Paso por Avda. Salvador Allende, Avda. de Saavedra Fajardo. Rotonda 93,8 57,2 16:25 16:19 16:12
  170 Pasa a ser RM-423 96,4 54,6 16:29 16:22 16:16
  60 Cruce giro dcha. dirección Cabezo de Torres por la N-340 109,9 41,1 16:49 16:42 16:34
  60 Rotonda giro dcha. Pasa a ser la A-4 110,0 41,0 16:50 16:42 16:35
  100 Paso superior A-7. Rotonda giro izda. dirección Nueva Condomina 113,8 37,2 16:55 16:47 16:40
  115 Rotonda giro izda. dirección Murcia y paso superior autovía 116,4 34,6 16:59 16:51 16:43
  115 Rotonda dcha., rotonda izda., dirección Avda. de Don Juan de Borbón (varias rotondas) 116,6 34,4 16:59 16:51 16:44
  80 Rotonda dcha. dirección Albacete-Murcia 118,0 33,0 17:02 16:53 16:45
  75 Rotonda izda. dirección Murcia por Avda. de Don Juan de Borbón 118,2 32,8 17:02 16:53 16:46
Sprint 45 Murcia. Giro izda. Paso por N-340, c/ Ronda de Levante (se pasa por arriba del túnel) SPRINT INTERMEDIO, Travesía de las Atalayas, Avda. de Primero de Mayo, Puente de Vistabella (varias rotondas) 122,6 28,4 17:08 17:00 16:52
  45 Giro izda. dirección Los Dolores por Avda. Región de Murcia, MU-300 124,6 26,4 17:11 17:03 16:54
  45 Giro dcha. dirección Los Dolores por la F-6, c/ Mayor 125,5 25,5 17:13 17:04 16:56
  45 Los Dolores. Paso por c/ Mayor, Camino de Tiñosa, c/ Tejeras 125,9 25,1 17:13 17:04 16:56
  50 Las Tejeras. Paso por Camino de San José 128,5 22,5 17:17 17:08 17:00
  75 San José de la Montaña. Giro dcha. por c/ de las Escuelas. Comienza puerto 129,2 21,8 17:18 17:09 17:01
4<sup>a</sup> 370 Alto de la Cresta del Gallo – Puerto de Montaña 2ª Cat. 133,6 17,4 17:25 17:15 17:07
  370 Giro dcha. Comienza descenso. Precaución. Ctra. estrecha con curvas de dcha. e izda. cerradas 133,7 17,3 17:25 17:16 17:07
  150 Cruce izda. dirección la Alberca por la Subida al Valle 136,1 14,9 17:29 17:19 17:10
  85 La Alberca. Curva dcha. en descenso con el peralte cambiado. Muy cerrada precaución. c/ de la Paz 140,0 11,0 17:35 17:25 17:15
  75 Giro izda. por la c/ Turbintos 140,5 10,5 17:35 17:25 17:16
  60 Cruce giro dcha. dirección Murcia por la MU-302 141,0 10,0 17:36 17:26 17:17
  60 Plaza del Charco. Cruce giro izda. por la F-4, Avda. de Sta. Catalina 141,3 9,7 17:36 17:26 17:17
  55 Cruce giro dcha. dirección Alicante por la N-301 Ctra. del Palmar 144,4 6,6 17:41 17:31 17:21
  50 Murcia. Paso por c/ Florida, Plaza Gonzalez, giro dcha., c/ Prnicesa, giro dcha., Avda. Infante Don Juan Manuel, giro dcha., Avda. de Lope de Vega 145,1 5,9 17:42 17:32 17:22
  50 Rotonda giro izda. por la Avda. de Miguel Indurain 148,0 3,0 17:47 17:36 17:26
  50 Cambio de carril se va en sentido contrario a la circulación 149,3 1,7 17:48 17:38 17:28
Llegada 48 META – Murcia. Avda. Miguel Indurain 151,0 0,0 17:51 17:40 17:30
 
Llegada último kilómetro / Arrivée dernier km:
Recta de 500 metros llanos, ligera curva a la derecha y recta de 500 metros

Principio de la página

 

Caravaca de la Cruz

Caravaca de la Cruz – Stma. y Vera Cruz de Caravaca.

Es una ciudad cargada de historia, su gran Patrimonio Monumental, sus paisajes, sus gentes, hacen de ella un destino privilegiado y atractivo para los visitantes, siendo una las ciudades de mayor encanto de la Región de Murcia

La ciudad cuenta con un interesante legado monumental; en una de las varias colinas que hoy ocupa el casco urbano se alza un Castillo del siglo XII, reconstruido en el XV por los caballeros templarios que culmina en una amplia explanada donde se levanta majestuosa la Basílica-Santuario de la Stma. y Vera Cruz.

Destacar también: la Iglesia Parroquial de El Salvador, el Monasterio e Iglesia de San José, el Convento e Iglesia de Nª Sª del Carmen, la Iglesia Parroquial de la Purísima Concepción o El Templete así como una magnífica red de Museos.

Caravaca de la Cruz cuenta con un entorno paisajístico de gran belleza como el Paraje de Las Fuentes del Marqués, a unos 2 Km. del casco urbano.

En cuanto a Fiestas las más importantes son las celebradas en Honor a la Patrona del 30 de abril al 5 de mayo, declaradas de Interés Turístico Internacional. Festejos de moros, cristianos y Caballos del Vino constituyen el núcleo de los actos.

Pero, sin duda, la concesión en 1998 de un Año Jubilar a Perpetuidad en torno a la Stma. y Vera Cruz es lo que ha marcado de manera singular la proyección futura de la ciudad de Caravaca. Este año 2010 es el segundo Año Jubilar que se celebra después de la concesión, y numerosos peregrinos y turistas se acercan hasta aquí para adorar la Sta. Reliquia y disfrutar de los numerosos encantos de la ciudad.

Principio de la página

 

Murcia

Murcia – Pza. de las Flores

Un año más la ciudad de Murcia será escenario de la vuelta ciclista a España. Un marco incomparable con el majestuoso esplendor barroco de la Catedral, iglesias, palacios y casas señoriales. El buen clima hace que el municipio sea un lugar idóneo para pasear y disfrutar de sus bulliciosas calles y plazas.

La ciudad envuelve a los visitantes en un ambiente mágico nacido del cruce de culturas latente en la historia de sus calles. Restos íberos, argáricos, romanos y árabes convierten Murcia en un lugar ideal para viajar al pasado. Al mismo tiempo, se puede disfrutar del arte contemporáneo en la calle con las innumerables esculturas que llenan plazas y avenidas, haciendo de la ciudad un gran museo al aire libre.

Murcia, la ciudad que mira al Segura, ofrece gran cantidad de atractivos como la visita a sus principales monumentos, su gran cantidad de museos, de diferente temática, sus plazas, y restaurantes para degustar la gastronomía típica de la huerta.

Pero además, Murcia es una ciudad moderna que apuesta por el medio ambiente con infraestructuras sostenibles como el tranvía, y gran cantidad de espacios deportivos municipales de calidad para que ciudadanos y visitantes disfruten de su ocio. Grandes centros deportivos, campos de golf y el flamante estadio de fútbol Nueva Condomina hacen que la ciudad sea un lugar especial para los amantes del deporte.

Visitar Murcia es dejarse llevar por una sinfonía de sensaciones y recorrer un camino lleno de historia. Un viaje inolvidable.

Principio de la página

 

Hornazo de Salamanca

powered by mastercom

CP-FCI MILANO – PRESIDENTE VALTER COZZAGLIO : TORNA L’HINTERLAND CUP, 2° EDIZIONE-2010 DEBUTTO SABATO 4 SETTEMBRE A FAGNANO OLONA (VARESE)

                                                                                 MILANO, 02 SETTEMBRE 2010

 

2° HINTERLAND CUP – 2010

Manifestazioni promozionali con qualsiasi tipo di bicicletta

Anche quest’anno, patrocinate dal Comitato Provinciale di Milano e sull’onda del successo riscosso durante la scorsa stagione, saranno riproposte le manifestazioni promozionali di ciclismo giovanile fuoristrada, di cui ribadiamo l’utilità per acquisire importanti capacità da parte dei nostri giovanissimi e, nel contempo, valida opportunità per le società di promuovere il ciclismo ed avere la possibilità di individuare nuovi atleti da tesserare.

CALENDARIO MANIFESTAZIONI

DATA SOCIETA’ ORGANIZZATRICE LOCALITA’ ID GARA
04/09/2010 G.P. Racer Team Fagnano Olona (VA) 32200
11/09/2010 Scuola Ciclismo Cadrezzate Cadrezzate (VA) 32204
18/09/2010 Lega Ciclistica Brugherio 2 Brugherio (MB) 32209
25/09/2010 G.S. Cernuschese Cernusco S./N. (MI) 32212
03/10/2010 U.C. Canegratese Canegrate (MI) 32217
10/10/2010 Bettolino Freddo Cologno Monzese (MI) 32220
16/10/2010 U.S.C. Vittuonese Vittuone (MI) 32223
24/10/2010 A.S. Iride Cologno Monzese (MI) 34791
31/10/2010 Team Galbiati Milano 32239

 

MODALITA’ E REGOLE DI SVOLGIMENTO

 

  1. 1.      Le singole manifestazioni sono aperte ai bambini e alle bambine non tesserati per la Federazione Ciclistica, che dovranno essere accompagnati da un genitore per formalizzare le iscrizioni.

 

  1. 2.      La partecipazione sarà possibile con qualsiasi tipo di bicicletta, purché perfettamente funzionante (specialmente l’impianto frenante) e priva di appendici al manubrio e/o pedane.

 

  1. 3.      Per partecipare alle manifestazioni è obbligatorio l’uso del casco protettivo.

 

  1. 4.      I partecipanti verranno suddivisi in 7 categorie:

 

–         G0 (unica) nati nel 2004 e 2005.

–         G1 m/f nati nel 2003.

–         G2 m/f nati nel 2002.

–         G3 m/f nati nel 2001.

–         G4 m/f nati nel 2000.

–         G5 m/f nati nel 1999.

–         G6 m/f nati nel 1998.

  1. 5.      La griglia di partenza sarà determinata estraendo a sorte (per ciascuna categoria) un numero di dorsale tra quelli presenti nella batteria e da quel numero comincerà la chiamata e lo schieramento dei partecipanti.

 

  1. 6.      Per ogni batteria prevista, la partenza della gara femminile avverrà circa un minuto dopo la partenza della gara maschile.

 

  1. 7.      Le iscrizioni dovranno pervenire alle società organizzatrici con le seguenti modalità:

–         Tramite sistema informatico federale per i tesserati categorie G1 – G6

–         Via FAX, specificando l’anno di nascita, per i tesserati P.G. (Promozionale Giovanile)

–         Via FAX, specificando l’anno di nascita, o direttamente sul luogo della manifestazione, per i ragazzi non tesserati

  1. 8.      La prova riservata ai bambini della categoria “G0”, maschile e femminile, prevederà la partenza di una batteria unica, senza distinzione di età.

 

  1. 9.       In ogni manifestazione verrà consegnato un ricordo a tutti i partecipanti

 

  1. 10.      Presso il luogo di svolgimento delle manifestazioni, sarà disponibile un punto di ristoro.

 

  1. 11.      Alcune delle presenti regole potrebbero subire correzioni e/o modifiche durante lo svolgimento delle manifestazioni

 

  1. 12.      Si precisa che per quanto non espressamente indicato vigono le norme e disposizioni del regolamento della Federazione Ciclistica Italiana.

 

VI ASPETTIAMO NUMEROSI

MONTI DELLA TOLFA (ROMA) – AMATORI F.C.I. – 1° CRONOSCALATA MONTI DELLA TOLFA

 

28.08.2010 - monti della tolfa categoria amatori fci 1° cronoscalata monti della tolfa

 

CICLISMO REGIONALE LAZIALE AMATORI MASTER FCI ED ENTI CONSULTA.

    1 ^C R O N O S C A L A T A   D E I   M O N T I   D E L L A   T O L F A “

Leggi il resto di questo articolo »

ATINA (FROSINONE) : GRAZIE A GIOVANNI MAIALETTI DA OGGI TUTTA ITALIA SA CHE C’E’ ANCHE UN “MINI TROFEO BASTIANELLI – E…..STATE IN BICI – CITTA’ DI ATINA (CIOCIARIA)

 

          CICLISMO  :  GIOVANISSIMI  UNDER12  REGIONALI  FCI  LAZIO

2° MINI  TROFEO  BASTIANELLI   E…STATE  IN BICI-CITTA DI ATINA ( FR )

            (   terzultima   prova  challenge  giovanissimi  under  12  )

            AD  ATINA LA PERLA DELLA VAL COMINO SPETTACOLARI  SPRINT AL CARDIOPALMO

       PROTAGONISTI I FUTURI PROTAGONISTI DEL RICAMBIO GENERAZIONALE CICLISTICO LAZIALE.

28.08.2010 Atina : Partenza di una batteria

 

Leggi il resto di questo articolo »

75° GIRO DI SPAGNA : 6° TAPPA CON ARRIVO A MURCIA, TERRA DI VALVERDE. IL BLU FUXIA “BOLE” SUL TERZO GRADINO DEL PODIO DIETRO A DANIELE BENNATI E HUSHOVD

 

Bole terzo a Murcia, Kashechkin 25° nella generale
Grega Bole conferma ancora una volta di essere un corridore in grado di coniugare una buona resistenza a un interessante spunto veloce.
Nella 6^tappa della Vuelta a Espana (Caravaca de la Cruz- Murcia, 151 km), infatti, lo sloveno della Lampre-Farnese Vini ha colto il 3° posto al termine di una volata di 70 corridori, tagliando il traguardo alle spalle del vincitore Hushovd e di Bennati e precedendo Davis e Pozzato.
Le speranze dei velocisti puri di un finale con sprint di massa si sono infrante sull’Alto de la Cresta del Gallo, asperità posta a 17,4 km dal traguardo: Cavendish, Petacchi, Farrar e altre ruote veloci del plotone non hanno avuto modo di rimanere nel gruppo di testa, formato da 20 corridori allo scollinamento e poi composto sul traguardo da 70 unità (presenti anche Righi, Mori, Pietropolli and Kashechkin) in virtù del rientro di alcuni inseguitori.
Bole ha superato la Cresta del Gallo con un passo regolare, per poi rientrare rapidamente sul gruppo di testa in discesa e provatore così a centrare il bersaglio grosso della vittoria di tappa: il successo non è arrivato, ma il terzo posto è comunque di rilievo.
Gilbert ancora leader della classifica generale, nella quale Kashechkin è ancora il miglior blu-fucsia (25° a 2’27”).

“Bole è un atleta di grande qualità, oggi ha corso bene, gestendosi al meglio e ottenendo un bel risultato – ha commentato Piovani, ds della Lampre-Farnese Vini – Peccato che Grega non abbia potuto ricevere un aiuto dai compagni nei momenti antecedenti la volata, riuscendo comunque a disputare un bello sprint. I ragazzi sono stati bravi anche ad aiutare Kashechkin, vittima di un guasto meccanico, a rientrare in gruppo dopo la discesa della Cresta del Gallo”.

Classifica di tappa
1° Hushovd 3h36’20”
2° Bennati s.t.
3° Bole s.t.
4° Davis s.t.
5° Pozzato s.t.
19° Mori s.t., 20° Pietropolli s.t., 56° Righi s.t., 69° Kashechkin s.t., 87° Marzano 2’09”, 88° Hondo s.t., 118° Petacchi 10’31”, 119° Furlan s.t..

Classifica generale
1° Gilbert 22h36’26”
25° Kashechkin +2’27”, 43° Marzano +5’42”, 47° Mori +6’27”, 76° Pietropolli +19’57”, 81° Bole +21’50”, 105° Hondo +34′, 115° Righi +38’14”, 135° Petacchi +44’24”, 172° Furlan +56’25”.

Grega Bole confirmed to be a cyclist that can join a good stamina to his quickness.
In the 6th stage of Vuelta a Espana (Caravaca de la Cruz-Murcia, 151 km), in fact, the Slovenian rider by Lampre-Farnese Vini obtained the 3rd place at the end of a sprint of 79 athletes, crossing the finish line behind Hushovd and Bennati, preceding Davis and Pozzato.
The hopes of the pure sprinters for a massive final sprint were broken on Alto de la Cresta del Gallo, hill at 17,4 km to the arrival: Cavendish, Petacchi, Farrar and other fast wheels of the pack could not be with the head group, whose member were 20 on the top of the climb and then became 70 (members also Righi, Mori, Pietropolli and Kashechkin)at the arrival.
Bole covered the hill at his pace and then join the head group on the donwhill, so he could battle in the sprint: he didn’t win, but the third place is an important result.

“Bole is a quality athlete, today he performed a great stage, managing his energies in a perfect way and obtaining a precious result – Piovani, Lampre-Farnese Vini’s sport director, commented – The only sorrow is that Grega could not receive the support of the team mates in the moments just before the sprint. The team was skilful in supporting Kashechkin after the mechanical problem that occurred in the donwhill of Cresta del Gallo”.

Stage classification
1th Hushovd 3h36’20”
2nd Bennati s.t.
3rd Bole s.t.
4th Davis s.t.
5th Pozzato s.t.
19th Mori s.t., 20th Pietropolli s.t., 56th Righi s.t., 69th Kashechkin s.t., 87th Marzano 2’09”, 88th Hondo s.t., 118th Petacchi 10’31”, 119th Furlan s.t..

Classifica generale
1st Gilbert 22h36’26”
25th Kashechkin +2’27”, 43rd Marzano +5’42”, 47th Mori +6’27”, 76th Pietropolli +19’57”, 81st Bole +21’50”, 105th Hondo +34′, 115th Righi +38’14”, 135th Petacchi +44’24”, 172nd Furlan +56’25”.

 
sito internet: www.lampre-farnese.com
e-mail: team@lampre-farnese.com

Bici Club Azzurro
via Magni 5
20040 Usmate Velate (MB)
tel +39 039 6889153

Andrea Appiani (responsabile comunicazione): cell. +39 335 326153
Carlo Saronni (responsabile contenuti media): cell. +39 339 3645434


Sponsor By:

loghi

VERRETTO (PAVIA) : TUTTI A VERRETTO DOMENICA 18 SETTEMBRE PER IL 1° REOFEO COMUNE DI VERRETTO (CATEGORIA GIOVANISSIMI)

                                                                       Verretto, 03 Settembre 2010.

Ecco ancora in cabina di regia gli Amici del Pedale Lungavilla che in collaborazione con l’Amministrazione Civica di Verretto, bellissimo centro dell’Oltrepo’, organizzano una gara per i Giovanissimi in calendario per Domenica 18 Settembre.

Noi alziamo i calici con un buonissimo spumante di queste rigogliose terre e brindiamo al successo della manifestazione spronando gli Organizzatori a continuare su questa linea a favore del ciclismo giovanile, il ciclismo di domani!

Vito Bernardi  ( bernardi.vito@libero.it )

 

SC MADONNA DI CAMPAGNA : NOTIZIE DAL VECCHIO E NOBILE PIEMONTE

Oggetto: COMUNICATO-STAMPA n. 43/10  del 2 settembre  2010

MATTIA VIEL VINCE ANCHE IL CIRCUITO NOTTURNO DI TRINO VERCELLESE. TUTTI GLI APPUNTAMENTI AGONISTICI DEL FINE SETTIMANA.

 

 

Ancora un successo per Mattia Viel, il promettente capofila del Madonna di Campagna che l’altra sera si è imposto nella gara prova riservata gli Allievi del primo anno del 40° Circuito notturno di Trino Vercellese. In considerazione dell’alto numero di corridori iscritti, infatti, la gara degli Allievi si è disputata in due manches, determinate in base all’anno di nascita dei partecipanti. Nella classifica finale a punti, Viel ha preceduto Luca Cerizza (Pedale Ossolano) e il lombardo Riccardo Bennati (Solbiatese).

Per quanto riguarda il programma agonistico del prossimo fine settimana, sabato 4 settembre gli Allievi Mattia Viel, Matteo Pepino e Alberto Addesi parteciperanno all’inedita cronoscalata da Andorno Micca (Biella) al Santuario di San Giovanni (km 11,800 con un dislivello di 470 metri, prima partenza alle ore 15) intitolata a Renato Martinazzo, grande scalatore biellese degli anni Sessanta. Il giorno successivo, domenica 5 settembre, la squadra Allievi del Madonna di Campagna parteciperà al completo a Piatto (Biella) al 61° Trofeo Squillario, classica di fine estate della categoria, che di disputerà su un impegnativo circuito di km 3,800 da ripetere 16 volte, per un totale di 61 km. Il via verrà dato alle ore 10.

Dal canto suo la squadra Juniores, guidata dal Direttore Sportivo Ettore Morat, sarà di scena nell’inedita gara di Pombia (Novara), che si svolgerà su un circuito di poco più di 18 km che i corridori dovranno ripetere 6 volte, per complessivi 111 km. Il via verrà dato alle 9,30. Per i portacolori del Madonna di Campagna la gara novarese sarà valevole come “indicativa” per la scelta dei sei titolari che dal 9 al 12 settembre parteciperanno al Giro della Basilicata a tappe.

Ufficio Stampa:     3395476314          madonnadicampagna@infinito.it

CERAMICA FLAMINIA : DOMENICA SI CORRE AL GIRO DI ROMAGNA DEL 100°

 Domenica la Ceramica Flaminia al via del Giro di Romagna

  

 

Domenica 5 settembre si disputa una classica di grande fascino. A Lugo è in programma infatti l’85° Giro di Romagna che vedrà la Ceramica Flaminia puntare al successo in particolare con i suoi uomini veloci; Enrico Rossi, secondo un anno fa, Daniele Colli e Cristiano Fumagalli: “Dipenderà da come si metterà la corsa – ha spiegato il diesse Orlando Maini – la gara ha cambiato percorso. Ora la parte pianeggiante è all’inizio e poi vengono le salite. Credo che nel finale non saranno tantissimi a giocarsi il successo. Noi lavoreremo per essere lì davanti ad impostare il finale con i nostri uomini”

La Ceramica Flaminia sarà al via con: Paolo Bailetti, Luca Celli, Daniele Colli, Cristiano Fumagalli, Massimiliano Gentili, Leonardo Giordani, Andrea Noè, Enrico Rossi.

Daniele Colli

 

Roma, 2 settembre 2010 

Ufficio Stampa CERAMICA FLAMINIA
Livio Iacovella
Tel. +39/335.68.72.661
Fax +39/06.23.32.05.264
e-mail:  livio.iacovella@startcommunication.net

www.teamflaminia.com

LAMPRE-FARNESE VINI _ LE NEWS DI QUESTO FINE SETTIMANA DA ANDREA APPIANI E CARLO SARONNI

 

Anche Cunego e Gavazzi al via in blu-fucsia
Anche Damiano Cunego e Francesco Gavazzi si cimenteranno lungo i 200,9 km del Giro di Romagna, in programma per domenica 5 settembre con partenza e arrivo a Lugo.
Il vincitore di tre Giri di Lombardia e il re della Coppa Agostoni 2010 saranno gli atleti di punta della Lampre-Farnese Vini, squadra diretta dal ds Tebaldi che nell’occasione potrà contare anche su Buts, Lorenzetto, Malori, Ponzi, Sapa e Ulissi.
Lo staff blu-fucsia sarà composta dal dottor De Grandi, dall’autista Bozzolo, dal meccanico Bortoluzzo e dai massaggiatori Borgognoni e Gradi.

“Il Giro di Romagna è una corsa non così facile da interpretare tatticamente, come invece potrebbe sembrare – ha spiegato il ds Tebaldi – Proprio per questo, abbiamo selezionato atleti in grado di offrirci varie soluzioni di gara in base al tipo di corsa che si svilupperà: se il ritmo dovesse essere alto, con conseguente buona selezione, Cunego e Gavazzi saranno le nostre pedine principali; qualora l’andatura in gruppo non fosse elevata, Buts, Malori, Ulissi e Sapa dovranno essere pronti a entrare nelle fughe, mentre Lorenzetto attenderà l’eventuale arrivo in volata”.

Queste le parole di Cunego: “E’ sempre un piacere partecipare alle gare italiane, visto il calore e la passione dei tifosi. Per quanto riguarda la squadra, penso che saremo competitivi per qualsiasi evoluzione della corsa: ci sarà spazio per me per provare a fare risultato. Lunedì, poi, inizierà il viaggio per raggiungere il Canada per partecipare al Gp Quebec e al Gp Montreal”.

Damiano Cunego and Francesco Gavazzi too will take part in Giro di Romagna, scheduled on the 5th of September with departure and arrival in Lugo after 200,9 km.
The winner of three Giro di Lombardia and the winner of Coppa Agostoni 2010 will be in Lampre-Farnese Vini, directed by Valerio Tebaldi, with team mates Buts, Lorenzetto, Malori, Ponzi, Sapa and Ulissi.
In blue-fucsia staff there will be doctor De Grandi, driver Bozzolo, mechanic Bortoluzzo and by masseurs Borgognoni and Gradi.

“It’s not so easy to foresee the tactical development of Giro di Romagna – Tebaldi explained – Just because of this, we selected athletes that allow us to be protagonist in every situation: Cunego and Gavazzi will be of course our leaders if the race will be tough; if the pace of race won’t be so selective, Buts, Malori, Ulissi and Sapa will be ready to join the breakaways, while Lorenzetto will wait for the possible sprint”.

“Racing in Italy is always a pleasure thanks to the warm support by the fans – Cunego said – I think that the team will be competitive: I’ll have my chances to try to win. Then, on Monday, the travel to Canada in view of Gp Quebec and Gp montreal will begin”.

 
sito internet: www.lampre-farnese.com
e-mail: team@lampre-farnese.com

Bici Club Azzurro
via Magni 5
20040 Usmate Velate (MB)
tel +39 039 6889153

Andrea Appiani (responsabile comunicazione): cell. +39 335 326153
Carlo Saronni (responsabile contenuti media): cell. +39 339 3645434


Sponsor By:

loghi

LEGNANO NIGHT RUN : SI GAREGGERA’ A LEGNANO IL PROSSIMO 10 SETTEMBRE 2010 CON TANTI CAMPIONI IN ATTIVITA’

COMUNICATO STAMPA

Lanciata la sfida per succedere al vincitore 2009 Goran Nava

Danilo Goffi e Genny di Napoli in corsa alla Legnano Night Run

Ultimi giorni per iscriversi alla gara podistica non competitiva in programma venerdì 10 settembre. Per il terzo anno la Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate al nastro di partenza fra gli sponsor

Appuntamento immancabile di fine estate per gli appassionati della corsa, la Legnano Night Run torna venerdì 10 settembre ad animare il centro città e lo fa con i grandi nomi dell’atletica italiana, Danilo Goffi e Gennaro di Napoli. La corsa non competitiva organizzata dal Comune di Legnano e dalla sezione cittadina del Cai con il sostegno, tra gli sponsor, anche della Banca di Credito Cooperativo di Busto Garolfo e Buguggiate, festeggia quest’anno la sesta edizione puntando a nuovi record, per livello tecnico (nell’edizione 2009 la corsa si risolse sul filo di lana, con Goran Nava che bruciò Danilo Goffi) e di partecipazione. Per le iscrizioni, cresciute costantemente negli anni (nel 2009, in una serata piovosa, le presenze hanno sfiorato quota 900) si può utilizzare il sito www.legnanorun.com sino alle 17.00 di sabato 4 settembre. A seguire sarà possibile iscriversi mercoledì 8 settembre dalle 21.00 alle 22.30 in municipio, Piazza San Magno, durante la distribuzione delle borse di gara, o la sera stessa della gara, sempre in Piazza San Magno, dalle 18.00 alle 19.30.

  Dice l’assessore allo Sport del Comune di Legnano Renzo Brignoli: «Dopo sole sei edizioni la Legnano Night Run si è già imposta come una classica fra i podisti. È segno che abbiamo intercettato una domanda di sport, anche a livello non competitivo, che era ben viva fra gli appassionati. È un evento che in città si vive con entusiasmo e che incontra un gradimento in ogni fascia di età, come testimonia la Legnano Night Run Junior. Mi piace sottolineare la presenza, fra gli sponsor, della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate per il terzo anno consecutivo: è una dimostrazione di sensibilità verso un’iniziativa che richiama tanti appassionati, ma che rappresenta anche un’importante occasione di socializzazione, e per questo ringrazio il presidente Lidio Clementi e tutta la Bcc».

  Ma la Legnano Night Run, da qualche anno, non è soltanto una gara podistica; fa anche da cornice a incontri con personalità di assoluto rilievo nel panorama sportivo. Per questa edizione, martedì 7 settembre alle 21.00 a Palazzo Leone da Perego (via Gilardelli 10), è in programma la conferenza del professor Enrico Arcelli su “L’alimentazione per migliorare le prestazioni sportive”. Arcelli, che negli anni Settanta ha inventato la figura del preparatore atletico nel calcio, è stato consulente di club della levatura di Juventus, Chelsea e Milan, della leggendaria Ignis Varese nel basket, ma ha anche guidato l’equipe che ha assistito Francesco Moser nel record dell’ora realizzato a Città del Messico nel 1984 e ha seguito Alberto Tomba, Manuela di Centa e Jean Alesi.

  «Si tratta di una manifestazione sportiva che è stata concepita in loco e che si corre sulle strade del nostro territorio  -sottolinea il presidente della Bcc Lidio Clementi- e la nostra banca, che in questo territorio è nata 113 anni fa e questo territorio vuole continuare a presidiare, è in prima fila a sostenerla. In questa gara non vedo soltanto i valori più autentici dello sport come mi piace intenderlo, fatto di lealtà e passione; la Legnano Night Run offre anche ai partecipanti l’occasione di trovarsi fianco a fianco con i campioni del mezzofondo. È un’esperienza simpatica e davvero unica che dimostra come un’iniziativa nata in una dimensione cittadina, se valida e realizzata con professionalità, possa attrarre anche grandi calibri. Il locale può quindi diventare un riferimento per quella dimensione globale in cui gravita il mondo dell’atletica».

Il costo di iscrizione è di 15 euro con riconoscimento e di 8 euro senza per gli atleti dai 13 anni in su, gratuita per la versione junior della corsa, dagli 8 ai 12 anni. Diversificato anche il percorso, che misurerà 1 km per i piccoli e 7,5 km nella versione senior. Il via della Legnano Night Run è fissato in largo Tosi  alle 20.30 per gli juniores, alle 21 per gli adulti. La corsa si terrà con qualsiasi condizione meteorologica

Danilo Goffi, nato a Legnano il 3 dicembre 1972, ha vinto il campionato europeo junior dei 10.000 m a Salonicco. Goffi ha ottenuto i suoi migliori risultati nella maratona, disciplina in cui vanta un personale di 2 ore, 8 minuti e 33 secondi stabilito a Rotterdam nel 1998. Nelle Olimpiadi si è piazzato nono ad Atlanta 2006 con 2 ore, 15 minuti e 8 secondi.

Genny di Napoli, nato a Napoli il 5 marzo 1968, è stato uno specialista del mezzofondo e del cross, vincitore della medaglia d’oro ai campionati Europei Juniores nel 1987 a Birmingham sui 1500 m e dell’argento ai Campionati Europei di atletica leggera nel 1990 a Spalato, sempre sui 1500. Nel 1992 ha vinto i Campionati Europei Indoor nei 3000 m a Genova. Nel 1993 ha vinto i 3000 m indoor ai Campionati del Mondo a Toronto, titolo che ha difeso nell’edizione 1995 di Barcellona. Inoltre ha vinto quattro volte la Coppa Europa sui 5000 m e ha rappresentato l’Europa nella Coppa del Mondo a Barcellona nel 1991. Campione Europeo a squadre di Cross, Campione Europeo 4×1500 m. Di Napoli detiene ancora i record italiani dei 1500 m, 2000 m, Miglio e 3000 m.

                                                                            Ufficio Stampa Bcc Busto Garolfo e Buguggiate: Eo Ipso

Info: Marco Calini – Cell. 339.1544973 – Mail. mcalini@eoipso.it

LOVERE (BERGAMO) : DOMENICA 03 OTTOBRE 2010 MINI “GRAN FONDO PAOLO SAVOLDELLI” CONTRO LA FIBROSI CISTICA – ORGANIZZANO IL “TEAM BARBLANCO” E IL “MAME’ GROUP”

LOVERE (BG), 2 settembre 2010

COMUNICATO STAMPA 03/02-09-2010

 Mini Gran Fondo Paolo Savoldelli contro la Fibrosi Cistica.

Un mese al via. Già aperte le iscrizioni

LOVERE (BG) – Il Team Barbalnco – Mamé Group organizza la seconda edizione della Mini Gran Fondo Paolo Savoldelli contro la Fibrosi Cistica che si terrà tra un mese, esattamente il prossimo 3 ottobre, a Lovere, sulla sponda bergamasco del lago d’Iseo.

Saranno presenti campioni di ciclismo, fra i quali il due volte vincitore del Giro d’Italia Paolo Savoldelli testimonial dell’iniziativa benefica, i paziente Fibrosi Cicstica, e tutti coloro che con una pedalata in allegria vorranno sensibilizzare la lotta contro questa malattia.

Tutti possono partecipare dai sei anni in su, quindi Giovanissimi, Esordienti, Allievi, mamme, papà e tutti coloro che lo desiderano.

Sono 3 i percorsi previsti, ognuno disegnato per soddisfare le esigenze e le capacità di tutti i partecipanti. Il Porto Turistico di Lovere sarà il quartier generale dell’evento, il ritrovo è fissato per le 10, mentre la partenza ufficiale alla manifestazione sarà data alle 11,30.

Dopo il traguardo i concorrenti potranno utilizzare il buono omaggio pasta party. Seguiranno premiazioni, animazione per bambini, musica e spettacolo con l’inconfondibile speaker del ciclismo Alessandro Brambilla.

Ammiraglie e gazebo delle società sportive saranno ospitate nell’area del Porto Turistico di Lovere dove si terranno partenza e arrivo della manifestazione oltre che le operazioni preliminari di ritiro numeri, consegna pacco gara e poi il Pasta Party.

A conclusione premiazioni con spettacolo per bambini, musica e animazione a cura di Radio Loco.

Tutto questo sarà possibile con 10 Euro di iscrizione. Ovviamente, come già avvenuto lo scorso anno, il ricavato andrà devoluto all’Associazione Lombarda Fibrosi Cistica per la quale da diversi anni Il Team Barblanco con l’aiuto di un testimonial d’eccezione come Paolo Savoldelli sta raccogliendo fondi tramite iniziative legate al ciclismo e al divertimento.

Per iscrizioni:

presso  Bar Style e Piccolo Bar di Lovere entro venerdì 1 ottobre 2010.

Per info:

 www.barblanco.it – Beppe Cretti 340 50 43 850
Team Barblanco

Tel. e Fax 035.960935

barblanco@libero.itwww.barblanco.it

L’EROICA ROSA E L’EROICA ESPOIRS : DOMENICA 26 SETTEMBRE 2010

COMUNICATO STAMPA / PRESS RELEASE 

 

Domenica 26 settembre L’Eroica Rosa e L’Eroica Espoirs 

Emozioni sulle strade bianche della Provincia di Siena per donne elite, elite sc e under 23

Leggi il resto di questo articolo »

VARESE – LUINO E….RITORNO : QUESTO IL PERCORSO DELLA PEDALATA AVIS IN PROGRAMMA DOMENICA 12 SETTEMBRE 2010

PESSANO RONCOLA : E’ SEMPRE UNA BELLA AVVENTURA

                                                                           Pessano-Roncola, 29 Agosto 2010.

“28° Trofeo MP Filtri Pessano/Roncola” – Gara ciclistica categoria Elite-U/23 disputata con partenza da Pessano (Milano) e arrivo in quota ai 960 metri della Roncola (BG).

Organizzazione UC Pessano (MI)

 

29.08.2010 Zardini vince la Pessano Roncola 2010

Edoardo Zardini, U/23, veronese della Mantovani Cycling Team Fontana stacca tutti gli avversari sulla salita che porta alla Roncola e si aggiudica la 28° edizione del Trofeo “MP Filtri” disputato sui 134 chilometri spalmati su di un circuito pianeggiante tracciato nei dintorni di Pessano, nel milanese, e il trasferimento su di un percorso leggermente ondulato per l’arrivo in quota ai 960 metri della Roncola, località delle Prealpi Orobiche.

Zardini ha confezionato questa sua prima vittoria stagionale staccando di pochi secondi i più pericolosi avversari per la vittoria finale tra i quali Moreno Moser che ha conquistato il posto d’onore e il Tricolore Federico Rocchetti terminato qualche secondo più indietro,

29.08.2010 Team Cicli Casati con Sottocorna pres. UC Pessano Monticelli Dirigente MP Filtri e Rocchetti Tricolore Elite

La gara si è disputata percorrendo i primi 70 chilometri su di un circuito ripetuto più volte nei dintorni di Pessano dove si sono messi in luce il brianzolo Mirko Nosotti (Cicli Casati) che si è aggiudicato anche un TV, il milanese Federico Vilella, (FGM Michelin),  e il varesino Paul Martino Paganini (Fagnano Nuova), protagonisti delle continue bagarre che si sviluppavano tra i concorrenti e che hanno contribuito a tenere piuttosto vivace la media

29.08.2010 Andrea Iannello Premiato alla Roncola dal Pres Sottocorna e dal Dirigente della MP Filtri, Monticelli

29.08.2010 Federico Vilella esce dal gruppo

Poi la fatica ha cominciato a lasciare per strada qualche corridore e, in vista dell’ascesa finale si è sviluppata una forte bagarre per cercare di distanziare gli scalatori che però non si sono fatti sorprendere tanto che  nessun tentativo è andato a buon fine.

29.08.2010 VC Bellinzona squadra Svizzera

Poi, è stata la salita finale che, ancora una volta ha fatto da giudice inappellabile determinando un ordine d’arrivo con atleti di classe alcuni dei quali si sono già confrontati con i professionisti in qualità di stagisti ultimi fra tutti in ordine di tempo, Luciano Barindelli

29.08.2010 Angelo Dal Barba e la Miss della gara, CRISTINA SIGNORONI

29.08.2010 Miss Cristina Signoroni tra gli spettatori in attesa del passaggio della Pessano Roncola

29.08.2010 Andrea Iannello alla Pessano Roncola

 

Ordine d’arrivo,

1. Edoardo Zardini (Mantovani Cycling Team Fontana) km. 134,9 in 3h12’ media kmh. 42,156;

2. Moreno Moser (Lucchini-Maniva Sky-Ecovalsabbia) a 18”;

3. Alessio Marchetti (Cicli Casati-NGC-Perrel);

4. Luca Santimaria (Viris Isauto) a 25”;

5. Omar Lombardi (Lucchini-Maniva Sky-Ecovalsabbia) a 29”;

6. Federico Rocchetti (Cicli Casati-NGC Perrel);

7. Luca Benedetti (Team Trentino);

8. Mauro Vicini (Carmiooro);

9. Antonio Doneddu (Team Palazzago);

10. Luciano Barindelli (CarmiooroNGC-Pool Cantù).

29.08.2010 Nosotti Mirko e Maggiore Gianluca tentano una fuga

                                                           Vito Bernardi

www.pedaletricolore.it    Fotoservizio di : STABLINSKY

MUSEO DEL CICLISMO-MADONNA DEL GHISALLO : A FRANCO BALLERINI

 

       IL MUSEO DEL CICLISMO RICORDA FRANCO BALLERINI

“Ma Franco va ricordato anche come persona bella, intelligente, affabile, disponibile, uno di quegli uomini che vorresti invitare tutte le mattine a bere un caffè.

Ora ha intrapreso un cammino che lo porterà lontano, lontano.

Lassù troverà tanti amici in quell’immenso azzurro che a lui piaceva tanto.”

                                                                                                                                               Alfredo Martini

Queste le parole del “grande vecchio” del ciclismo italiano a chi è stato prima allievo e poi grande, immenso emulo di un superlativo Commissario Tecnico.

Ebbene, per ricordare degnamente Franco Ballerini (Firenze 11 dicembre 1964 – 7 febbraio 2010) grande ed umile persona, il Museo del Ciclismo della Madonna del Ghisallo, gli ha dedicato una mostra.

Mostra inaugurata  la scorsa domenica 1 agosto e che si protrarrà fino al 28 novembre 2010. Essa è incentrata sulla vita ciclistica di Franco e ripartita in due momenti importanti: Il Campione di ciclismo e il Commissario Tecnico.

Oltre ad importanti affermazione quali il Giro del Piemonte, la Tre Valli Varesine, la Parigi Bruxelles, la tappa Torino Morbegno del Giro del 1991, il Giro di Romagna, tanto per citarne alcune; Ballerini è ricordato però per l’appellativo di Munsieur Roubaix. Infatti grazie al suo innato spirito di sacrificio e alla sua grande dote di sopportare la fatica si aggiudicò per ben due volte la Parigi Roubaix nel 1995 e 1998. Collezionò pure un secondo posto, un terzo, un quinto ed un sesto posto. Per il suo amore e attaccamento a questa corsa, la città di Roubaix gli tributò persino la cittadinanza onoraria.

Nel 2001 terminò la sua pagina agonistica con la Parigi Roubaix. Si piazzò 32° e quella fu la sua ultima partecipazione alla classica belga, nonché la sua ultima gara. Nonostante quel piazzamento, il pubblico del velodromo di Roubaix gli tributò un’ovazione mai avvenuta per altri corridori in precedenza!

L’altro momento importante ricordato con la mostra è : il Commissario Tecnico.

A questo proposito è proprio il caso di dire che l’allievo ha superato il maestro.

Infatti Franco, al timone della Nazionale Italiana Professionisti dal 2001, pochi mesi dopo aver “attaccato le scarpette al chiodo” e succeduto al “grande” Alfredo Martini riuscì a far vincere alla Nazionale Italiana quasi a ripetizione:

–          il Campionato del Mondo a Zolder con Mario Cipollini nel 2002

–          il Campionato del Mondo a Salisburgo con Paolo Bettini nel 2006

–          il Campionato del Mondo a Stoccarda con Paolo Bettini nel 2007

–          il Campionato del Mondo a Varese con Alessandro Ballan nel 2008

–          il titolo Olimpico ad Atene con Paolo Bettini nel 2004

Ma come succede ai “grandi” anche Franco lasciò tragicamente tutte le persone che gli volevano bene.

Ora Franco ci gurda tutti dal più alto podio, più alto ancora di quello della Roubaix!

Guarda tutti noi, guarda Alfredo Martini suo maestro e predecessore, Paolo Bettini che lo sostituisce alla guida della Nazionale, guarda tutti i ciclisti e i tifosi, ma sopratutto guarda la sua Sabrina e in particolar modo i suoi amatissimi Gianmarco e Matteo.

                                    Ciao Ballero!

Vista l’opportunità che ci è stata gentilmente concessa da questo giornale, informiamo i tanti estimatori del Museo del Ciclismo che in questi giorni, ma in due momenti separati, un campione che si sta affermando ed uno ormai nell’Olimpo degli “iridati” ci onoreranno della loro presenza e ci doneranno un “segno” del loro sudato lavoro.

Si tratta di Matthew Lloyd fresco vincitore della tappa di Montecatini del Giro d’Italia da poco concluso. Matteo donerà al Museo la sua prestigiosa maglia verde conquistata al Giro quale miglior scalatore.

Cadel Evans, Campione del Mondo in carica, ci farà dono invece della sua maglia coi colori dell’iride vinta l’anno scorso a Mendrisio.

Il Museo del Ciclismo, dalla data della sua inaugurazione (14 ottobre 2006) ad oggi, si è notevolmente arricchito.

Oltre alle pregiate e “storiche” biciclette di Coppi, Bartali, Magni (nostro insuperabile e sempre presente presidente della Fondazione Museo del Ciclismo Madonna del Ghisallo), Baldini e moltissimi altri Campioni e importanti e numerosi cimeli di chi ha scritto con le proprie gesta la storia del ciclismo, si possono ammirare pezzi unici al mondo, quali:

– il prototipo di bicicletta da record con telaio, forcella e manubrio studiati per diminuire l’attrito con l’aria e ruote

  lenticolari. Bicicletta però realizzata da un inventore negli anni ’50, ben trant’anni prima della famosa bici del record    

  di Moser.

– la bicicletta da corsa senza manubrio e freni con cui Giuliano Calore (detentore di diversi Guinnes dei Primati)

                                                                                                                                                                                            61

  affrontò la discesa dello Stelvio.

– la “Specialissima” (miraggio per i più) Colnago for Ferrari , la n° 1 di soli 60 esemplari prodotti. Realizzata da Ernesto

  Colnago per festeggiare i 60 anni di fondazione della Ferrari.

– E’ visitabile ed aperta al pubblico una sezione dedicata al “Meccanico Ciclista” in cui è ricostruita una “bottega” di un

  costruttore di biciclette del secolo scorso (iniziò la sua attività nel 1927).

  Sono esposti attrezzi  e strumenti tutti rigorosamente manuali – ormai divenuti cimeli – che venivano utilizzati per      

  costruire il telaio (partendo dal tubo) e la bicicletta completa.

A breve, poiché il Museo viene continuamente implementato ed arricchito, verrà inaugurata una nuova sezione.

Sezione che attualmente è ancora tenuta sotto il drappo rosso del segreto, ma che susciterà molto interesse e curiosità alla sua inaugurazione e rivestirà un significato profondo e importante sotto il profilo morale/umano.

Non mancheremo di divulgare la notizia al più presto.

                                                                                        Floriano Albé

                                                                                        Conservatore 

                                                                                        Museo del Ciclismo della Madonna del Ghisallo

Orari del Museo:

lunedì – venerdì       9.30-17.30 fino al 31 agosto

dal 1° settembre

martedì – venerdì     9.30-17-30

sabato   – domenica  9.00-18-00

lunedì chiuso

Ingresso al Museo € 5.00

Sito www.museodelghisallo.it

                                                                                                                                                                        

75° GIRO DI SPAGNA-5°TAPPA : VOLATISSIMA DI TYLER FARRAR – LE DICHIARAZIONI DEI CORRIDORI E DEI TECNICI AI PIEDI DEL PODIO

TOUR OF SPAIN (August 28-September 19)

Press release, stage 5

News and quotes from the finish line

 

01.09.2010 : La vittoria di Tyler Farrar

 

Stage 5 winner Tyler Farrar declared: “The wind made the sprint a little bit crazy. It was easy for riders to come from behind but I like this kind of very fast sprint. When Cavendish went on the right, I was able to take his wheel. Of course it’s always nice to win against the best sprinter in the world but it’s even better to win a stage at the Vuelta. I’m very happy. It was a little strange today because I was alone. Normally in a stage like this, we have riders working at the front but I was not confident after suffering during yesterday’s stage. Today I felt better and better. Only with 20km to go I told my team-mates that I was up for the sprint. I didn’t have a real lead out man since Julian Dean is still injured. In the last ten kilometres, Matt Wilson did an absolutely fantastic work. When he took me where I had to be with 2km to go, it was just up to me after that. Winning always helps to build confidence. The world championship in Australia is a huge objective but there are still a lot of sprints to come at the Vuelta. I’m already happy with one win. Any other one coming after today’s would be a bonus.”

Farrar’s directeur sportif Johnny Weltz from Garmin-Transitions was relieved after experiencing troubles. “Julian Dean suffers a lot since he crashed before the opening team time trial”, the Dane said. “He tried to help Farrar today but it wasn’t possible, so David Millar did the job. Today Farrar crashed in the feed zone over gravels but nothing serious.”

Race leader Philippe Gilbert enjoyed his second day in red jersey. His Omega Pharma-Lotto team maintained the difference between the bunch and the escapees under six minutes for most of the stage. “To have four riders in the lead was the perfect scenario for us”, the Belgian reacted. “It has made our day easy.”

Mark Cavendish explained his defeat: “My lead out man Matt Goss punctured with 5km to go. So I had no choice but start sprinting from far. It was hard to hold it for so long.” Asked whether or not he was aware of Tyler Farrar about to pass him, Cavendish answered: “I don’t have eyes at the back of my head.”

Runner up Koldo Fernandez from Euskaltel declared: “I’m satisfied with the work that has been done but I’m not happy at all with the result. Once you get the taste of winning, you don’t like to come second.”

Lampre’s directeur sportif Maurizio Piovani pointed out Alessandro Petacchi’s lack of condition. “Once again the team has done a great job for him but the other guys are in a better condition than Alessandro”, the Italian noted. “He doesn’t have the same legs as at the Tour. He needs a few more stages to get back to his best level. He has the capacity of winning a stage here but it won’t be simple for him, neither it will be for Cavendish. They both don’t have their usual train. And now many riders believe that if Hutarovitch can beat the world’s best sprinter, they also have the possibility to win a stage of the Vuelta.”  

01.09.2010 5° tappa Rolland in fuga

 

Breakaway rider Pierre Rolland of Bbox Bouygues Telecom stated : “I’m not targetting any high position on GC, but I’m doing my second Grand Tour of the year in order to get tougher, that’s why I want to do efforts. Breaking away has never killed anyone.”

The other Frenchman in the breakaway Arnaud Labbe did so as preparation for the cyclo-cross season. “And mostly to reassured myself after suffering from a sunstroke on day 1”, he said.

Sunstroke in south of Spain might be a French speciality! It also happened to Sébastien Chavanel in Marbella the day his team-mate from FDJ Yauheni Hutarovitch won stage 2. “My sixth place today takes me back in the sprinters’ game. Cavendish opened the sprint from very far away. He was followed by Petacchi and Farrar who boxed me in. I feel good and I think there’s space for me to win a stage. I haven’t won a race in the past two and half years but I think I still have something to do in the pro peloton. I’m looking for a team.”

01.09.2010 5° TAPPA - SPLENDIDO SCENARIO

ARCINAZZO ROMANO (ROMA) – TROFEO SAN GIORGIO PER ALLIEVI

 

Podio Allievi ad Arcinazzo Romano

                           –  CICLISMO FEDERALE :  ALLIEVI REGIONALI ED INTERREGIONALI  –

                     “  TROFEO COMUNE DI ARCINAZZO ROMANO “ – “ TROFEO  SAN  GIORGIO  “

SPLENDIDO SUCCESSO DEL CAMPIONE LAZIALE FRANCESCO MANDATORI CHE CENTRA LA SESTA

     VITTORIA STAGIONALE. CHIUDONO IL PODIO ALESSANDRO ANDREOZZI E MARIOD’AMBROSIO.

01.09.2010 Arcinazzo Romano - Gara allievi

Organizzata dallo storico Team  U.C. Anagni Cicli Nereggi con il patrocinio del Comune di Arcinazzo Romano, si è svolta domenica u.s. la gara ciclistica su strada riservata alla categoria Allievi del Lazio e dintorni. Ad onorare l’evento circa 100 atleti in rappresentanza di numerose società del Lazio, Abruzzo, Molise, Campania, Calabria e Puglia. Habitat della corsa un anello di circa Km.21 da ripetere tre volte per totali Km.64,200. Un percorso tecnico e impegnativo con il tratto finale con la severa asperità ( Km.2,500 ) che porta nel centro storico di Arcinazzo. La cronaca : dopo un avvio tranquillo, al Km.20,00 le prime azioni di disturbo in occasione del primo GPM fissato in cima alla cittadina, parte deciso il campione laziale Mandatori ( Vigili del Fuoco Elleci Antares ) scollina per primo anticipando Andreozzi ( Guazzolini Coratti Fassa Bortolo ) e l’ex tricolore il campano Sannino ( Pianura Eldo Visconti ). Al secondo passaggio si ripete la stessa situazione con Mandatori al comando, a seguire Andreozzi e Sannino. Al terzo ed ultimo passaggio al comando una quarantina di atleti in rappresentanza dei migliori team in gara. Nella volata finale di gruppo valevole anche come terzo GPM , il campione laziale ( in splendida forma ) Mandatori riesce ad imporsi con autorità superando gli ottimi e irriducibili Andreozzi e D’Ambrosio. Tempo del vincitore : Km,64,200 in 1h50’00” media 35,018 Km/h.. Questa la dichiarazione a caldo rilasciata dal vincitore : “ La gamba ha girato benissimo, ma un doveroso grazie va alla mia squadra che negli ultimi cinque chilometri ha fatto un lavoro incredibile, altrimenti non avrei vinto. Avevo alcuni metri di vantaggio, ho controllato voltandomi rischiando la forte rimonta di Andreozzi ( molto bravo ). Oltre alla squadra dedico la vittoria ( alla memoria ) ai cari Daniele Nardoni e Davide Giuliani che dall’alto mi danno sempre la forza e la motivazione per vincere “. D’accordo con il vincitore anche il capitolino Alessandro Andreozzi al suo ennesimo secondo posto : “Spero prima o poi che la vittoria arrivi presto nelle corse più importanti, Francesco va veramente molto forte e con lui vengono fuori belle sfide quando ci sono le salite “. In ultima analisi il terzo classificato D’Ambrosio, ha così commentato il finale di gara : “ Non ce la facevo più, non avevo freschezza nelle gambe sono comunque soddisfatto del terzo posto “. Ottima l’organizzazione generale della manifestazione, curata con professionalità dalla U.C.Anagni Cicli Nereggi con Luigi Nereggi, Amedeo Cardinali e Gianni Zangrilli. Presenti durante la gara e alla cerimonia delle premiazioni : il Vice Sindaco Roberta Miozzi, l’Assessore allo Sport e Turismo Maurizio De Santis e l’Assessore all’Ambiente Adalberto Tocco. Presenti dirigenti federali della FCI Lazio.

                                                                (  Giovanni  Maialetti )

Ordine di arrivo generale “ Trofeo Città di Arcinazzo Romano “- ( Km.64,200 in 1H50’00” media 35,018 Km/h ).

  1)- Francesco Mandatori ( Vigili del Fuoco Elleci Antares ).

  2)- Alessandro Andreozzi ( Guazzolini Coratti Fassa Bortolo ).

  3)- Mario D’Ambrosio ( Auriemma Cycling Promociclo ).

  4)- Luca Taschin ( Guazzolini Coratti Fassa Bortolo ).

  5)- Steven Salutari ( Subequana Cicli Sport Mania ).

  6)- Vasil Babych ( Pianura Eldo Visconti ).

  7)- Giuseppe Sannino ( Pianura Eldo Visconti ).

  8)- Antonio Porcelli ( Auriemma Cycling Promociclo ).

  9)- Domenico Saldamarco ( Pianura Eldo Visconti ).

10)- Andrea Di Renzo ( GS Guarenna 2000 ).

Classifica G.P.M. Arcinazzo Romano :

  1)- Francesco Mandatori……..punti 9.

  2)- Alessandro Andreozzi…….punti 6.

  3)- Giuseppe Sannino…………punti 2

  4)- Mario D’Ambrosio………….punti 1.

( Allegate foto arrivo del vincitore e podio finale )

PRA LOUP (FRANCIA) – MASSIMO FOLCARELLI NEO CAMPIONE EUROPEO CAT. M/2 MTB

 

MASSIMO FOLCARELLI - CAMPIONE D'EUROPA

 

          C A M P I O N A T O   E U R O P E O   D I   M O U N T A I N   B I K E   C R O S S   C O U N T R Y

A  PRA  LOUP (FRANCIA) SPLENDIDA VITTORIA E TITOLO CONTINENTALE  AL FUORICLASSE LAZIALE

            E TRICOLORE D’ITALIA MASSIMO FOLCARELLI DELLA PRO BIKE RIDING TEAM DI ROMA.

Grande soddisfazione tra gli appassionati del ciclismo delle ruote grasse del Lazio, in occasione della straordinaria vittoria e titolo continentale conseguito dal Laziale di Anzio Massimo Folcarelli durante il campionato europeo di mountain bike cross country svoltasi domenica u.s. a Pra – Loup ( Francia ) .

Ancora una volta il “ principe del fuoristrada “ in forza alla titolata Pro Bike Riding di Roma presieduta dall’ottimo Sandro Bianchi, ha fatto centro conquistando con pieno merito la prestigiosa maglia dopo aver dominato nella sua categoria (M/2).

La finale europea si è svolta in un circuito di Km.6,00 , il tracciato tecnico ed impegnativo con tratti rocciosi da ripetere cinque volte per totali Km.30,00 di gara.

Una  prestazione eccellente un risultato tecnico di valore internazionale confermato dalla classifica finale di merito.

Folcarelli dopo una gara perfetta conclude solitario con tre minuti di vantaggio sui connazionali Riccardo Milesi ( Bicimania Lissone ) e Dimitri Modesti ( Team Todesco ) diciamo un podio tutto italiano.

Di questo prestigioso risultato, grande entusiasmo e soddisfazione registrato nello staff tecnico italiano e societario.

Bene anche l’intramontabile campione viterbese di Oriolo Romano Giuseppe Zamparini ( M/5 ) detto “ Il Leone della Tuscia “ (Cicli Montanini Alice Ceramica Frw)  ad un passo dal podio, conclude con un importante e significativo quarto posto.

Dopo l’arrivo vittorioso il neo campione europeo, a caldo, ha rilasciato per via telefonica la seguente dichiarazione “ Avevo un conto sospeso con il circuito di Pra – Loup ed è stata una vittoria facile perché dopo 500 metri di gara ero già da solo al comando.

Dopo questo importante successo continentale, ora mi aspetta il Mondiale in Brasile e, tornarci con l’iride sarebbe la coronazione di una stagione che sinora è stata pressoché perfetta “.

Al neo campione Europeo Massimo Folcarelli vive congratulazioni  da parte di tutto il CRL rappresentato dal Presidente Angelo Caliciotti e da tutti gli sportivi del Lazio.

Al campione Massimo Folcarelli, i migliori auguri. e successi sportivi nel prossimo appuntamento mondiale “MTB Cross Country”  in programma prossimamente in terra Brasiliana..

                                                                  (  Giovanni  Maialetti )

              (  Allegata foto del vincitore appena taglia il traguardo europeo )

75° GIRO DI SPAGNA : NEWS DALLA FOOTON-SERVETTO 5° TAPPA

 
Have you got problems to see this e-mail? Click here..
The Spaniard from FOOTON-SERVETTO-FUJI makes the break for more than 180km,
showing bravery in his debut in a 3-week stagerace. Farrar (GRM) wins in Lorca
GUTIÉRREZ 2ND GOLD BREAK IN VUELTA
   
Spaniard David Gutiérrez Gutiérrez (FOOTON-SERVETTO-FUJI) keeps showing his attacking quality in his neo-pro season and took part of a breakaway for the first time in a grandtour as hw ent apart in the fifth day of the 65th Vuelta a España, returning to usual flatlands after two demanding stages with a 199km trek from Guadix to Murcian city of Lorca. Spaniard José Vicente Toribio (ACA) and French riders Pierre Rolland (BTL) and Arnaud Labbe (COF) escaped alongside the allrounder from Rábago right from the start, and gained a 6-30minute advantage before the strong headwinds during the race and the imponent pace change by the leading teams in the pursuit quickly reduced the group’s gap to chase them down with 14 kilometers remaining. American Tyler Farrar (GRM) imposed himself in the final duel against Fernández de Larrea (EUS) and Cavendish (THR), while Portuguese Manuel Cardoso, wisely helped by leadout teammates Enrique Mata and David Vitoria in the finale, wnet boxed in on the way to the finished and concluded in 18th place. With Philippe Gilbert (OLO) always in red, the sixth stage on Thursday will cover 151 kilometers from Caravaca de la Cruz to Murcia, including the ascent to the Cresta del Gallo with eleven kilometers remaining.

CLASSIFICATIONS:
Vuelta a España, Stage 5, Guadix – Lorca, 199 km.

1. Tyler Farrar (Garmin-Transitions) 5.03.36
2. Koldo Fernández de Larrea (Euskaltel-Euskadi) s.t.
3. Mark Cavendish (Team HTC-Columbia) s.t.
(…)
18. Manuel Cardoso (FOOTON-SERVETTO-FUJI) s.t.
76. Enrique Mata (FOOTON-SERVETTO-FUJI) s.t.
79. Alberto Benítez (FOOTON-SERVETTO-FUJI) s.t.
101. Giampaolo Cheula (FOOTON-SERVETTO-FUJI) s.t.
131. Martin Pedersen (FOOTON-SERVETTO-FUJI) s.t.
147. David Gutiérrez G. (FOOTON-SERVETTO-FUJI) s.t.

149. Johnnie Walker (FOOTON-SERVETTO-FUJI) 0.22
155. David Vitoria (FOOTON-SERVETTO-FUJI) 0.43

General Classification.
1. Philippe Gilbert (OmegaPharma-Lotto) 19.00.06
2. Igor Antón (Euskaltel-Euskadi) 0.10
3. Joaquím Rodríguez (Team Katusha) s.t.
(…)
55. Alberto Benítez (FOOTON-SERVETTO-FUJI) 8.13
103. Giampaolo Cheula (FOOTON-SERVETTO-FUJI) 29.41
122. Manuel Cardoso (FOOTON-SERVETTO-FUJI) 36.16
134. Martin Pedersen (FOOTON-SERVETTO-FUJI) 39.54
145. David Gutiérrez G. (FOOTON-SERVETTO-FUJI) 40.28

146. Enrique Mata (FOOTON-SERVETTO-FUJI) 40.34
154. David Vitoria (FOOTON-SERVETTO-FUJI) 44.10
165. Johnnie Walker (FOOTON-SERVETTO-FUJI) 46.00

If you do not wish to receive any more releases, click here..
To update your contact data, click here.
 

powered by phplist v 2.10.12, © tincan ltd

75° GIRO DI SPAGNA : 5° TAPPA A TYLER FARRAR

 

A Lorca, Petacchi 5° in volata
Volata di gruppo ad altissima velocità a chiudere dopo 198,8 km la 5^tappa della Vuelta a Espana, la Guadix-Lorca.
Sprinter e relative squadre quindi protagonisti della scena in Spagna, dopo che la principale fuga di giornata, animata da 4 atleti (Toribio, Rolland, Labbe e Gutierrez) era stata annullata a 13 km dall’arrivo: lavoro in testa al gruppo da parte della Lampre-Farnese Vini (ottimi Righi e Mori), della HTC-Columbia e della FDJ per condurre l’inseguimento agli attaccanti e, successivamente, per tenere alta l’andatura in vista dello sprint, vinto da Farrar con una decisa progressione davanti a Koldo Fernandez, Cavendish, Tosatto e Petacchi.
Quinto posto quindi per Ale-Jet, già 4° sul traguardo di Marbella al termine della 2^tappa.
La classifica generale è guidata ancora da Gilbert, Kashechkin è l’atleta meglio posizionato per la Lampre-Farnese Vini (24° a 2’27”).

“Oggi ho scelto, consultando anche il mio collega Vicino, di far lavorare la squadra per inseguire la fuga: abbiamo ritenuto giusto dare a Petacchi la possibilità di giocarsi in volata le sue chance – ha spiegato Piovani, direttore sportivo della Lampre-Farnese Vini – Grazie anche alla collaborazione della FDJ, Siamo riusciti a riprendere gli attaccanti, per poi impostare la volata di Alessandro con Furlan e Hondo ottimi nel portarlo agli ultimi 300 metri. Sul rettilineo spirava un forte vento contrario che, purtroppo, ha avantaggiato chi, come Farrar, ha proposto una volata in progressione, penalizzando Petacchi. Il velocista statunitense ha comunque realizzato un grande sprint”.

Classifica di tappa
1° Farrar 5h03’36”
2° K. Fernandez s.t.
3° Cavendish s.t.
4° Tosatto s.t.
5° Petacchi s.t.
19° Kashechkin s.t., 37° Hondo s.t., 106° Righi, 118° Mori s.t., 121° Pietropolli s.t., 150° Marzano, 153° Furlan +43″, 154° Bole s.t.,

Classifica generale
1° Gilbert 19h00’06”
24° Kashechkin +2’27”, 38° Marzano +3’33”, 52° Mori +6’27”, 83° Pietropolli +19’57”, 92° Bole +21’58”, 119° Hondo +31’51”, 121° Petacchi +33’53”, 134° Righi +38’14”, 176° Furlan +45’54”.

High speed sprint after 198,8 km at the end of the 5th stage of Vuelta a Espana, Guadix-Lorca.
The sprinters and their teams were protagonist in Spain, after that the main escape of the stage, which members were Toribio, Rolland, Labbe and Gutierrez, was neutralized at 13 km to go, as consequence of the actions of Lampre-Farnese Vini (perfect Righi and Mori), HTC-Columbia and FDJ in the head of the bunch.
Petacchi was supported by Furlan and Hondo, but he could not precede Farrar, winner: Ale-Jet was 5th.
The overall standing is still led by Gilbert, Kashechkin (24th at 2’27”) is the best blue-fucsia.

“Today I chose, after having discussed with my colleague Vicino, to be in the head of the bunch in order to try to neutralize the breakaway and so to give Petacchi the chance to battle in the sprint – sport director Piovani explained – On the final straight there was a full force wind on contrary direction that damaged the action of who, such Petacchi, begin early the sprint, while gave advantage to riders such Farrar that performed a progression. Anyway, compliments to Farrar because his action was powerful”.

Stage standing
1st Farrar 5h03’36”
2nd K. Fernandez s.t.
3rd Cavendish s.t.
4th Tosatto s.t.
5th Petacchi s.t.
19th Kashechkin s.t., 37th Hondo s.t., 106th Righi, 118th Mori s.t., 121st Pietropolli s.t., 150th Marzano, 153rd Furlan +43″, 154th Bole s.t.,

Overall standing
1st Gilbert 19h00’06”
24th Kashechkin +2’27”, 38th Marzano +3’33”, 52nd Mori +6’27”, 83rd Pietropolli +19’57”, 92nd Bole +21’58”, 119th Hondo +31’51”, 121st Petacchi +33’53”, 134th Righi +38’14”, 176th Furlan +45’54”.

 
sito internet: www.lampre-farnese.com
e-mail: team@lampre-farnese.com

Bici Club Azzurro
via Magni 5
20040 Usmate Velate (MB)
tel +39 039 6889153

Andrea Appiani (responsabile comunicazione): cell. +39 335 326153
Carlo Saronni (responsabile contenuti media): cell. +39 339 3645434


Sponsor By:

loghi

CERRETO GUIDI (FIRENZE) – GP COMUNE DI CERRETO GUIDI AD ANTONIO PARRINELLO

Elite under 23

Riprende Randazzo e lo lascia nel finale in salita

PARRINELLO SCATENATO FA POKER

NEL G.P. COMUNE DI CERRET0 GUIDI

CERRETO GUIDI(FI).- Solo un atleta in grandissima condizione atletica e morale come Antonino Parrinello poteva far svanire i sogni di successo accarezzati da Randazzo nel finale del 65° Gran Premio Comune di Cerreto Guidi.

Un finale vibrante e bellissimo che merita di essere raccontato subito.

A 35 chilometri dal traguardo di una corsa ben organizzata dal G.S. Inpa con 135 partenti di 19 società, si portavano al comando in sette. Sulla salita di Corliano provavano ad allungare il russo Serebryakov e Parrinello ripresi quasi subito, ed al passaggio dal centro di Cerreto Guidi a 17 Km dalla conclusione, i sette erano sempre assieme con 40“ di vantaggio sul gruppo.

Negli ultimi dieci chilometri provava due volte l’ottimo Scotti della Malmantile Romano Gaini, quindi anche Rocchi. Ma era a tre chilometri dall’arrivo prima di affrontare la salita che da Lazzeretto portava a Cerreto Guidi che si scatenava Randazzo della Hopplà Magis.

Una bella azione, dietro ci si guardava in volto ma nessuno assumeva con decisione l’iniziativa per inseguire ed il fuggitivo guadagnava fino a quindici secondi.

Sembrava fatta all’ultimo chilometro per Randazzo, ma qui si scatenava a velocità doppia Parrinello che lasciava i sei compagni e si riportava su Randazzo a 400 metri dal traguardo.

Appena raggiunto il fuggitivo, Parrinello proseguiva nella sua poderosa azione dimostrando accortezza tattica e perfette scelta di tempo.

Randazzo non era in grado di replicare e Parrinello andava a vincere da solo su quel traguardo dove nella storia della corsa hanno vinto tra gli altri anche Giuseppe Saronni e Alessandro Petacchi, nel 2008 l’australiano Richie Porte e nel 2009 Diego Ulissi.

Quarto successo per lui e conferma di un felicissimo ultimo mese di gare per la squadra di Monsummano Terme diretta da Giuseppe e Fabio Trinci e da Elio Aggiano.

Encomiabile Randazzo, che ha provato la soluzione miglior eper sperare di vincere essendo battuto in caso di arrivo in volata, ottimo il russo Serebryakov che 24 ore prima era giunto 2° a Cesa beffato all’ultimo chilometro da Angelini.

Anche gli altri protagonisti della fuga finale meritano di essere ricordati avendo dato il loro importante contributo fino alla fine, come Di Salvo, Rocchi, Pinagli e Scotti.

ORDINE DI ARRIVO:

1)Antonio Parrinello (Bedogni Natalini Grassi Monsummanese) Km 132, in 3h11’47”, media Km 41,690;

2)Gianluca Randazzo (Hopplà Magis Mavo Truck Italia) a 10”;

3)Alexander Serebryakov (Sammarinese Gruppo Lupi) a 13”;

4)Giuseppe Di Salvo (Maltinti Lampadari Banca Credito Cambiano);

5)Luca Rocchi (Gragnano Caselli Bicidea) a 25”;

6)Thomas Pinaglia (Maltinti Banca Cambiano);

7)Federico Scotti (Malmantile Romano Gaini;

8)Roman Chuchulin (Maltinti Lampadari Banca Credito Cambiano) a 1’;

9)Antonio Santoro (Mastromarco Sensi Benedetti Mapooro);

10)Siarhei Papok (S.Marco Caneva Concrete.

                               ANTONIO MANNORI

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

SOMMA LOMBARDO (VARESE) :COL CAV. SILVIO PEZZOTTA, IL VC SOMMESE, TUTTO IL COMITATO DI GESTIONE, ANCHE “MARIANGELA E’ CON NOI” – DOMENICA 5.09.2010 ULTIMA TAPPA DEL 1° GIRO D’ITALIA DI HANDBIKE

                                                               Somma Lombardo, 01 Settembre 2010.

2° Gran Premio “Mariangela con noi” – 6° ed ultima tappa del 1° Giro D’Italia HandBike.

 

 

“Mariangela con noi”, questo il titolo dato alla 6° ed ultima tappa del 1° Giro D’Italia HandBike che si concluderà a Somma Lombardo domenica 5 settembre col “2° GP Mariangela con noi”, organizzato dal VC Sommese.

Il Giro d’Italia HandBike è nato dall’intuizione di Maura Macchi ed Andrea Leoni che hanno subito trovato rispondenza nel Cav. Silvio Pezzotta e nelle numerose Società che hanno offerto la loro collaborazione per mettere in calendario una manifestazione tanto importante sotto il profilo sportivo e sociale dando la possibilità a questa categoria di Atleti Paralimpici di potere gareggiare con una certa frequenza e, soprattutto, ottima organizzazione garantita dal Comitato di Gestione con la Segreteria Operativa guidata da Lucia Trevisan mentre Maura Macchi ha curato il coordinamento del progetto e Andrea Leoni il progetto delle maglie rosa (classifica generale maschi e femmine) e, bianca, per i TV.

Per quest’ultima fatica i concorrenti si daranno appuntamento alle ore 13,30 in via Giusti (Area Mercato di Somma Lombardo) per le operazioni preliminari alla partenza  che sarà data alle ore 15,30 per spingere le proprie “HandBike” sul circuito cittadino di km. 2,3 per le vie Giusti, Novara, Corso Repubblica, Palestro, Largo Alpini, Via Del Rile e, di nuovo via Giusti, strade che verranno chiuse al traffico a partire dalle ore 14,30 fino alle ore 17,00.

Nella stessa Area Mercato verranno effettuate le premiazioni di giornata e quelle definitive del Giro d’Italia Hand Bike con l’assegnazione di 9 maglie rosa “Virtual Image” per le categorie maschili e “Ubi Leasing” per le categorie femminili oltre ad altre 9 maglie bianche “Toshiba” per i leaders nelle classifiche dei Traguardi Volanti.

Inoltre, un ricco programma di contorno allieterà i Cittadini sommesi e tutti gli appassionati che, numerosi, converranno a Somma Lombardo anche da altre Regioni.

Il Giro d’Italia HandBike, sarà riproposto anche nel 2012 con l’adesione di altre Regioni italiane oltre alla Lombardia e Piemonte, prime Istituzioni ad aderire all’importante iniziativa che, per la prima edizione si è svolta in 6 tappe, con una partecipazione media di un centinaio di atleti per tappa, rispettivamente, a Bregnano, (Como);  Parabiago, (Milano); Olgiate/Solbiate Olona, (Varese);  Fossano e Alba, (Cuneo) e Somma Lombardo, (Varese), per la passerella finale.

Somma Lombardo 6° ed ultima tappa-1° Giro D’Italia HandBike – 2° GP Mariangela con noi”

                                           (Addetto Stampa-Vito Bernardi)

MUSEO DEL CICLISMO-MADONNA DEL GHISALLO : ALTRI CIMELI ARRICCHISCONO STORICAMENTE IL MUSEO

ANDRONI GIOCATTOLI : LEADER NELLA CLASSIFICA PROVVISORIA DEL TRICOLORE A SQUADRE

ANDRONI GIOCATTOLI : Team sulla buona strada per il Tricolore

 

 

 

 

Torino 01 settembre 2010

COMUNICATO STAMPA

A FINE AGOSTO, LA ANDRONI – DIQUIGIOVANNI

LEADER DEL CAMPIONATO ITALIANO A SQUADRE

La Androni-Diquigiovanni rimane saldamente al comando della classifica del Campionato Italiano a Squadre, anche se al Giro del Veneto ha ottenuto pochi punti, più per sfortuna che per demerito, in quanto nel nubifragio di Castelfranco, Ginanni e Matè sono caduti, nella curva dopo lo striscione dell’ultimo chilometro, quando si trovavano nelle prime dieci posizioni del gruppo.

Per ironia della sorte e stata proprio la caduta di Ginanni a dar via libera al vincitore Oss.

Questa la classifica aggiornata a fine agosto:

1° Androni-Diquigiovanni con 691 punti,

2° DeRosa-Stacplastic 642,

3° Liquigas-Doimo 530,

4° ISD-Neri 503,

5° Flaminia-Bossini 485,

6° Acqua&Sapone 483,

7° Lampre – Farnese 446,

8° Colnago-CSF 444,

 9° Miche 397,

10° Carmiooro-NGC 300,

11° CDC-Cavaliere 243.

SONDRIO : 26° GP INTERCLUB PONCHIERA-1° TAPPA DEL 62° GIRO DELLA PROVINCIA DI COMO.

                                                                                                Sondrio 22 Agosto 2010.

26° GP Interclub Ponchiera-1° Tappa del 62° Giro della Provincia di Como

FOTO IANNICE SILVESTRO Ballerini con Amici

Dopo il cronoprologo organizzato venerdi 21.08 ad Appiano Gentile dal Pedale Appianese e vinto da Oliviero Troia (Ciclistica Bordighera) davanti al campione regionale lombardo a cronometro, Alberto Di Ruscio (SC Mazzano) oggi, a Sondrio, si è disputata la prima tappa del 62 Giro Ciclistico delle Province di Como, Sondrio e Lecco riservato alla categoria allievi e vinta dal comasco Davide Ballerini (Capiaghese) dopo un acceso duello col ligure Oliviero Troia vincitore del cronoprologo ed ora in testa alla classifica a pari merito davanti al ligure Luca Fragola (Rostese Liguria) che guida la classifica riservata agli allievi al primo anno.

FOTO IANNICE : La Capiaghese miglior squadra del Giro di Como

La gara odierna dopo tanti tentativi ed accesa bagarre si è risolta negli ultimi metri che hanno messo in evidenza tutti i migliori partecipanti.

Domenica 29 agosto seconda prova con partenza da Olgiate Comasco ed arrivo a Campione d’Italia mentre il 62° Giro delle Province di Como, Sondrio e Lecco, si concluderà domenica 19 settembre 2010 con la quinta prova da Albese al Ghisallo.

FOTO IANNICE : Arnaboldi con conoscenti

FOTO IANNICE : Ballerini e Fragola

Ordine d’arrivo cronoprologo di Appiano Gentile,

1)Oliviero Troia (Cicl Bordighera) km. 3,4 in 4’18” media 47,350;

2)Alberto Di Ruscio (SC Mazzano) a 2”;

3)Alberto Marengo (Pedale Acquese) a 3”;

4)Davide Ballerini (GSC Capiaghese) a 5”; 

5)Mattia Viel (Madonna di Campagna) a 9”;

6)Umberto Barella (SC Rostese) a 9”;

7)Kevin Crosio (Capiaghese) a 9”;

8)Patrick Raseti (Pedale Acquese) a 10”;

9)Alessandro Ferrari (Cicoteam Nembro);

10)Luca Fragola (Rostese Liguria).

 1° tappa Sondrio,

1)Davide Ballerini (GSC Capiaghese) km. 77 in 2h02’36” media kmh. 37,680;

2)Oliviero Troia (Ciclistica Bordighera);

3)Luca Fragola (Rostese Liguria);

4)Christian Scerbo (Brugherio Sportiva);

5)Francesco Antognazza (Carbonate Lisar);

6)Daniele Mossini (Calzolari-Ambrosoli);

7)Riccardo Bennati (GS Solbiatese);

8)Alessandro Ferrari (Cicloteam Nembro);

9)Christian Rizzotto (Team Aurora-Virtual Image);

10)Nicolò Oggioni (Sovico).

FOTO IANNICE : i leaders delle tre classifiche

 

Class. Generale, Maglia Bianca, 1)Davide Ballerini (GSC Capiaghese) punti 27; 2)Oliviero Troia (Ciclistica Bordighera), 27; 3)Luca Fragola (Rostese Liguria) 16.

 

Class maglia ciclamino 1° anno,

1)Luca Fragola (Rostese Liguria) punti 16; 2)Francesco Antognazza (Carbonate-Lisar), 11; 3)Riccardo Bennati (GS Solbiatese), 8:

 GPM, 1)Alessandro Ferrari (Cicloteam Nembro) punti 10; 2)Davide Ballerini (GSC Capiaghese), 8; 3)Riccardo Bennati (GS Solbiatese), 6.

                                                

 

 

 

 

 

 

FOTO IANNICE : Al secondo posto Troia

 

 

 

 

 

 

 

 

FOTO IANNICE : Ballerini solitario in salita

Vito Bernardi

Fotoservizio di : “SILVESTRO  IANNICE

 

 

 

 

FOTO IANNICE : Mossini e la maglia bianca inseguono

FOTO IANNICE : LA VITTORIA DI DAVIDE BALLERINIFOTO IANNICE : la partenza dopo la cronotappa

FOTO IANNICE : allegre spruzzate tra i top-ten di giornataFOTO IANNICE : Luca Fragola mantiene la maglia ciclaminoFOTO IANNICE : Anche i DS vanno sul podioFOTO IANNICE : SANDRO BALLERINI DELLA CAPIAGHESE NUOVA MAGLIA DI LEADER DELLA GENERALE22.08.2010 FOTO SILVESTRO IANNICE : MA COSA AVRANNO DA DIRSI???FOTO IANNICE : LUCA FRAGOLA MAGLIA A POIS CON PRESIDENTE FCI-SONDRIO MICHELE IMPARATO

ABBIATEGRASSO (MILANO) – 50° COPPA STIGNANI CON 200 ISCRITTI DOMENICA 5 SETTEMBRE 2010

COMUNICATO STAMPA

 

Domenica 5 settembre si corre ad Abbiategrasso  la 50^ edizione della Coppa Stignani

Iscrizioni record con 200 corridori Elite ed under 23 per le Nozze d’oro della corsa

 

Con partenza alle ore 9, domenica 5 settembre si corre ad Abbaitegrasso la 50.a edizione della Coppa Silverio Stignani, gara di ciclismo organizzata dal Velo Sport Abbiategrasso e promossa dalla Cooperativa Rinascita abbiatense, manifestazione organozzata per ricordare l’ex sindaco di Abbiategrasso, scomparso prematuramente alla fine degli anni ’60 durante il proprio mandato amministrativo.

La gara di quest’anno che festeggia il raggiungimento delle 50 candeline, inizia già con un record per la gara: quello delle iscrizioni, con ben 200 corridori iscritti, il massimo permesso dai regolamenti della federazione ciclistica italiana per questo tipo di gare.

Come al solito gli atleti partiranno dalla sede della Cooperativa rinascita abbiatense in via Novara alle ore 9, per arrivare sullo stesso rettilineo verso le ore 12,15, dopo aver percorso i 140 chilomtri previsti.

Il tracciato prevede un circuito da ripetere 10 volte il percorso: Abbiategrasso, Cassinetta di Lugagnano, Robecco S/N, Casterno e la valletta del Ticino di Cascinazza, con finale in via Novara ad Abbiategrasso.

 

 

 

 

 

La mostra “Ciclismo: gioia fatica e dolore” in visione presso i locali della Coop Rinascita

La mostra fotografica “Ciclismo: gioia, fatica, doorei”, allestita presso i locali della Cooperativa Rinascita Abbiatense, sede di ritrovo e partenza da sempre della  Coppa Silverio Stignani, è uno degli eventi che accompagnano quest’anno l’organizzazione della cinquantesima edizione della corsa e sarà in visione fino a domenica 5 settembre.
Le foto in mostra sono state scattate dal fotoreporter Fabrizio Delmati in oltre trent’anni di lavoro nel mondo del ciclismo internazionale, una testimonianza di grande passione verso questo sport, momenti che attraverso l’occhio del professionista fanno scorrere gli ultimi 26 anni di storia del ciclismo tra Giro d’Italia, grandi classiche e Tour de France, con immagini su carta fotografica in bianco e nero

La rassegna offre alcuni dei più significativi scatti di Delmati, che accompagnano il visitatore in un’emozionante atmosfera ciclistica, passando tra attimi di “gioia, fatica e dolore”, in sintesi il titolo della mostra, che vuol racchiudere quei momenti che da sempre caratterizzano e contraddistinguono il ciclismo dagli altri sport.

 

 

Info stampa:

ARMEDIACOM

Andrea Ruboni

cel. 3472230897

Mail: info@armediacom.it ; info@velosport.it 

62° GIRO PROVINCIA COMO – 2° TAPPA DA OLGIATE COMASCO A CAMPIONE D’ITALIA (FOTOSERVIZIO DI SILVESTRO IANNICE)

                                                                         Campione d’Italia, 29 Agosto 2010.

“Trofeo Comune di Campione D’Italia – 2° tappa del 62° Giro della Provincia di Como da Olgiate Comasco a Campione d’Italia

Con partenza da Olgiate Comasco

29.08.2010 FOTO SILVESTRO IANNICE : La partenza da Olgiate Comasco, sede della "Brics" con i Fratelli Fanti titolari della Brics e Sponsor della manifestazione

ed arrivo in quota a Campione d’Italia dopo 72 chilometri si è disputata la seconda tappa del 62° Giro della Provincia di Como, riservato alla categoria allievi ed  organizzato dalla “Tuttociclismo Como” con la partecipazione di 80 corridori che hanno regolato i conti sulla salita che dal lungolago porta al campo sportivo di Campione d’Italia, una salita che ha determinato con la vittoria per distacco dell’Alzatese Daniele Arnaboldi,

29.08.2010 FOTO SILVESTRO IANNICE : La vittoria di Arnaboldi a Campione d'Italia

uno scossone in classifica generale col capiaghese Davide Ballerini che scalza il ligure Oliviero Troia dalla leadership della corsa per quanto riguarda la classifica generale mentre per quella riservata agli allievi al primo anno, il varesino del GS Solbiatese, Riccardo Bennati, rafforza il suo terzo posto nella generale guidata dal ligure Luca Fragola (Rostese), e si conferma tra i migliori grimpeur del Giro di Como.

La galoppata di Arnaboldi è iniziata poco dopo il passaggio da Mendrisio quando ha lanciato una fuga col sostegno di Bruschini e Calvani, due compagni che il bravo “Arna” staccherà poco prima dell’inizio della salita guadagnando di colpo una ventina di secondi che manterrà fino al traguardo.

29.08.2010 FOTO SILVESTRO IANNICE : DANIELE ARNABOLDI INDICA 5 QUANTE SONO LE SUE VITTORIE IN QUESTA STAGIONE

Da sottolineare l’importanza e il merito che va dato agli organizzatori di questa tappa partita dall’Italia e arrivata in territorio italiano ma, dopo avere pedalato per una quindicina di chilometri in territorio elvetico dopo avere attraversato il Confine tra i due Stati al valico di Bizzarone.

Un bell’esempio di cooperazione e buon vicinato tra due grandi Nazioni, l’Amica Svizzera e la nostra carissima Italia.

Un bravo anzi, BRAVISSIMO, a Franco Bettoni, Presidente della Federciclismo di Como e a tutti i suo volonterosi e competenti Collaboratori.

29.08.2010 : FOTO SILVESTRO IANNICE - "Arna" con Silvano e Caspani a Campione d'Italia

Ordine d’arrivo,

1)Daniele Arnaboldi (GS Alzate Brianza) km. 72 in 1h53’20” media kmh. 38,120;

2)Luca Fragola (Rostese Liguria) a 19”;

3)Ettore Montobbio (GSC Capiaghese) a 22”;

4)Davide Ballerini (GSC Capiaghese) a 24”;

5)Daniele Mossini (Remo Calzolari Ambrosoli) a 26”;

6)Oliviero Troia (Ciclistica Bordighera) a 30”;

7)Riccardo Bennati (GS Solbiatese) a 32”;

8)Nicolò Oggioni (VC Sovico) a 33”;

9)Ulisse Fieschi (Svizzera-Bellinzona) a 35”;

10)Christian Scerbo (Brugherio Sportiva) a 37”.

29.08.2010 FOTO SILVESTRO IANNICE : il GSC Capiaghese miglior squadra di tutto il Giro fino alla 2° tappa

29.08.2010 FOTO SILVESTRO IANNICE : Campione d'Italia il Presidente FCI Como Franco Bettoni con i primi 10 classificati nella tappa Olgiate Comasco-Campione D'Italia

da sx Arnaboldi, Ballerini e Fragole, le 3 maglie del Giro nella FOTO DI SILVESTRO IANNICE

                                               Vito Bernardi

Fotoservizio di : “SILVESTRO IANNICE”

Contatori
Ricerca Mondo Ciclismo
Ricerca personalizzata
Categorie
Archivi
RSS
rss