Archivio Autore

11.05.2010 – PREALPI BIKE MARATHON DISPUTATA DOMENICA 09.05.2010

Comunicato stampa Full-Dynamix N° 12 del 10.05.10

Tony Longo da dominatore alla Prealpi Bike Marathon

Ottima prova anche per De Bertolis che chiude 3°. Sfortunato Felderer che fora e deve accontentarsi del 7° posto. Turno di riposo per Cattaneo, caduto in allenamento e costretto a rinunciare alla Conca d’Oro bike.

 Appuntamento in Veneto e precisamente a Mel in provincia di Belluno sullo spettacolare percorso di 60km della Prealpi Bike & Run, gara dalla formula originale che accoppia la mtb e la corsa in montagna. Protagonista assoluto il team Full Dynamix con l’attacco di Longo già sulla prima lunga salita.

Alle sue spalle al GPM (1504mslm) di Mariech si era posizionato Mike Felderer facendo presagire una agevole doppietta. Una foratura dell’altoatesino però lo ha rallentato vistosamente tanto da retrocederlo fino alla settima piazza finale.

Foratura anche per Longo nel tratto finale di discesa, occorsagli però in un punto propizio proprio nei pressi dell’assistenza meccanica. Per lui quindi successo agevole nel tempo di 2h25m38s, davanti a Nicola Dalto e al compagno di team Massimo De Bertolis in crescendo di condizione ed autore di una ottima seconda parte di gara.

A riposo invece Johnny Cattaneo che a causa di una banale caduta in allenamento e conseguente rigonfiamento muscolare al quadricipite ha preferito osservare un turno di riposo in vista dei prossimi importanti impegni che lo attendono.

Da giovedì a domenica infatti il team sarà impegnato con Longo-Cattaneo-Felderer nella gara a tappe Internazionale denominata Tour Internazionale della Valle d’Aosta.

Per altre info consultare il sito ufficiale del team:
www.full-dynamix.it

09.05.2010 : Il Podio

11.05.2010 – 3° TAPPA DEL GIRO DA AMSTERDAM A MIDDELBURG – VITTORIA DI WEYLANDT

   

QUICK STEP CYCLING TEAM

WOUTER WEYLANDT FIRMA LA PRIMA AL GIRO D’ITALIA

WOUTER WEYLANDT VINCE A MIDDELBURG LA 3° TAPPA DEL GIRO

10 maggio 2010 – Wouter Weylandt ha regalato al Team QUICK STEP la prima vittoria di tappa al Giro d’Italia 2010. Oggi, lunedì 10 maggio, il corridore belga ha vinto la 3a tappa, l’ultima in territorio olandese, che si è disputata sulle strade tra Amsterdam e Middelburg per un totale di 224 km. Weylandt ha preceduto sulla linea del traguardo l’australiano Graeme Brown (Rabobank) e il tedesco Robert Forster (Milram). Una tappa molto impegnativa quella odierna, corsa da nord a sud lungo le dighe delle coste olandesi battute da forte vento, caratterizzata da ventagli che hanno diviso il gruppo e da molte cadute.

“Ci tenevo a vincere questa tappa – spiega Weylandt -, ho visto subito che il percorso si addiceva alle mie caratteristiche, inoltre conosco bene queste strade sulle quali ho corso le mie prime gare appena passato tra i professionisti. Mi piace correre con queste condizioni, con il vento, quando diventa fondamentale stare nelle prime posizioni del gruppo e fare attenzione ai ventagli e alle cadute. Ieri in volata non sono stato brillante ma sentivo che le gambe giravano bene per questo ero fiducioso di potere fare una buona gara oggi. Nel finale sono uscito molto bene dall’ultima curva prima del rettilineo finale, mi sono accorto che Brown era molto veloce e stava per rimontare la mia ruota però ho accelerato e ho stretto i denti dando tutto per tagliare per primo il traguardo. Purtroppo nella prima parte della stagione non sono riuscito ad esprimermi al meglio per una serie di problemi fisici e per qualche episodio sfortunato. Questa vittoria è molto importante perché da morale a me e a tutta la squadra. Si tratta della mia prima partecipazione al Giro d’Italia, adesso cercherò di vivere alla giornata, cercando le occasioni per esprimermi al meglio tappa dopo tappa”. 

Grazie a questo risultato ora Weylandt è secondo nella speciale classifica a punti (con 27 punti), alle spalle di Graeme Brown (primo con 28 punti).

Per Wouter Weylandt, classe 1984, si tratta del secondo successo in una grande corsa a tappe che si aggiunge alla vittoria ottenuta alla Vuelta a España del 2008.

QUICK STEP Media Service 

Alessandro Tegner

Mob: +32 499514606

tegner@esperanza.be 

www.quickstepcycling.com

11.05.2010 : AMSTERDAM SALUTA IL GIRO CON LA PARTENZA DELLA TERZA TAPPA

3a tappa                                                                                                                                              lunedì 10 maggio 2010

AMSTERDAM – MIDDELBURG  km 224

LA CRONACA

 

10.05.2010 Middelburg : Wouter Weilandt vincitore della 3° tappa da Amsterdam a Middelburg

PARTENZA:

 

Per la terza e ultima tappa olandese, da Amsterdam, muovono 197 corridori alle 11.20.

La bandierina del via viene abbassata dal Vice Sindaco di Amsterdam, Caroline Geherels.

Al km 2 vanno in avanscoperta Kaisen e Pineau ai quali si accoda subito dopo Stamsnijder.

Al km 13 i tre fuggitivi hanno 3’25” sul gruppo. Al km 19: 5’38”

Al km 37 il vantaggio del terzetto di testa è salito a 7’50”.

Dopo 40 km si registra il vantaggio massimo dei battistrada: 8’.

La media della prima ora di corsa è di 42,100 km/h.

 

Traguardo Volante: Zoetemeer

Questi i passaggi: Stamsnijder, Pineau e Kaisen. Il gruppo, guidato da Lauder e Bookwalter del Team Sky, transita con un ritardo di 7’35”. Perdono terreno i battistrada. Al km 80 il loro vantaggio è di 6’45” . Media dopo 2 ore: 41,500 km/h.

Al km 90 i tre di testa conservano ancora 5’48”. In zona rifornimento (km 104): 4’05”.

A metà percorso il gap tra fuggitivi e gruppo si è ridotto ulteriormente: 3’20”.

Dopo 3 ore di corsa la media è di 41,000 km/h.

A 100 km dal traguardo il gruppo, che viaggia a forte andatura e si è frazionato in tre tronconi, mette sotto tiro i battistrada: 1’10”. Al km 134 vengono ripresi i tre uomini al comando.

Nel frattempo il gruppo si è ricompattato e viaggia sempre a velocità sostenuta, guidato da uomini Astana.

Il plotone si fraziona nuovamente: la prima parte (58 unità), nella quale è presente anche la maglia rosa Evans, viaggia con 30” sul secondo, forte di 60 unità. Il grosso ha un ritardo di 1’. Il primo gruppo inseguitore, tirato dalla Lampre, fatica ad rientrare: a 50 km dal traguardo 48”

58 uomini al comando con 47” sugli inseguitori guidati sempre dalla Lampre alla quale danno una mano l’Ag2r e la Rabobank. Sotto la spinta di queste tre formazioni i due gruppi, a 37 km dall’arrivo, si ricongiungono. Nuovo scossone nel gruppo. Altro frazionamento. Nel plotone inseguitore, che viaggia con un ritardo di 1’30”, molti velocisti tra i quali Petacchi.

Una caduta, avvenuta a 12 km dall’arrivo, spacca in due il gruppo di testa. La maglia rosa Evans, rimasto nel secondo, insegue a 30” e conduce personalmente l’inseguimento.

All’ultimo chilometro tre uomini del Team Htc-Columbia lanciano lo sprint.

10.05.2010 Amsterdam partenza della 3° tappa del Giro

10.05.2010 Amsterdam Cadel Evans alla partenza della terza ed ultima tappa del Giro 2010 in Olanda

ARRIVO:

Volata ristretta con Weylandt che sorprende tutti e si impone su Brown e Förster.

Alexandre Vinokourov è la nuova maglia rosa del Giro d’Italia. 

Tempo del vincitore: 5h 00’ 06”, alla media di 44,785 km/h.

A premiare il vincitore il Sindaco della città di Middelburg, Koos Schouwenaar

10.05.2010 Middelburg e la sua fontana che durante il Giro d'Italia in Olanda ha sgorgato acqua rosa

POST GARA:

La terza ed ultima tappa in terra olandese si è conclusa alla presenza sul traguardo di decine di migliaia di persone. Stasera continua la festa del ciclismo a Middelburg con una cena di gala organizzata dagli amministratori locali che prevede 1500 invitati.

10.05.2010 – IL GIRO SI CONGEDA DALL’OLANDA DICENDOGLI : “GRAZIE MILLE OLANDA”

 

SNEIJDER, EVANS E YOLANTHE CELEBRANO IL GIRO D’ITALIA CHE PORTA

Snijder e Yolanthe Madrina del Giro

1 MILIONE DI OLANDESI NELLE VIE

Cadel Evan e Snijder giocatore dell'Inter

 

Middelburg, 10 maggio 2010 – Con la terza tappa, 224 km da Amsterdam nel borgo medievale di Middelburg, si conclude l’avventura arancione della Corsa Rosa. Un grande grazie da parte di Rcs Sport-La Gazzetta dello Sport va indirizzato al pubblico olandese, accorso in massa sulle strade per tutte le tre frazioni, e alle municipalità, capaci di colorare di rosa interi palazzi, viali e rotonde e rendere la trasferta tra i tulipani davvero speciale.

Vicesindaco di Amsterdam pronta a dare il via alla seconda tappa

 

Wesley Sneijder, il 25enne campione dell’Inter, non poteva di certo mancare all’appuntamento del Giro d’Italia in terra olandese. Il trequartista del club nerazzurro è infatti nato a Utrecht, città dove è stato posto il secondo arrivo del Giro e la sua compagna, l’olandese Yolanthe, è la madrina della più impegnativa corsa ciclistica del mondo. Sneijder, come tutti gli olandesi, ha regalato entusiasmo e si è fatto coinvolgere dal calore del pubblico per il Giro e dallo spettacolo dell’evento.

Sneijder ha voluto incontrare il campione del mondo attualmente in testa al Giro, l’australiano Cadel Evans, anch’egli entusiasta di confrontarsi con il campione che ha contribuito ai successi dell’Inter. Insieme a loro Yolanthe che, alla partenza della 3a tappa nella zona riservata alla firma dei corridori prima della partenza, non ha perso occasione per mostrare l’ambita Maglia Rosa.

A centinaia di migliaia gli olandesi si sono riversati nelle strade per accogliere il Giro e si stima che entro sera oltre 1 milione di appassionati avranno vissuto la Corsa Rosa in prima persona. Lo sbarco del Giro d’Italia in Olanda è stato un grande successo e gli organizzatori hanno creato nella notte delle magliette ad hoc che affidate a quattro ombrelline del Giro componevano la scritta, in olandese, “Grazie Mille Olanda”, un modo semplice ma molto sentito per dimostrare gratitudine ad un intero popolo, iniziativa voluta fortemente da Angelo Zomegnan, direttore del Giro d’Italia, per congedarsi da Amsterdam e dall’intero Paese.

10.05.2010 Partenza della 3° tappa con le miss che mostrano la scritta GRAZIE OLANDA!

 

RCS Sport

Ufficio stampa ciclismo

Matteo Cavazzuti – Cell. +39 345/4631376

Ufficio stampa lifestyle

Annalisa Nunziata – Cell. +39 380/3248284

E-mail: press.giroditalia@rcssport.it

www.giroditalia.it

11.05.2010 – DOPPIA GARA ESORDIENTI DOMENICA 09.05.2010 AD ISOLA DELLA SCALA (VERONA)

CONI                                                                                                                                                  F.C.I

 

Via S.Martino n. 38 – 37060 Castel d’Azzano – Vr

 

 

GARE ESORDIENTI

 

ISOLANO E LUC BOVOLONE

PARI NELLE DOPPIETTE 

 

Isola della Scala – VR: tornano gli esordienti sulle nostre strade e sono ancora la Luc Bovlone e l’Isolano a dominare la scena. Soliti nomi noti sul gradino più alto del podio a Isola della Scala dove si è corso per il 1° Trofeo “Festa degli asparagi e delle fragole” organizzato con la consueta passionalità e bravura dal Vc Isolano stella 81 Sartori. Due gare che si sono corse su un circuito di 6 chilometri a Caselle di Isola della Scala che hanno premiato, com’era prevedibile  le ruote veloci con Realdo Ramaliu della Luc Bovolone, terza vittoria per lui  tra i ragazzi del primo anno e del solito Omar Leardini, quinta vittoria stagionale, tra i più grandi. Due corse uguali per come si sono concluse con una volata con il gruppo  a ranghi compatti, in una mattinata che ha visto al via 150 corridori nelle due categorie. Una corsa, soprattutto tra i più giovani, con protagonisti in una sorta di derby, che si ripete oramai in tutte le gare, tra la Luc Bovolone di Lino Scapini e l’Isolano dei diesse Fedrigo e Minali. Più che movimentata la prima gara con protagonisti i ragazzi del primo anno per un finale di corsa che, come ha commentato a fine gara Mario Morelato, dovrebbe servire da lezione a Carloalberto Giordani. Un ragazzo dal fisico possente che se vuole tornare a vincere deve ripassarsi a memoria le lezioni dei suoi maestri. Tutto sta negli ultimi 300 metri quando Giordani affonda troppo presto il piede sull’acceleratore ed esce al vento per cercare di trascinarsi dietro il resto del gruppo. Dietro c’è l’acutezza di Realdo Ramaliu e la dinamicità di Enrico Zanoncello che sanno leggere la corsa molto bene. I due scelgono di prendere la ruota del corridore di casa per poi uscire al momento giusto e beffarlo negli ultimi metri per un uno due da strateghi consumati. Diverso invece l’epilogo dell’altra corsa della giornata con protagonisti i ragazzi dell’Isolano che lasciano solo le briciole agli altri. Un podio tutto di marca isolana con Omar Leardini che firma la sua quinta vittoria stagionale con uno sprint finale quasi disarmante tanto è sembrato scontato il suo successo. Un buonissimo secondo posto al bravo Edoardo Afiini, un corridorino niente male che sta crescendo di settimana in settimana, mentre subito dietro a completare il trionfo dei ragazzi con le maglie bianco-rosse ci ha pensato Leonardo Fedrigo. Quarto posto per l’irriducibile Attilio  Viviani.            

Luciano Purgato

Questo l’ordine d’arrivo:

Primo anno:

1) Omar Leardini (Vc Isolano Stelòla 81 Sartori) km. 37 in 1h.06 media 33,624.

2) Edoardo Affini (idem).

3) Leonardo Fedrigo (Idem).

4) Attilio Viviani (Luc Bovolone).

5) Giulio Franzolin (Cartura Nalin).

6) Matteo Boldrini (Luc Bovolone).

7) Matteo Caliari (Barlottini).

8) Omar Comerlato (Hawaiki Roncà).  

9) Michele Zorzan (Luc Bovolone).

10) Stefano Troiani   (Pedale Scaligero Lippa).

09.05.2010 Isola Della Scala : La vittoria di Leardin - Esordiente primo anno

 

Secondo anno:

1) Realdo Ramaliu (Luc Bovolone) km. 25 in 45’ media 33,875.

2) Enrico Zanoncello Idem).

3) Carloalberto Giordani (Isolano Stella 81 Sartori).

4) Tommaso Pomini (Isolano).

5) Nicola Righetti (Ausonia Pescantina).

6) Mattia Cristofoletti Pedale Scaligero Lippa).

7) Eros Sturaro (Cartura nalin).

8) Denis Vanin (Scuola Ciclismo Vò).

9) Matteo Bottacini (Azzanese).

10) Matteo Gazzetto Hawaiki Roncà).    

Allego foto: BI.Ci.Cailotto

 

Collaborazione tecnica: Roberta Cailotto

Verona; 10-05-2010

Roberta Cailotto

10.05.2010 – FLORIDIA ACCOGLIE GLI ESORDIENTI SICILIANI DOMENICA 09.05.2010

FLORIDIA (SR)

9 maggio 2010

 

 

 

2° Trofeo Le Due Ruote Esordienti 2° Anno:

1° Lorenzo Cataudella ( A.S.D. Equipe Sicilia Giovani )

2° Salvatore Sangregorio ( A.S.D. Geom. Pippo Caruso )

3° Paolo Orecchia (A.S.D. Geom. Pippo Caruso)

4° Paolo Ansaldi (A.S.D. Club Giampaolo Caruso )

5° Corrado Drovetti (A.S.D. Club Giampaolo Caruso)

6° Antonio Marino ( A.S.D. Bessi – Vangi Sicilia )

7° Pierpaolo Carruba ( G.S. Borgonovo Milior )

8° Antonio Imbruglia ( P.A.D. Pozzarello Spinal Club 2000 )

9° Cristian Gregorini ( A.S.D. Giampaolo Caruso )

10° Alessio Di Rosa ( A.S.D. Giampaolo Caruso )

 

 

 

 

5° Trofeo Zona Artigianale Esordienti 1° Anno:

1° Simone Sanò ( A.S.D. Bessi – Vangi Sicilia)

2° Paolo Baccio ( A.S.D Club Giampaolo Caruso )

3° Clerence Bonomo ( A.S.D. Libertas Execelsior )

4° Salvatore Morale ( A.S.D. Club Giampaolo Caruso )

5° Francesco Romano ( A.S.D. Equipe Sicilia Giovani )

6° Alessandro Romano ( A.S.D Club Giampaolo Caruso )

7° Tumminello Calogero ( A.S.D. Salvatore Bucalo )

8° Cristian Brugaletta ( A.S.D. Libertas Excelsior )

9° Francesco Sicali ( A.S.D. Carpe Diem )

10° Giuseppe La Terra Pirrè ( A.S.D. Renault Amarù).

 

 

 

 

Contributo dalla Sicilia di Giuseppe Scordo

10.05.2010 – MTB UDACINA PER CONQUISTARE I TROFEI “BCC” E “SPORT&SPORTS DOMENICA 09.05.2010 NELLA VALLE DEL BOIA A CAVARIA CON PREMEZZO (VARESE)

MOUNTAIN – BIKE E AMBIENTE CONVIVONO IN VAL DEL BOIA

 

Una giornata di grande ciclismo off-road a Cavaria con i campioni affermati, quelli che ambiscono a diventarlo e quelli in erba, il tutto in una perfetta fusione di colori, belle scenografie e applausi a scena aperta anche per la giuria di Varese e per gli amministratori locali capitanati dal primo cittadino Alberto Tovalieri e dall’assessore allo sport Renato Bordoni, sportivo dentro come  pure Lino Reina, Pres. del consorzio “Val del Boia”, un’oasi di pace dove il “ padrone assoluto” è l’ambiente ma si sposa perfettamente con chi pratica mountain-bike e quelli dello Sport & Sports  lo sanno perfettamente. Allo spettacolo agonistico e non solo, ha presenziato il consigliere nazionale Bruno Gibbi che ha elogiato la Gm Ceramiche per l’organizzazione e lo spettacolo offerto.

La cronaca di giornata dei Gentleman ci racconta di un grande Attilio Bedogni, nato gregario e divenuto campione che oggi arriva in volata con un altro mostro sacro dal nome importante come quello di Dario Benini, ex equo ci dice il computer ed entrambi hanno saputo inseguire il sogno di diventare “Re” in Val del Boia, ottimo terzo Attilio Montagner .

Nei Senior non devono recitare il mea culpa , né Stefano Zanotti, né Alessandro Monetta perché ce l’anno messa tutta a contrastare un grande Marco Colombo, applaudito dalle sue splendide bambine, che si trova in uno stato di forma stellare che si spera duri fino a Lozzolo, speranza condivisa anche da Lucio Pirozzini, il migliore dei Super “A” che anche oggi si infila una perla al collo senza che Franco Bertona e Giuseppe Corà possano contrastarlo essendo sempre in bilico e in lotta tra di loro e salire con lui sul podio è già di per se un buon risultato.

Nessun dubbio anche nei Super “B”, dove l’ex panettiere Ambrogio Temporiti continua a sfornare vittorie e lascia le ..bruschette ai soliti Paolo Pisoni e Gregorio Sottocorna che , a sentire lui, fanno fatica a masticare.

Lo diciamo forte e chiaro: la gara del vincitore degli Junior è stata perfetta, una sorte di esibizione che ha confermato lo stato di forma eccellente del federale Denis Cocon che sbriciola le intenzioni di chi giustamente cerca di fermarlo, nella fattispecie, Claudio Pivotto e Mauro Delmedico.

Anche i desideri di vittoria  di Stefano Rosa e Davide Mazzanti cozzano contro un muro di gomma alzato da Marco Borrelli ma, avranno modo e tempo  di rifarsi perché si intravede il “campione” che si annida in loro.

Le capienti mani del veterano Pietro Marinoni afferrano la gloria in Val del Boia pescando nella convinzione che è lui il più forte del reame, anche se, e ci mancherebbe altro, Carmelo Cerruto e Andrea Pavanello non ne sono del tutto convinti e ne escono a testa alta.

Il debuttante Lorenzo Bramati è un ragazzo solare ed equilibrato, ama stare con gli amici, suona, canta e pedala forte e anche oggi da un saggio della sua bravura ai vari Giacomo Zaro e Guido Gambacorta imitato subito dopo dal supermegagalattico Primavera Davide Pinato che ama stare sempre davanti a tutti e anche oggi è stato così  ai danni di Fabio Bedogni che sta crescendo, e non solo nel fisico. Chi ci convince di più però e la coetanea di  Pinato, la bellissima Lucrezia Cecutti, segni particolari : sorride sempre la quale vince e convince e non manca di rispetto a nessuno se si candida al ruolo di protagonista per la gara di Lozzolo, insomma, le piacerebbe vincere un tricolore da dedicare a mamma e papà e occupare un posto importante nella gerarchia della sua giovanissima categoria. Sogno condiviso anche da Tatiana Bianchi.

Che Sabrina Bellatti fosse in un condizione splendida già lo sapevamo, ma che mettesse le sue ruote per la seconda volta consecutiva davanti a quelle di Monica Grendene è una vera sorpresa, e a Cavaria ha fornito una prova che la proietta in una nuova dimensione, chissà , forse come quella di Silvia Barbero che da anni vince assestando  pedalate vigorose che sono un concentrato di ritmo , potenza e resistenza che schiantano le ambizioni di tutte, anche di Roberta Frigerio che pur’essendo nuova …di zecca , domistra già un certo caratterino che potrebbe portarla lontano,molto lontano.

In sede di premiazione gli Skorpioni si coccolano la bella coppa offerta dalla galvanica Chinetti ( parenti del grande Alfredo) di miglior società, mentre la coppa Gino Casola alla memoria  se l’aggiudica Dande Gallinelli.

La bella giornata si conclude fra applausi e sorrisi e tutti sono concordi nell’affermare che le gare della Val del Boia non sono mai anonime , anzi, la firma in fondo al quadro ne certificano il valore e la qualità.

Il comune di Cavaria c’è sempre stato, chi scrive anche , Chinetti, Casola, Pavan, Gm Cerachime e il circolo di Premezzo di Pippo ci garantiscono anche la televisione, e allora non ci rimane che darvi appuntamento alla prossima edizione, che statene certi, ci sarà ancora.

Carmine Catizzone.

Torneremo ancora in Val del Boia, in bici ovviamente, perché è uno strumento di salute, semplicità ed entusiasmo visto che è il primo mezzo di locomozione che si regala ad un bimbo e col quale impara a rispettare il proprio fisico, il prossimo e l’ambiente.

Carmine Catizzone

10.05.2010 – DOMENICA 09.05.2010 A CAMERI TRIONFO PER FEDERICO BARRI

TX Active-Bianchi Junior team al successo con Federico Barri

 

09.05.2010 Podio Allievi a Cameri (Novara)

 

 

L’Allievo Federico Barri ha regalato al TX Active-Bianchi Junior team l’ennesimo successo della stagione 2010, domenica 9 maggio. Nella stessa giornata erano impegnati su più fronti anche gli atleti Elite e Under23. Il colombiano Julio Caro ha infatti ottenuto l’11° posto nella 12a Conca d’Oro Bike ad Odolo, Brescia, mentre il compagno di squadra Ricardo Marinheiro si è piazzato 17° al Superprestigio Massi – Vall De Lord, in Spagna: il giovane talento portoghese continua a guadagnare importante esperienza in campo internazionale grazie al confronto con alcuni dei migliori biker al mondo.

Prova sfortunata, invece, quella di Stephane Tempier che si è visto costretto al ritiro a causa di una foratura in occasione della seconda prova della Coupe de France a Pernes les Fontaines.

Vittoria in perfetta solitudine, tra gli Allievi, per Federico Barri nel Trofeo Parco Oasi di Zegna a Cameri (Novara), su un terreno ondualto ed estremamente tecnico che ha messo in risalto ancora una volta le qualità dei giovani della Bianchi. Barri ha preceduto il compagno di squadra Cristian Boffelli, ottimo secondo e grande protagonista in gara. Bene anche Oscar Vairetti, quarto al traguardo nella catagoria Esordienti.

ENGLISH VERSION

Federico Barri led TX Active-Bianchi’s Junior team to success in Italy

09.05.2010 Barri in azione

 


Although TX Active-Bianchi had a calm day on Sunday May 9 with its Under 23 and Elite riders, the Junior team enjoyed a new win on Italian soil thanks to Beginner Federico Barri.

Colombian Julio Caro finished 11th at the 12th  Conca d’Oro Bike in Odolo (Brescia), North of Italy, whilst youngster Ricardo Marinheiro ended up in  17th at the Superprestigio Massi – Vall De Lord, in Spain: Portuguese talented young biker continues gaining important experience at highest level competing against international top riders.

Back to France soil, Stephane Tempier contested the Coupe de France – Round 2 in Pernes les Fontaines but was forced to quit the race due to a puncture.

TX Active-Bianchi’s Beginner Federico Barri claimed a comfortable solo win at the Trofeo Parco Oasi di Zegna in Cameri (Novara) – North of Italy, with team mate Cristian Boffelli in second. Oscar Vairetti achieved a further important result for the Bianchi MTB Junior team taking a fourth position in his respective series.

Treviglio (BG) Ita – May 9, 2010

www.bianchi.com

Attachment/in allegato:
– photo of the Beginners’ podium
– photo of Federico Barri (by Cottone)

___________________________________________________________________________________________________

About TX Active-Bianchi
ITA – TX Active-Bianchi è il team MTB ufficiale di Bianchi e gareggia nel calendario internazionale UCI. Vincitore di un campionato del mondo e di tre titoli nazionali nel 2009, il team TX Active-Bianchi ha l’obiettivo di imporsi nelle principali competizioni MTB e ciclo-cross al mondo. Il team, equipaggiato con il modello Methanol SL, è costituito da atleti esperti e giovani talentuosi. Il Gruppo Italcementi, quinto produttore di cementi al mondo, è sponsor principale del team attraverso il brand TX Active, un cemento innovativo progettato per ridurre i valori di inquinamento nell’aria delle città. Bianchi e Italcementi credono fortemente in uno sviluppo sostenibile e nei valori più veri dello sport.

ENGL – TX Active-Bianchi is the official MTB Bianchi team, competing in the international UCI calendar. Winner of a world championship and of three national championships in 2009, team TX Active-Bianchi chases the victory in the major MTB and cyclo-cross races around the world. The team, equipped with the Methanol SL model, is a well balanced mix of experienced and talented young riders. Italian based Italcementi Group, the fifth largest cement producer in the world, is the main sponsor of the team with the TX Active brand, an eco-friendly cement product aimed at providing an innovative industrialized solution to the problem of pollution in cities. Bianchi and Italcementi truly believe in a sustainable development and in the true values of sport.

[]
________________________________
Vitesse snc
Team TX Active-Bianchi Press Office
txactivebianchi_press@vitesseonline.it
Web: www.bianchi.com

10.05.2010 – TYLER FARRAR VINCE LA 2° TAPPA DEL GIRO D’ITALIA IN OLANDA DOMENICA 09.05.2010

2a tappa                                                                                                                                          domenica 9 maggio 2010  

AMSTERDAM – UTRECHT  km 210

 

09.05.2010 Tyler Farrar (Usa) vince 2° tappa Giro D'Italia

 

LA CRONACA

 PARTENZA:

Da Amsterdam, tra due ali di folla, alle 12.22 partono tutti i 198 corridori di questo Giro d’Italia.

A dare il via alla seconda tappa il Vice Sindaco della capitale olandese, Caroline Geherels.

Al km 0 allunga Voss seguito subito dopo da Pirazzi, Facci e Flens.

Al km 6 i battistrada hanno un vantaggio di 2’56”.

A 200 km dal traguardo il gruppo, condotto dal Team Sky, ha un ritardo di 4’50”.

Pubblico delle grandi occasioni su tutto il percorso di gara.

La media della prima ora di corsa è 43,100 km/h.

Al km 53 il ritardo del gruppo è di 5’. Ai -150 km dall’arrivo Voss, Pirazzi, Facci e Flens hanno 5’05” di vantaggio sul plotone compatto. Al km 81, con il gruppo che insegue a 4’10”, tra i 4 di testa allunga Flens seguito da Pirazzi. Media dopo 2 ore: 42,600 km/h.

 

Gran Premio della Montagna: Kaapse Bossen [m 49]

Questi i passaggi: Pirazzi, Flens, Voss e Facci ricompattati. Il gruppo transita con un ritardo di 5’42”.

Gran Premio della Montagna: Amerongse Bos [m 70]

I transiti: Voss, Flens, Pirazzi e Facci. Il gruppo a 6’. A metà percorso i fuggitivi viaggiano con 4’38” di vantaggio sul plotone. Dopo tre ore di gara la media è di 41,400 km/h.

Si assottiglia ulteriormente il gap tra i battistrada e il gruppo: all’uscita dell’abitato di Rhenen (km 125) 3’50”. Il plotone lascia ancora spazio così che, al km 144, il quartetto di testa ha 5’55” di vantaggio. Facci si stacca dal gruppetto di testa mentre il gruppo inizia a braccare i fuggitivi.

Al km 151 i tre al comando conservano 3’30”.

 

Traguardo Volante: Houten

Se lo aggiudica Voss davanti a Pirazzi e Flens. Poi Facci, che poco dopo viene ripreso, e il gruppo guidato da Albasini a 3’05”. Caduta di Farrar che, atteso dai compagni, rientra in gruppo.

Altra caduta che coinvolge parecchi corridori tra i quali la maglia rosa Wiggins che riparte prontamente e si ricongiunge ben presto al plotone.

Il terzetto di testa perde ancora terreno: a 40 km dal traguardo il loro vantaggio è di 1’05”.

La fuga di Voss e Pirazzi si conclude a 30 km dall’arrivo. Flens rimane solo al comando.

Il gruppo in forte rimonta lo riprende al km 186. Gruppo compatto.

A -10 km all’arrivo, in testa al plotone in lunga fila indiana, tira la Liquigas.

Una nuova caduta coinvolge, tra gli altri, Filippo Pozzato e il gruppo si fraziona in due tronconi.

Attardati, a una decina di secondi, da segnalare la maglia rosa Wiggins e Sastre che non riescono a rientrare.

 

ARRIVO:

Volata lanciata dagli uomini della Garmin-Transitions che Tyler Farrar sfrutta alla perfezione per imporsi su Rabon e Sabatini. Cambia il leader della classifica generale: il Campione del Mondo Cadel Evans è la nuova maglia rosa.

Tempo del vincitore: 4h 56’’46”, alla media di 42,457 km/h.

09.05.2010 - Cadel Evans - Maglia rosa al termine della seconda tappa del Giro in Olanda

10.05.2010 – DOMENICA 09.05.2010 39° TROFEO CITTA’ DI LOANO “1° MICHELE VIOLA”

09.05.2010 Michele Viola vince Trofeo Città di Loano (Savona)

Michele Viola trionfa a Loano

E’ il lucano Michele Viola a portare a casa la 39^ edizione del Trofeo Città di Loano; il ragazzo della Farnese Vini, trova il successo sul lungomare di Loano, al culmine di un periodo di grande forma che lo aveva già portato ad essere grande protagonista nel Giro delle Province Toscane.

Michele Viola ha dimostrato sulle strade savonesi di possedere oltre al talento anche una lucidità non comune: dopo aver scollinato nel primo gruppo inseguitore sull’ultimo Gpm posto al bivio Magliolo, ad una trentina di secondi dal battistrada Andrea Manfredi (Ambra Cavallini) ha mantenuto la calma necessaria per fare la differenza nella discesa verso Tovo San Giacomo.

Mentre gli altri sbagliavano alcune curve, lui, agile e scattante come sempre si dirigeva deciso verso la statale Aurelia recuperando il gap che lo separava da Manfredi; il finale a due, tallonati da una decina di inseguitori molto agguerriti, ha regalato momenti da cardiopalma con Viola che a più riprese ha provato a liberarsi della compagnia di Manfredi. La volata liberatoria arrivava nei 500 metri finali, a lasciare sui pedali Manfredi è lo scatto secco di Viola che si lancia così verso il terzo successo personale di questo 2010, dopo le vittorie di Alba Adriatica e Cuccurano.

Alle spalle di Viola giungevano alla spicciolata i superstiti del gruppo dei 166 che si erano presentati al via da Piazza Italia: un plotone che non ha deluso le attese regalando al folto pubblico una corsa vibrante e ricca di incertezza; appena 15 chilometri per registrare il primo allungo di giornata portato da un quintetto composto da: Alessandro Lenti (Ciclimontanini), Luca Sterbini (Guazzolini), Luca Guerrini (Canturino 1902), Andrea Carnaghi (Biassono) e Pierpaolo Venturini (Big Hunter).

I battistrada, dopo aver superato indenni il falsopiano di Pieve di Teco, subivano il rientro di altri nove contrattaccanti in vista della prima asperità di giornata, quella di Boissano; Alessandro Lenti (Ciclimontanini), Luca Sterbini e Antonio Zullo (Guazzolini), Luca Guerrini (Canturino 1902), Andrea Carnaghi (Biassono), Pierpaolo Venturini e Mirco Pieroni (Big Hunter), Nicolò Bonifazio (Casano), Gianluca Modesti (Bustese), Fabio Todaro (Gb Junior Team), Mattia Testa (Esperia), Stefano Roncalli (Brugherio), Julien Rocca (Cote d’azur) e Alex Tesone (Farnese), questi i 14 che imboccavano le prime rampe di Boissano con 1’45” sul resto della corsa.

Non sortivano effetti le difficoltà di Pieroni e l’allungo del francese Julien Rocca con cui si entrava negli ultimi 30 chilometri di giornata, caratterizzati dall’ascesa del Magliolo; la sveglia del gruppo, suonava alle pendici dell’ultima asperità di giornata, riportando gli inseguitori a 38” dai battistrada.

Prima del forcing di Manfredi, era Luca Sterbini (Guazzolini) a tentare l’assolo; un azione senza fortuna, che faceva da prologo all’allungo deciso dell’atleta dell’Ambra Cavallini che aveva il pregio di lanciare l’uomo in maglia fluo verso l’incandescente finale di gara, sgretolando le fila del gruppo.

Sul Gpm del Magliolo, Manfredi transitava con 30” di vantaggio su 15 atleti: Akimov e Kournov (Russia), Corti e Chirico (Brugherio), Wackermann (Biringhello), Viola (Farnese), Trosino (Ambra Cavallini), Rubini (Casano Romagnano), Ballabio (Canturino), Fricke (Eder Bayern), Nibali (Stabbia), Bianchini e Tonelli (Trissa Team), Rocca (Cote d’azur) e Guastini M. (Habisol). Da questo drappello, in discesa si avvantaggiava Michele Viola, che riusciva ad accodarsi a Manfredi al rientro sulla via Aurelia; il finale di gara vedeva l’azione del tandem composto da Viola-Manfredi resistere al ritorno degli inseguitori che si frazionavano in più gruppetti.

Una bellissima festa dedicata al ciclismo quella di oggi” ha commentato dopo il traguardo Carlo Anselmo, patron del Velo Club Loano “Sono contento perchè grazie allo spettacolo regalato oggi da questi splendidi ragazzi abbiamo assistito ad uno splendido spot pubblicitario per il nostro sport; tanti mesi di impegno passati ad organizzare questa manifestazione sono stati ripagati dalle emozioni di oggi. Grazie a tutti e appuntamento al 2011 per l’edizione dei 40 anni!”

Ordine d’arrivo:

1° Michele Viola (Farnese Vini)

che compie i 124 km in 3h02’55” alla media dei 40,674 km/h

2° Andrea Manfredi (Ambra Cavallini)

3° Michail Akimov (Nazionale Russia) 17”

4° Mirko Trosino (Ambra Cavallini)

5° Luca Chirico (Brugherio Sportiva)

6° Paolo Bianchini (Trissa Team)

7° Riccardo Rubini (Casano Romagnano)

8° Alessandro Tonelli (Trissa Team)

9° Antonio Nibali (Stabbia)

10° Andrea Corti (Brugherio Sportiva)

In allegato: foto dell’arrivo di Michele Viola

Ufficio Stampa

39° Trofeo Città di Loano

Publiweb Italia

www.trofeocittadiloano.it

10.05.2010 – DOMENICA 30.05.2010 AD OSSONA GARA GIOVANISSIMI ORGANIZZATA DAL PEDALE OSSONESE : 2° TROFEO “SOLO ITALIA” E 2° TROFEO “MA.RE.”

G.C.. PEDALE OSSONESE A.S.D.

 

                Organizza

DOMENICA 30 MAGGIO 2010

2° TROFEO SOLO ITALIA

2° TROFEO MA.RE.

GARA  CICLISTICA  SU  STRADA

RISERVATA  ALLE  CATEGORIE         

            GIOVANISSIMI

G1-G2-G3-G4-G5-G6 Maschile

Su circuito cittadino completamente chiuso al traffico di km 1.380

da ripetersi più volte a seconda della categoria

Ritrovo: ore 13.00 in piazza Aldo Moro

Inizio gare: ore 14.30 in via Baracca

Percorso: Via Baracca – Via Don Castiglioni – Via Marconi – Via Canzi – Via Baracca

PREMI   :

COPPA Dal 1° al 5° classificato di ogni categoria

TROFEO per la squadra con miglior punteggio

TROFEO per la squadra con più partecipanti

Merende e Dessert per tutti i partecipanti e omaggio a tutti i Direttori Sportivi

Tutti i premi sono offerti da SOLO ITALIA

Per info: Tel. 347 9508901 –

e-mail:    pedaleossonese@yahoo.it

ISCRIZIONI TRAMITE PROCEDURA INFORMATICA ON LINE – ID 32383

10.05.2010 – LOMANIGA (LC) – TROFEO SESANA ASSICURAZIONI 1° EDOARDO CEREDA (SCO CAVENAGO)

                                                            Lomaniga di Missaglia, 09 Maggio 2010.

Trofeo “Sesana Assicurazioni” – Gara ciclistica categoria “Allievi” disputata domenica 9 maggio 2010 a Lomaniga di Missaglia con l’organizzazione del “G.S. Lomaniga”

FOTO BERRY - Edoardo Cereda vince Trofeo Sesana Assicurazioni a Lomaniga (Lecco)

Dopo tanti piazzamenti anche da podio ecco finalmente la vittoria anche per Edoardo Cereda quindicenne, allievo della Sco Cavenago che vince il GP Sesana Assicurazioni disputato a Lomaniga di Missaglia in provincia di Lecco, con l’organizzazione della ciclistica cittadina su di un circuito piuttosto vallonato passando per Missaglia, Osnago, Lomagna, Casatenovo ripetuto quattro volte prima di virare verso l’arrivo nella frazione di Lomaniga per un totale di 60 chilometri che hanno costretto al ritiro la metà dei 130 partenti.

La soluzione della corsa proprio nelle battute finali quando si avvantaggiava leggermente un terzetto composto da Edoardo Cereda, Davide Lorenzin e Francesco Verri che concludevano nell’ordine poi, con leggerissimi distacchi gli altri corridori giunti a gruppo molto frastagliato.

FOTO BERRY - Edoardo Cereda della SCO Cavenago

 

Ordine d’arrivo,

1)Edoardo Cereda (SCO Cavenago) km. 60 in 1h34’02” media kmh. 38,284;

2)Davide Lorenzin (Ciclamanti-Senago) a 1”;

3)Francesco Verri (Team Aurora Virtual Image);

 4)Michael Abitante (SC Pagnoncelli-NGC-Perrel) a 6”;

5)Eros Colombo (SC Pagnoncelli-Ngc-Perrel);

6)Manuel Cucciniello (Ciclamanti-Senago) a 9”;

7)Matteo Suozzo (Team Aurora-Virtual Image);

8)Simone Consonni (Polisportiva MarcoRavasio);

9)Alberto Coltro (Velo Club Muggiò-Fiscal Office);

10)Daniele Mossini (Remo Calzolari-Ambrosoli).

                                   Vito Bernardi

BERNARDI.VITO@LIBERO.IT

10.05.2010 – LA SETTIMANA TRICOLORE 2010 DEDICHERA’ UN INTIERO FINE SETTIMANA AL CICLISMO PARALIMPICO

 

 

Il nostro Tricolore in omaggio alla memoria dei Caduti del Piave, del Montegrappa e di tutto il TRIVENETO

Web:

Media room:

 

 

 

 

 

 

Bogogno 10.09.2009 : Podio mondiali croindividuale ciclismo paralimpico cat. LC 3


Partito da pochi giorni il Giro d’Italia, sembra ora ancor più vicino l’appuntamento con la Settimana Tricolore di Ciclismo nella Provincia di Treviso, in calendario dal 19 al 27 giugno prossimi.

Anche nel 2010 rientrano nel fitto programma gare le prove riservate agli atleti disabili Paralimpici, all’insegna di un evento che vuole dare il giusto valore anche a chi non ha la fortuna di svolgere l’attività sportiva e di gareggiare al pari dei “normodotati”, ma è “dotato” di una straordinaria determinazione e forza di volontà.

Sabato 19 si svolgeranno a Mogliano Veneto le gare a cronometro riservate sia ai Paralimpici che alla categoria Handbike, su di un circuito pianeggiante di 17.7km. Domenica 20, invece, andranno in scena le prove in linea sullo spettacolare tracciato immerso nel verde di Treviso – Sant’Artemio, caratterizzato da un circuito di 7.3km da ripetere più volte a seconda della categoria.

Come da regolamento internazionale, verranno assegnati i titoli di Campione Italiano secondo quattro diverse tipologie di disabilità: non vedenti e ipovedenti, ciclisti con disabilità locomotorie, ciclisti con paralisi cerebrale che competono su bicicletta o triciclo, Handcyclists.

Entusiasta dei percorsi trevigiani è Mario Valentini, Commissario Tecnico della Nazionale Italiana Paralimpica: “Quest’anno le gare si svolgono in una terra che ha da sempre una forte cultura ciclistica e siamo certi che godremo anche noi del caldo abbraccio del pubblico” ha detto Valentini. “Sia il circuito di Mogliano che quello di Sant’Artemio sono pianeggianti ma molto tecnici e quindi più interessanti da seguire anche per chi non è abituato alle gare dei Paralimpici”, prosegue il CT. “Molti non sanno infatti che anche i nostri atleti toccano velocità elevate: le handbike superano agevolmente i 40km/h.”

 

Treviso, 10 maggio 2010

10.05.2010 – GIRO DELLA PROVINCIA DI COMO CATEGORIA UDACE : TAPPA A COGLIATE CON LA CRONACA E FOTO DI ARNALDO PRIORI

A COGLIATE SCHOW DEI FRATELLI MASCHERONI

 

FOTO PRIORI : Cogliate 09.05.2010 I fratelli Mascheroni

La BRM di Cogliate, per molti anni ha avuto una sua squadra nel contesto udacino, chiusa la società non si è chiusa la passione per le due ruote, e con la preziosa collaborazione del Velo Club Cadorago del presidente Antonio Mercuri, non ci sono state difficoltà ad organizzare una manifestazione di alto livello inserita nel Giro della Provincia di Como.

La giornata è come tutte quelle che si susseguono in questa bruttissima primavera, i convenuti e i loro accompagnatori scrutano il cielo tenendo sotto braccio il tradizionale ombrello, tutti graziati, solo qualche piccolissimo spruzzo, e poi durante le premiazioni anche un pallido sole per la gioia dei fotografi di newsciclismo.com, che hanno seguito la manifestazione.

Cogliate si trova nella neonata provincia di Monza, al momento terra di conquista, ed è il comitato di Como con Pietro Molteni che dirige le operazioni con la valida collaborazione di Monica e Piera due giudici del comitato di Varese, eccellente il loro lavoro.

La prima partenza vede le ostilità nella fascia “A”, il primo passaggio è di studio, poi è Andrea Mascheroni che rompe gli indugi portandosi appresso Alessio Tosato, (due senior) svelto nel capire le intenzioni del Verbanese, al secondo passaggio un’altra coppia si porta sulla testa della corsa, Giacomo Magni della pennelli cinghiale di Mantova e Michele Mascheroni, (due cad/jun) l’accordo è perfetto, il quartetto con cambi regolari guadagna inesorabilmente e dietro cala il sipario.

Molte sono le soluzioni possibili, ma francamente vedere sbucare sul rettilineo d’arrivo la coppia formata dai due leader del giro, i fratelli Mascheroni era la meno gettonata, strapazzati i due rivali diretti e arrivo a braccia alzate con vittoria per entrambi e consolidamento della leadership, in poche parole: un trionfo.

La seconda gara ricalca la prima, fuggono in quattro nelle fasi iniziali, tutto veterani con il leader di classifica Gianluca Vezzoli, il compagno di colori Guido Grandi, il Varesino Bruno Marini ed il corridore quasi di casa Gianluca Londoni del team Chiappucci di Como.

Anche per loro gara lineare sino all’ultima tornata quando iniziano i fuochi d’artificio che proiettano al comando Vezzoli e Londoni, la volata vede il Lariano sempre al comando con lì avversario che non riesce a superarlo, più staccati e solitari arrivano Marini e Grandi.

Colpo di mano del gentlemen Mauro Croci che sorprende il gruppo e si presenta da solo per la vittoria di categoria, mentre tra i super a primeggiare è Vittorio Bertoli della Bortolami di Milano, mentre Sergio Castoldi della polisportiva Besanese con la terza piazza, si conferma leader del giro di Como.

Trofeo BRN alla Bortolami di Milano che precede la Basso Toce di Verbania e la Novara che pedala di Novara.

Premiazioni presso la sede della ditta BRM con ristoro gradito da parte dei partecipanti e del folto pubblico presente.

 

                                                                                              Arnaldo Priori

 

FOTO PRIORI : 09.05.2010 Il Veterano Gianluca Londoni vittorioso a Cogliate

                                                                                       

 

CADETTI  JUNIOR
1 MICHELE MASCHERONI BASSOTOCE VB
2 GIACOMO MAGNI PENNELLI CINGHIALE MN
3 ANDRE BONOLLO GARBAGNATESE MI
4 MARIO ROMANO TEAM FERCA CO
5 LORENZO GUANZIROLI CORBETTESE MI
6 MARCO COLOMBO SEREGNO MI
7 OMAR AMATO CHIAPPUCCI CO
8 FABIO TREZZI TRABATTONI CO
9 SIMONE SALET LOGOS TRE MAGENTA MI
10 DANIELE FACCIO CERAMICHE LEMER MI
       
SENIOR
1 ANDREA MASCHERONI BASSOTOCA VB
2 ALESSIO TOSATO NEWSCICLISMO.COM VA
3 MARCO VALLANTE BASSOTOCE VB
4 ALESSANDRO BERTO OLYMPUS PV
5 DANIELE GARBOSSA BORTOLAMI MI
6 MIRKO PINTON NEWSCICLISMO.COM VA
7 EMANUELE MORANZONI NEWSCICLISMO.COM VA
8 ANGELO SPOSITO V.C. CADORAGO CO
9 ALESSANDRO NOVA BYROLL CO
10 JURI D’ANDREA TRABATTONI CO
       
VETERANI
1 GIANLUCA LONDONI TEAM CHIAPPUCCI CO
2 GIANLUCA VEZZOLI BORTOLAMI MI
3 BRUNO MARINI BESANESE VA
4 GUIDO GRANDI BORTOLAMI MI
5 MICHELE SPINOGLIO ZIBIDO SAN GIACOMO MI
6 ROBERTO MURA FITMONZA MI
7 ALESSANDRO SPERONI BESANESE VA
8 ALBERTO GIUDICI LOGOS TRE MAGENTA MI
9 MARCELLO TOTA BORTOLAMI MI
10 ROBERTO GOVERNALI VISUAL MI
       
GENTLEMEN
1 MAURO CROCI NOVARA CHE PEDALA NO
2 UMBERTO NAVA TRABATTONI CO
3 PLACIDO CARACI ZIBIDO SAN GIACOMO MI
4 ANDREA CATTANEO NOVARA CHE PEDALA NO
5 MASSIMO CORTI TEAM TREDICI CO
6 MARIO MOLTENI NOVARA CHE PEDALA NO
7 DOMENICO MERCURI V.C. CADORAGO CO
8 ROBERTO CARRAIN V.C. CADORAGO CO
9 ANTONIO SANGUIN MAKACO TEAM CO
10 FRANCO RIVOLTINI MAKACO TEAM CO
       
SUPER GENTLEMEN 
1 VITTORIO BERTOLI BORTOLAMI MI
2 SILVANO D’ANDRAE TEAM 99 MILANO
3 GIORGIO CASTOLDI BESANESE VA
4 SILVANO TALENTI V.C. CADORAGO CO
5 GIANFRANCO BERTO TEAM BREVIARIO
6 SERGIO ARMELLONI TEAM PERUFFO VA
7 MASSIMILIANO MANENTI GAGGIANO MI
8 RENATO BETTIGA DELEBIO CO
9 WALTER BORDIN ZIBIDO SAN GIACOMO MI
10 FABIO CARCANO BESANESE VA
       
SOCIETA
1 BORTOLAMI BIKE ACTION MI
2 BASSO TOCE VB
3 NOVARA CHE PADALA NO
4 POLISPORTIVA BESANESE VA
5 NEWSCICLISMO.COM VA

 

 

10.05.2010 – DOMENICA 9 MAGGIO 2010 AD INVORIO (NOVARA) ROBERTO LAROCCA CONQUISTA IL PRIMO SUCCESSO STAGIONALE PER IL TEAM ALLIEVI

        

10.05.2010 : IL NOSTRO TRICOLORE - OMAGGIO A CHI SI E' SACRIFICATO PER FARCI GRANDI

 

Categorie Allievi-Juniores

Oggetto: COMUNICATO-STAMPA n. 15/10 del 10 maggio 2010

ROBERTO LAROCCA ROMPE IL GHIACCIO A INVORIO (NO) E REGALA AL TEAM IL PRIMO SUCCESSO NELLA CATEGORIA ALLIEVI. JUNIORES SENZA SQUILLI A PETTENASCO E A LOANO.

Il primo successo stagionale per il Madonna di Campagna nella categoria Allievi è arrivato ieri mattina nel 16° Trofeo Comune di Invorio (No) per merito di Roberto Larocca, che sul traguardo in leggera salita (nella foto) ha regolato nettamente allo sprint il compagno di fuga Nicolò Testa.

La gara, svoltasi su 6 giri di un circuito di 10 km, ha richiamato al via ben 105 concorrenti di varie regioni e si è risolta all’inizio del penultimo giro con la fuga di Larocca e Testa, i quali, grazie al prezioso lavoro di copertura svolto in gruppo dai rispettivi compagni di squadra, hanno poi fatto gara a sé fino all’arrivo. Nella volata finale, senza storia, Testa è partito da lontano, ma Larocca non si è lasciato sorprendere e ai 100 metri ha scavalcato l’avversario, cogliendo la sua prima vittoria nelle categorie agonistiche, dopo alcuni successi conseguiti tra i Giovanissimi. Da segnalare, nella stessa gara, anche l’8° posto di Mattia Viel, il quale, sottoposto al consueto marcamento, ha agevolato la fuga di Larocca e poi gli ha protetto le spalle con grande bravura.

Senza squilli, invece, la domenica agonistica degli Juniores, che erano impegnati su due fronti: nella gara nazionale di Loano (Sv) e a Pettenasco (No) nel Giro della Castellania del Lago d’Orta.  I ragazzi del Madonna di Campagna si sono comportati dignitosamente in entrambe le corse, senza tuttavia ottenere risultati di rilievo. Il risultato migliore è il 13° posto di Daniel Gambaruto a Pettenasco.

Ufficio Stampa:     3395476314           madonnadicampagna@infinito.it

10.05.2010 – LE VARIE CLASSIFICHE DEL GRAN GALA’ DEL CICLISMO INTERNAZIONALE AGGIORNATE A DOMENICA 9 MAGGIO 2010

 

 

dal quadro del Maestro Nicola Pankoff 1987 corridori in fuga per la vittoria nelle varie classifiche del Gran Galà

Premio Italia: Petacchi di nuovo leader

 


Il Giro d’Italia ha appena affrontato i suoi primi chilometri in terra d’Olanda, ma è già stato in grado di offrire sorprese e rivolgimenti che lasciano ben sperare in vista delle prossime tre settimane di grande ciclismo. E lo stesso vale per il Gran Gala Ciclistico Internazionale: i primi due arrivi di tappa hanno distribuito pochi punti, ma sufficienti a causare variazioni importanti nelle graduatorie speciali.

In particolare, è bastato un quinto posto nella volata di Utrecht ad Alessandro Petacchi per ritrovare la vetta del Premio Italia – GP La Tiesse: era ridottissimo il gap del velocista spezzino rispetto al precedente leader Scarponi, che avrà a sua volta numerose opportunità per cercare di rendere il favore sulle strade del Giro. Alle loro spalle troviamo Riccardo Riccò al terzo posto, seguito da Stefano Garzelli e Matteo Montaguti.

Non cambia il leader, invece, nel Mondiale Costruttori – GP Somec, dove resiste il margine di Specialized nei confronti del primo inseguitore Pinarello. Conferma anche per Ridley in terza posizione, mentre Scott guadagna la quarta posizione ai danni di Canyon, che dovrà ora guardarsi anche dalla prevedibile risalita di BMC.

Nessun gara valida per il Premio Italia Donne – GP 2M Decori per questa settimana: ritroviamo quindi Giorgia Bronzini saldamente in prima posizione, seguita nell’ordine da Noemi Cantele, Monia Baccaille, Elena Berlato e Tatiana Guderzo.
 

Tutto invariato nella classifica  del Premio Italia Under 23 – GP ZG Mobili  dove Enrico Battaglin mantiene salda la prima posizione con 95 punti, ben 58 in più rispetto al secondo Tomas Alberio. Immediatamente dietro di lui il compagno di squadra della Trevigiani Angelo Pagani (pt. 36), mentre ancora “fuori da podio” Giacomo Nizzolo e Andrea Pasqualon, fermi entrambi a 31 punti.

Conegliano (TV), 10 maggio 2010

*****************************


Le Classifiche
(aggiornate al 9.5.2010)
 

CHALLENGE MONDIALE COSTRUTTORI – G.P. SOMEC

Il Mondiale Costruttori è una competizione esclusiva, che premia l’azienda produttrice di biciclette che, al termine della stagione ciclistica, mediante le prestazioni dei corridori appartenenti alle squadre fornite, riuscirà ad accumulare il maggior numero di punti. Tutti i più grandi eventi del ciclismo Internazionale, in linea ed a tappe,  raggruppati in un apposito calendario, concorreranno a modellare le posizioni del Mondiale Costruttori. Si assegneranno punti, per le corse in linea, limitatamente alle prime posizioni, mentre, per quanto riguarda le corse a tappe, saranno considerate sia la classifica finale sia le classifiche di tappa, comunque limitatamente ai primi classificati.


POS     COSTRUTTORE      PUNTI
1        SPECIALIZED              2040
2       PINARELLO                 1820
3       RIDLEY                       990
4       SCOTT                        925
5       CANYON              860
 

 

 

PREMIO ITALIA – G.P. LA TIESSE

Il Premio Italia è una challenge riservata a tutti i corridori professionisti italiani. La classifica è stilata in base ai risultati ottenuti dai corridori italiani nelle principali e più importanti gare del calendario internazionale ed italiano. Per quanto riguarda le gare a tappe, vengono prese in considerazione i tre grandi giri e le principali corse di una settimana, a livello internazionale, e le competizioni italiane del calendario continentale fino alla categoria 2.1. Vengono assegnati punti sia per le singole tappe che per le classifiche finali. Per quanto concerne invece le competizioni in linea, sono assegnati punti per le gare più importanti del panorama internazionale, oltre alle competizioni italiane del calendario continentale fino alla categoria 1.1.


POS     CORRIDORE                 SQUADRA                    PUNTI
1       Alessandro PETACCHI     LAMPRE – FARNESE VINI   385
2       Michele SCARPONI         ANDRONI GIOCATTOLI               380
3       Riccardo RICCO’         CERAMICA FLAMINIA                285
4       Stefano GARZELLI         ACQUA&SAPONE             275
5       Matteo MONTAGUTI         DE ROSA – STAC PLASTIC  175

 

PREMIO ITALIA DONNE – G.P. 2M DECORI

Il Premio Italia Donne è una challenge riservata a tutti a tutte le atlete italiane di categoria elite. Concorreranno alla struttura della classifica sia gare a tappe che gare in linea del calendario internazionale. Per quel che concerne le gare in linea, verranno prese in considerazione, limitatamente alle prime posizioni, tutti gli eventi di Coppa del Mondo e tutte le corse in linea del calendario internazionale di categoria 1,1, oltre ai campionati nazionali, mondiali e alle gare dei Giochi Olimpici. Per quel che concerne le gare a tappe, verranno  prese in considerazione tutte le gare del calendario internazionale di categoria 2,1, a cominciare dal Giro d’Italia Femminile e dalla Route de France, i grandi giri al femminile, limitatamente alle prime posizioni delle sole classifiche finali.

POS     CORRIDORE                 SQUADRA                             PUNTI
1       Giorgia BRONZINI         SAFI – PASTA ZARA – TITANEDI    415
2       Noemi CANTELE   HTC – COLUMBIA WOMEN             150
3       Monica BACCAILLE         TEAM VALDARNO                     120
4       Elena BERLATO   TOP GIRLS FASSA BORTOLO–GHEZZI  110
5       Tatiana GUDERZO TEAM VALDARNO                     100
 

 

 

PREMIO ITALIA UNDER 23- G.P. ZG MOBILI

Il Premio Italia Under 23, è una challenge riservata ai corridori affiliati in formazioni trivenete della categoria Under 23. La graduatoria tiene in considerazione i soli corridori italiani e viene stilata in base ad una tabella punteggi predeterminata  che considera corse nazionali ed internazionali sia a tappe che in linea del calendario Under 23.


POS     CORRIDORE                  SQUADRA                                            PUNTI
1       Enrico BATTAGLIN         ZALF DESIREE FIOR                         95
2       Tomas ALBERIO   TREVIGIANI DYNAMON BOTTOLI      37
3       Angelo PAGANI            TREVIGIANI DYNAMON BOTTOLI      36
4       Giacomo NIZZOLO TREVIGIANI DYNAMON BOTTOLI      31
        Andrea PASQUALON         ZALF DESIREE FIOR                         31
5       Marco CANOLA             ZALF DESIREE FIOR                         30

Per consultare le classifiche complete e per maggiori informazioni www.grangalaciclistico.it

——————————————————————
GRAN GALA CICLISTICO INTERNAZIONALE

Ufficio Stampa
Vitesse snc
Tel. +39/06.58.33.42.11
Fax +39/06.58.33.39.06
e-mail: press@grangalaciclistico.it
www.vitesseonline.it




10.05.2010 – BRUGHERIO : DOPPIA GARA ESORDIENTI

Si sono svolte oggi a Brugherio due gare esordienti organizzate dalla SC Brugherio Sportiva e valevoli come BCC Challange di Carugate, folta è stata la partecipazione di corridori provenienti da diverse province lombarde ma anche dal Piemonte e dall’Emilia Romagna per un totale di 170 atleti.
Nei primi anni dopo una gara che non ha visto fughe decisive è stato il piemontese Davide Finatti della SC Galliatese ad aggiudicarsi la medaglia d’oro Cesare Curti a.m. con una bella volata precedendo il favorito Simone Piccolo del Velosport Abbiategrasso già vincitore di tre gare ed il varesino Simone Baggio del GS San Pietro anche lui vincitore quest’anno di una gara a Caravate. Per Finatti si tratta del secondo successo dopo quello ottenuto lo scorso 25 aprile a Lumellogno in provincia di Novara.
Gara ricca di spettacolo invece nei secondi anni dove è stato netto il dominio del Velosport Abbiategrasso con Moschetti Matteo che si è imposto in solitaria

Matteo Moschetti

aggiudicandosi così la meaglia d’oro alla a.m. Concetto e Crocefissa La Punta davanti al compagno Colombo Raul giunto a 45 secondi che ha regolato a sua volta il gruppetto inseguitore, terzo classificato Sculco Mattia del GSC Comerio. Per Moschetti invece è il terzo centro stagionale dopo Caponago e San Giuliano Milanese, per lui anche due secondi posti a Bussero e Turbigo. Per la squadra di casa composta da Federico Ricci, Edoardo Broggini, Davide Pesenti ed Andrea Passoni niente piazzamenti ma tanta grinta davanti al proprio pubblico, per loro sicuramente un piazzamento non tarderà ad arrivare.
 
 
 
 
Cordiali saluti
Emanuele Brugali
SC Brugherio Sportiva

10.05.2010 – ETNA MARATHON CUP 2010 : RISULTATI

Elizabeth Scalia e Nina Gulino

Domenica 9 Maggio 2010

Comunicato n. 7

 Ad Alessandro Migliore l’Etna Marathon 2010

 MILO (CT)

 Alessandro Migliore, 34 anni, Master 1 della Parco Bike di Palermo, è il vincitore della quarta edizione dell’Etna Marathon di mountain bike, organizzata dalla Mongibello Mtb Team con il patrocinio del Comune di Milo che ha registrato la partecipazione di 300 bikers provenienti da varie parti della Sicilia, Italia ed Europa.

IL PERCORSO – Bellissima giornata di sport nel territorio etneo baciato da un cocente sole e da una temperatura ideale per una gara di Marathon che si è rivelata molto dura a causa del tracciato vallonato e dal fondo misto, caratterizzato dal tipico basolato etneo, da sabbia vulcanica, terra e rocce. 63 km vissuti tutti d’un fiato con il Gpm a metà percorso a quota 1632 m, un complessivo dislivello di 1750 m e l’impegnativa discesa di 10 km che ha fatto ritornare i bikers nella centrale Piazza Belvedere a Milo.

LA CRONACA – Prima parte dell’Etna Marathon (valida anche per il campionato regionale di specialità) dominata dal favorito Mirko Farnisi dell’Open Hicker. Il ragusano dimostra subito di avere una marcia in più e guadagna sugli immediati inseguitori circa 4 minuti. Alle sue spalle il più tenace è Alessandro Migliore che stacca il resto del gruppo e risale sulla testa della corsa, con Farnisi molto sfortunato per una foratura al trentesimo km che ha compromesso il suo cammino (arriverà soltanto 13°). Per Migliore, che ha dedicato la vittoria alla moglie Daniela, sorpasso e cavalcata solitaria sino all’arrivo, tagliato dopo 3 ore e 15 minuti di fatica. Al secondo posto Domenico Macrì (Anastasio Barbagallo), terzo e in netto recupero nella parte conclusiva il parmense David Moalli della Free Bike Fornovo.

Bellissima la lotta al femminile con il testa a testa tra Elizabeth Scalia (Mongibello Chix) e Nina Gulino (Team Bikes Ragusa). La Scalia non ha avuto rivali in salita e ha lasciato la compagnia, passando a metà percorso con 3’ di vantaggio sulle altre. Nella seconda parte rimonta super per la Gulino giunta seconda a una manciata di secondi dalla vincitrice.

ESCURSIONISTI E VERA CARRARA – Battaglia anche tra i tanti escursionisti che si sono cimentati con il percorso corto di 28 km. La vittoria è andata ad Alessandro Marchese davanti a Giovanni Basso.

Tra le donne davanti a tutte Vera Carrara, special guest dell’Etna Marathon 2010. “Un colpo di frusta e poi l’influenza non mi hanno permesso di disputare il percorso agonistico ma mi sono divertita ugualmente in un percorso bellissimo e unico – ha detto la bergamasca, ex ciclista su strada e su pista della Nazionale –. Mi auguro che i campionati italiani nel 2012 vengano assegnati a Milo. L’entusiasmo degli organizzatori andrebbe premiato. Inoltre il percorso è ottimo e ancor di più il clima. Tutti vanno in Spagna per gli allenamenti invernali, ma si può fare una preparazione ideale anche in Sicilia”.

IL BILANCIO DI MAURIZIO SCALIA – Soddisfatto al termine dell’Etna Marathon 2010 il presidente della Mongibello Mtb Team, società organizzatrice. “E’ andato tutto per il verso giusto in questo weekend cominciato venerdì con l’apertura dei sentieri permanenti e proseguito sabato con l’Etna Mini per i più piccoli e con il seminario sulla preparazione atletica di Omar Beltran nella quale è stato presente anche l’assessore regionale allo Sport, Nino Strano. Ringrazio l’amministrazione comunale di Milo, gli sponsor, i volontari e quanti hanno collaborato con noi. Il nostro progetto continua. Per il prossimo anno vogliamo che l’Etna Marathon entri a far parte del Marathon Tour e dobbiamo lavorare tanto per la candidatura di Milo al Campionato Italiano di Marathon del 2012”.

ORDINE D’ARRIVO ASSOLUTO:

 

1)     Migliore Alessandro (Parco Bike)

2)     Macrì Domenico (Anastasio Barbagallo)

3)     Moalli David (Free Bike Fornovo)

4)     Ioppolo Marco (Team Meca)

5)     D’Izzia Emanuele (Mtb Club Vittoria)

6)     D’Amato Fabio (Omnia Acate)

7)     Strinati Gerlando (Special Team 22)

8)     Vespro Giancarlo (Mtb Club Vittoria)

9)     Cutrò Fernando (Sikani Bike)

10) Spampinato Alessandro (Torpado 4US)

VINCITORI E CAMPIONI REGIONALI MARATHON PER CATEGORIA:

Donne Elite: Gulino Nina (Team Bikes Ragusa)

Elite Sport: D’Izzia Emanuele ( Mtb Club Vittoria)

Master 1: Migliore Alessandro (Parco Bike)

Master 2: D’Amato Fabio (Omnia Acate)

Master 3: Macrì Domenico (Anastasio Barbagallo)

Master 4: Rizzo Fabio (Olympia Agrigento)

Master 5: Rizzo Maurizio (Olympia Agrigento)

Master 6: Accetta Ignazio (Mtb Ragusa)

Open: Farnisi Mirko (Open Hicker)

Master Woman 1: Scalia Elizabeth (Mongibello Mtb Team)

Master Woman 2: La Malfa Lorella (Special Team 22)

  www.mongibelloteam.com

Giuseppe Scordo

(3495312165)

Alessandro Migliore al traguardo

10.05.2010 – GIRO DELLA CASTELLANIA

 

 

Nicola Pesenti

 

 

TREVIOLO (BG), 9 maggio 2010

 

 

COMUNICATO STAMPA 08/09-05-2010

Pesenti secondo nel Giro della Castellania.

For 3 Semperlux Astro ancora vicina al successo 

TREVIOLO (BG) – Sulle strade care a Fausto Coppi la formazione Juniores della For 3 Semperlux Astro va ancora vicinissima al primo successo della stagione piazzando sul secondo gradino del podio del Giro della Castellania il giovane Nicola Pesenti (nella foto) e al quinto posto Fausto Masnada.

La gara con partenza da Pettinasco, nel Novarese, e arrivo in salita (3 km di ascesa finale con pendenze decisamente impegnative) a Pratolungo dopo 112 km, è stata vinta da Davide Iannuzzi della società Verbania.

Per i ragazzi della For 3 la conferma di un ottimo momento di forma dopo il secondo posto di Masnada ed il sesto di Pesenti ottenuti la scorsa domenica, sempre in salita, a Palù di Giovo.

 

 

Il gruppo si è presentato compatto ai piedi della salita finale. Gran lavoro di Emanuele Cacciamali per portare davanti i compagni Pesenti e Masnada. È proprio quest’ultimo a sferrare il primo attacco, ma è subito chiuso dai ragazzi della Prealpino. Poco dopo è quindi Sogne ad andare all’attacco subito tallonato da Iannuzzi ed i due prendono un piccolo margine di vantaggio. Pesenti resiste alla grande, va del suo passo, e si porta dietro il compagno Masnada. Nel tratto conclusivo, forse un po’ troppo tardi, si accorge di stare molto bene e fa una progressione finale che gli permette di superare in seconda posizione Sogne, ma per un nulla deve cedere il passo al vincitore Iannuzzi.

 

Fotografa il positivo momento della sua squadra il direttore sportivo della For 3 Semperlux Astro Diego Ferrari:“Restiamo tranquilli senza esaltarci troppo. Sicuramente i ragazzi stanno dimostrando di andare davvero forte in salita. La sorpresa maggiore è quella di Pesenti perché nemmeno lui si aspettava di andare così bene. Di Masnada, invece, conoscevamo bene le sue doti da scalatore. Sono molto soddisfatto anche in considerazione del fatto che i ragazzi avevano già speso parecchio ieri nella cronometro di Monticelli Brusati e che ancora non sono al top della condizione perché impegnati con la scuola”.

 

La prossima settimana la For 3 Semperlux Astro sarà impegnata nel pomeriggio di sabato nella cronometro a squadre di Treviolo, nel Bergamasco, valevole anche quale prima prova della Coppa Orobica, mentre domenica trasferta a Fiorenzuola d’Arda.

 

ORDINE D’ARRIVO: 1. Davide Iannuzzi (Verbania) km 112 in 2h42’20” media 41,346 km/h, 2. Nicola Pesenti (For 3 Semperlux Astro) a 3”, 3. Andrea Sogne (Gs Prealpino), 4. Davide Cecchini (Vigor Cycling Team) a 10”, 5. Fausto Masnada (For 3 Semperlux Astro), 6. Marco Tizza (Massì Supermercati Brivio) a 40”, 7. Walter De Vecchi (Vc Esperia Piasco), 8. Pietro Lenzi (Sc Cene), 9. Edoardo Rinaldi (Sc Cene), 10. Umberto Marengo (UCAB Biella Biringhello).

Giorgio Torre

Addetto Stampa For 3 Semperlux Astro

Cell. 329.4131701

bicibg@gmail.com

sito internet: www.for3.it

10.05.2010 – Enrico Battaglin vince i Muri del Fermano

2° GIRO DEL FERMANO – M. S. Pietrangeli

La vittoria di Enrico Battaglin

Gara riservata alle categorie under 23 ed elite.

Terza ed ultima frazione del Giro del Fermano 2010, sulla distanza di km. 124 (circuito M. S. Pietrangeli, Francavilla D’Ete, Sp 37 – Incrocio Sp 114 – Incrocio Sp 72 – M. S. Pietrangeli) da ripetere 8 volte

09 Maggio 2010 – Partenza prevista alle ore 14,00.

3 Trofeo Memorial Ippolito Matricardi

Prova per il Trofeo Cappello D’Oro e prova di campionato provinciale.

Stabiliamo il collegamento con i nostri informatori su moto Gaetano Gazzoli, Adriano Spinozzi e Simone Gazzoli.

Mancano pochi minuti alla partenza.

E’ presente il C.T. della Nazionale Marino Amadori.

Alle ore 14.00, dalla piazza di M.S. Pietrangeli, si muove la carovana per portarsi al km. 0 per il via ufficiale.

Sono 176 al via. Si osserva un minuto di raccoglimento in memoria di Francesco Funari.

Il mossiere è il primo cittadino Sig. Brandimarti.

Partenza ufficiale alle ore 14,05.

Prima foratura di giornata per Davide Censori il n. 11 del Team Monturano Civitanova Marche Cascinare, prontamente assistito dal Team FSA.

km. 2 – Gruppo compatto.

km. 5 – Gruppo compatto.

km. 6 – Gruppo compatto.

km. 8 – Gruppo compatto.

km. 10 – Gruppo compatto andatura moderata. Rientrano in gruppo tre corridori della Carmiooro NGC.

km. 12 – Attacco del n. 179 Mattia Fraternali, vantaggio minimo.

km. 13 – Ripreso Fraternali, gruppo compatto.

km. 14 – Bagarre in testa, il n. 64 Matteo Rabottini lancia un attacco a 7 e si porta a ruota il n. 138 Manuel Capillo, n. 93 Alessio Camilli, 23 Federico Rocchetti, 207 Stefano Agostini, 29 Alfio Locatelli ed il n. 27 Andrea Magni, si aggiungono altri 4 i n. 12 Matteo Ciavatta, 209 Giorgio Cecchinel, 24 Tedeschi Mirko ed il n. 188 Andrea Girardini.

km. 15,5 – Passaggio sotto l’arrivo alle ore 14,30, il vantaggio dei fuggitivi è di 15 secondi. Sette giri alla conclusione.

km. 18 – Il gruppo si avvicina ai fuggitivi.

km. 21 – Gruppo compatto.

km. 22 – In prima posizione sul gruppo Federico Rocchetti del Team Casati NGC Perrel.

km. 23 – Otto corridori all’attacco.

Sono i n. 209 Cecchinel, 23 Rocchetti, 138 Capillo, 12 Ciavatta, 64 Rabottini, 29 Locatelli, 207 Agostini, 93 Camilli ed hanno un vantaggio di 25 secondi.

km. 25 – Situazione invariata, i fuggitivi hanno sempre 25 secondi.

km. 26 – 5 km. al passaggio sotto l’arrivo e conclusione del secondo giro.

km. 27 – Il ritardo del gruppo sale a 38 secondi.

km. 28 – Saliamo verso M.S. Pietrangeli, il vantaggio dei fuggitivi scende a 30 secondi. 3 km. dal passaggio in zona arrivo.

km. 30 – Vantaggio dei fuggitivi 35 secondi. In testa al gruppo allungano i n. 5 Ivanou ed il n. 10 Fabrizio Venezia, raggiunti dal n. 36 Scotti, il gruppo perde qualche secondo.

km. 31 – Otto al comando, si avvicinano i tre inseguitori, il gruppo è a 40 secondi.

Si conclude il secondo giro, il gruppo sta per recuperare i tre contrattaccanti si porta a 25 secondi.

Transitano gli otto fuggitivi, il gruppo ha recuperato i contrattacanti e si porta a soli 15 secondi. Ore 14,52.

km. 32 – Otto corridori al comando Ciavatta, Cecchinel, Rocchetti, Capillo, Rabottini, Locatelli, Agostini e Camilli, il gruppo a 15 secondi.

km. 33 – Termina la discesa, dirigiamo verso il GPM. Dai fuggitivi si rialza Cecchinel, restano in sette. Siamo a 200 metri dal primo Gpm. dove transitano nell’ordine il n. 23 Rocchetti davanti al n. 12 Ciavatta ed al n. 138 Capillo.

km. 34 – Dopo il GPM il gruppo torna compatto.

km. 36 – Gruppo compatto.

km. 38 – Gruppo compatto.

km. 40 – Gruppo compatto, in testa la Zalf, Futura Team Matricardi, Monturano Civitanova Marche Cascinare, Trentino, Calzaturieri Montegranaro Marini Silvano.

km. 41 – Attacco del n. 49 Alessandro Malaguti, vantaggio minimo, ripreso dopo pochi metri, gruppo compatto.

km. 42 – Nuovo attacco del n. 31 Roletti del Team Palazzago, vantaggio 10 secondi.

km. 43 – Dal gruppo esce il n. 96 Ciommi che si accoda al fuggitivo.

km. 45 – Diventano due al comando, dal gruppo esce il n. 184 Stacchiotti a 10 secondi, il gruppo a 15 secondi.

km. 46 – Roletti e Ciommi al comando, il gruppo recupera Stacchiotti e si porta ad appena 10 secondi dai due fuggitivi. A condurre il gruppo la Brunero.

km. 46,5 – Gruppo compatto. Passaggio in zona arrivo, si conclude il terzo giro, cinque giri al termine, ore 15,17.

km. 47 – Allungo del n. 186 del Team Trentino Marco Bonan, vantaggio minimo.

km. 49 – Ancora Bonan al comando.

km. 51 – Raggiunto Bonan, gruppo compatto.

km. 52 – Superiamo Francavilla D’Ete, dirigiamo verso il Gpm.

km. 53 – Gruppo compatto.

km. 55 – All’attacco il n. 24 Mirko Tedeschi ed il n. 144 Davide Pacchiardo. vantaggio 10 secondi.

Sui due arriva il n. 108 Pozzo.

km. 56 – Tre uomini al comando, vantaggio minimo.

km. 57 – Gruppo compatto.

km. 58 – Gruppo compatto.

km. 60 – Gruppo compatto. Allungo di Leandro Cotesta, ripreso.

km. 61 – Gruppo compatto pilotato dai corridori del Team Monturano Civitanova Marche Cascinare, Team Palazzago e Casati Ngc Perrel.

km. 62 – Passaggio in zona arrivo, mancano 4 giri al termine, 15,41.

km. 65 – Attacco a due in discesa verso Francavilla D’Ete, trattasi del n. 61 Giampaolo Moreno e del n. 70 Corrado Lampa, vantaggio minimo.

km. 66 – Cede Giampaolo, ma arriva Sintsov, al Gpm. transita primo il n. 70 Lampa, secondo il n. 167 Sintsov, terzo a 50 metri il n. 138 Capillo che guida il gruppo.

km. 68 – Invariata la situazione.

km. 70 – Al comando il n. 70 Lampa ed il n. 167 Sintsov, a 10 secondi 19 contrattacanti, a 20 secondi il gruppo.

km. 72 – Sempre Lampa e Sintsov al comando, il gruppo si avvicina ai contraccanti, li riprende e recupera anche i due fuggitivi.

km. 74 – Gruppo compatto.

km. 75 – Gruppo compatto.

km. 76 – Attacco a sei, sono i n. 167 Sintsov, 68 Celano, 95 Di Battista, 104 Di Leo, 212 Collodel e 92 Sartore, vantaggio 15 secondi.

km. 77 – Dai fuggitivi perde contatto il n. 92 Sartore, ma non c’è accordo tra loro ed il gruppo si avvicina.

Dal gruppo di sgancia il n. 9 Rufo che si porta in testa. Arrivano altri 3 sui fuggitivi il 92 Sartore, il n. 21 Marchetti ed il n. 187 Concini.

km. 78,5 – Il gruppo bracca i fuggitivi. Tre giri alla conclusione.

Gruppo di nuovo compatto alle ore 16,05.

km. 80 – Gruppo compatto.

km. 82 – Gruppo compatto.

km. 84 – Gruppo compatto, dirigiamo verso il terzo Gpm.

Questo il passaggio, primo il n. 23 Rocchetti, secondo il n. 138 Capillo, terzo il n. 66 Arredondo.

km. 85 – Gruppo compatto.

km. 86 – Gruppo compatto al termine della discesa.

km. 87 – Gruppo compatto.

km. 88 – Attaccano i n. 21 Marchetti e 145 Polivoda, vantaggio 15 secondi.

km. 89 – Altro rilevamento tempi, 20 secondi.

km. 90 – Aumenta il vantaggio dei fuggitivi, 22 secondi sul gruppo.

km. 92 – Aumenta il vantaggio dei fuggitivi, 35 secondi.

km. 93 – Aumenta ancora il vantaggio di Marchetti e Polivoda, 50 secondi sul gruppo.

km. 94 – Recupera il gruppo, si porta a 40 secondi dai fuggitivi.

km. 95 – Passaggio in zona arrivo, due giri alla conclusione, il gruppo accusa un ritardo di 35 secondi. Al contrattacco si portano i n. 13 D’Ambrosio ed il n. 187 Concini, ore 16,30.

km. 96 – In discesa, al comando Marchetti (n. 21 – Casati Ngc Perrel e n. 145 Polivoda – Brunero), a 33 secondi il n. 13 Matteo D’Ambrosio ed il n. 187 Concini, a 45 secondi il gruppo.

km. 98 – Due corridori al comando, leggero recupero degli inseguitori, dirigiamo verso la zona del Gpm. Polivoda si rialza e Marchetti resta solo al comando. Il gruppo recupera e si porta a 25 secondi dal fuggitivo.

km. 100 – Al comando Marchetti, a 10 secondi Polivoda, il gruppo ha un ritardo di 25 secondi.

km. 102 – Situazione invariata.

km. 104 – Al comando il n. 21 Marchetti, a 15 secondi il n. 145 Polivoda, a 25 secondi il gruppo.

km. 105 – Al comando il n. 21 Marchetti, il gruppo accusa un ritardo di 40 secondi.

km. 106 – Recupera il gruppo, si porta a 28 secondi.

Siamo a 4 km. dal passaggio in zona arrivo.

km. 107 – Ritardo del gruppo, 15 secondi. Al contrattacco escono i n. 138 Capillo, 187 Concini, 70 Lampa, 72 Losani, 198 Piccin, 95 Capponi, 207 Agostini e 195 Favrello.

km. 108 – Viene recuperato il fuggitivo Marchetti, sono in nove al comando, il gruppo a 10 secondi, in recupero.

km. 109 – Il gruppo recupera il fuggitivo e compatto transita in zona arrivo, inizia l’ultimo giro, alle ore 16,54, conduce il n. 70 Lampa.

km. 110 – Siamo in discesa verso Francavilla D’ete, gruppo compatto.

km. 112 – Attacco del n. 66 Arredondo, dirigiamo verso la zona del Gpm., vantaggio minimo, dal gruppo esce Di Carlo del Futura Team Matricardi, si accoda ad Arredondo, si avvicina il gruppo.

km. 114 – Situazione ancora fluida.

km. 116 – Insiste Arredondo, insiste anche Di Carlo, il gruppo è sempre più vicino. Sono in due al comando, ma arriva anche il n. 215 Zanco.

km. 118 – Tre uomini al comando, i n. 66 Arredondo, 4 Di Carlo e 215 Zanco.

Stava per agganciarsi anche il n. 146 Barindelli, ma non gli è riuscito l’aggancio. A 15 secondi i n. 12 Ciavatta, 95 Di Battista, 102 Romoli, 146 Barindelli e 220 Marcolin, il gruppo è a 25 secondi.

km. 120 – Restano al comando i tre fuggitivi, Arredondo, Zanco e Di Carlo, il gruppo a 25 secondi. Mancano 6 km. alla conclusione. Il gruppo alle spalle dei fuggitivi è composto da circa 40 unità.

km. 122 – Il gruppo recupera, si porta a 15 secondi.

km. 123 – Il gruppo è a 10 secondi, guidato dal n. 56 Marco D’Urbano.

km. 124 – Dal gruppo escono Di Battista, Ivanov e Taddei si portano a 10 secondi, il gruppo guidato da Concini è a 15 secondi.

km. 125 – Due km. alla conclusione, gruppo compatto alle spalle dei tre fuggitivi, rilancia Di Carlo, lo segue Zanco, in terza posizione Arredondo.

Ultimo km., tre al comando, gruppo a 15 secondi.

Al comando Di Carlo, Arredondo, Di Carlo, intanto si sta avvicinando alla testa Matteo Gozzi, ma arriva il gruppo. Scatta Piscopiello dal gruppo.

Gruppo compatto ai duecento metri.

Spunta dal gruppo Enrico Battaglin della Zalf Desiree Fior che vince a M.S.Pietrangeli alle ore 17,17.

Enrico Battaglin bissa il successo di ieri e vince la Classifica a punti, tappa e combinata.

Al secondo posto il n. 101 Fabio Piscopiello della Vega Prefabbricati Montappone Zeppa Bike al terzo Federico Rocchetti il n. 23 della Casati Ngc Perrel.

Tempo del vincitore 3h,13 – media 38,549.

Podio Muri del Fermano

 

Team Pierantozzi

Umberto Martinelli

Donatella Silenzi

M. Ranghelli

R. Pierantozzi

09.05.2010 : THE OLANDESE FRIEND OF GIRO D’ITALIA, MR. WIM MENSEN

Mr WIM MENSEN : alla partenza del Giro d'Italia da Amsterdam

Good morning Mr. Mensen.

Thank you for this photo from your italians friends Vito Bernardi and my wife Dina.

Un CIAO!!!!!

Dina and Vito Bernardi

director of : www.pedaletricolore.it

09.05.2010 : NICOLA ROSSI TRIONFA NEL BRACCIALE DEL CRONOMEN A MONTICELLI BRUSATI (BRESCIA)

FOTO RODELLA : Nicola Rossi a Monticelli Brusati

FOTO RODELLA : Nicola Rossi in azione a Monticelli Brusati

Storico podio per il Gs Workservice Brenta alla cronometro indicativa pre-
mondiale di Monticelli Brusati (BS) . Il campione italiano allievi Nicola
Rossi, al primo anno nella nuova categoria vince sui 16 km di percorso con
22’32 sul figlio d’arte Martinelli (22’56) e per un solo secondo si piazza
terzo il compagno di team Christian Aretino (22’57).

Un trionfo per i ragazzi del presidente Massimo Levorato, che conquistano così
il 4° successo stagionale sopra bici De Rosa.

1. ROSSI Nicola Work Service Brenta
2. MARTINELLI Davide Gc Feralpi a 23”
3. ARETINO Cristian Work Service Brenta a 25”
4. BARDELLONI Davide Aspiratori Otelli Caseifici Zani a 26”
5. MAGGI Glauco Sc Romanese a 36”
6. BETTIOL Alberto Stabbia Ciclismo a 49”
7. ANALFINO Antonio Iperfinish Fm Plastica Stabbia a 54”
8. TONELLI Alessandro Trissa Team Lvf a 56”
9. LICHERI Romano Biringhello Ucab Biella a 1’03”
10. MAROLA Matteo Andreotti Auto Tecnoplast a 1’03”

(Foto Rodella)

Ufficio Stampa
Dott.ssa Ilenia Lazzaro
349-2257158

FOTO RODELLA : Nicola Rossi con Dirigenti e Compagni di squadra

FOTO RODELLA : La Coppa del Bracciale del Cronomen prova di Monticelli Brusati (Brescia)

09.05.2010 – PINOCCHIO IN BICICLETTA : GROSSO SUCCESSO DEL CICLISMO GIOVANILE ALESSANDRINO

 

        COMITATO PROVINCIALE DI ALESSANDRIA 

 pinocchio in bicicletta           

Grande successo delle due ruote  alessandrine          

Montecatini – 7-8 Maggio 2010.

Grazie al lavoro capillare svolto nelle scuole primarie della provincia dal comitato provinciale FCI e principalmente dal suo presidente Cioccolo e dal suo collaboratore Acampora che ne è stato anche l’accompagnatore, per la prima volta in assoluto, Alessandria ha avuto l’onore di partecipare alla manifestazione giovanile a carattere nazionale gestita dalla FCI stessa e dalla Fondazione Monte dei Paschi di Siena denominata: Pinocchio in Bicicletta con la classe V° della primaria “G. Lanza” di Ticineto, vincitrice della fase provinciale.

Al cospetto di oltre 24 classi provenienti da ogni regione italiana, i ragazzi hanno dimostrato una maturità e capacità tali da finire la prima manche in prima posizione e di concludere al secondo posto della classifica finale preceduti dall’altra compagine piemontese, Savigliano, per l’inezia di 25 centesimi di secondo e di ottenere il miglior tempo assoluto di giornata con un suo concorrente: Jan Marin.  Da far notare anche che le altre classi erano composte da 25/30 alunni, contro i soli 12 del piccolo comune alessandrino e che la somma dei tempi era fatta su 10 alunni,  tutto questo per far risaltare la grande impresa, perché è di questo che si tratta, della piccola realtà monferrina.

Federazione Ciclistica, con il suo comitato provinciale e Monferrato,  grazie ad EMASMonferrato; un unico obiettivo: quello di migliorarsi e farsi conoscere e ricordare a livello nazionale, un  esempio di sinergia vincente e quando il lavoro è svolto con capacità e serietà, questi sono i giusti riconoscimenti.

Un plauso agli attori ed ai registi di questa piccola ma grande scommessa che possiamo considerare vinta.

CLASSIFICHE PER ISTITUTO

                           Istituto                                  provincia                         tempo

 1°    2° Circ. Didattico Savigliano                                   Cuneo                                     18,01

 2°    Primaria G. LANZA  –  TICINETO                         ALESSANDRIA                             18,26

 3°     Prim. Dante Alighieri                                           Rovigo                                      18, 33

 4°     Prim. Magliano in Toscana                                Grosseto                                     18,45

 5°     D.D. V Circ. U. Mercurio                                     Potenza                                      18,81

 6°    I:C: Rivergaro                                                         Piacenza                                   18,87

 7°    Prim. E. Fermi                                                        Spezia                                       18,96

 8 °   Prim. Muzzana                                                       Pordenone                                19,16

 9°   Prim. Marconi                                                          Udine                                       19,60

10° Prim. Aldo Moro                                                      Matera                                      19,63

11° I.C. Medi                                                                    Macerata                                 19,89

12° I.C.  Martignano                                                        Lecce                                        20,11

13°  Prim. Difesa Grande                                               Campobasso                              20,26

14°   I.C. Montesarchio                                                   Benevento                                 20,52

15°   Prim. J.A. Arbernon Pontey                                   Aosta                                           20,81

16°   Prim. Rodari                                                             Pistoia                                      20,92

17°   Prim. Nievo di Portogruaro                                   Venezia                                       20,95

18°   Prim. D. Savio                                                            Trento                                     20,96

19°   Serafini                                                                       Aquila                                     21,01

20°   Prim. Casabianca                                                      Pistoia                                      21,98

21°    Prim. Pascoli Grumo Nevano                                 Napoli                                        22,19

22°    I.C. Petritoli                                                             Ascoli Piceno                            22,25

23°    Prim. Villadose                                                        Rovigo                                      31,43

24°   Prim. G. Deledda                                                     Cagliari                                     32,98

………………………………………………………………………………………………………………………………………………………..

COMITATO PROVINCIALE FCI -Alessandria

www.comitatoprovincialealessandriafci.it

alessandria@federciclismo.it

Il Presidente

Cioccolo Gian Paolo

Il Vicepresidente Castagna Mario  I Consiglieri Coscia Giovanni – Talignani Giulio

Il Segretario GainoGianni

AVVERTENZE AI SENSI DEL D.LSG. 196/2003
Le informazioni contenute in questo messaggio di posta elettronica e negli eventuali files allegati, sono da considerarsi strettamente riservate. Il loro utilizzo è consentito esclusivamente al destinatario del messaggio, per le finalità indicate nel messaggio stesso. Qualora riceveste per errore questo messaggio, Vi preghiamo cortesemente di darcene notizia all’ indirizzo e-mail alessandria@federciclismo.it e di procedere alla distruzione del messaggio stesso, cancellandolo dal Vostro sistema; costituisce comportamento contrario al principi dettati dal Dlgs. 196/2003 il trattenere il messaggio stesso, divulgarlo anche in parte

08.05.2010 – CRONOMETRO DI AMSTERDAM E LA PRIMA MAGLIA ROSA DEL GIRO 2010 : WIGGINS!

93° GIRO D’ITALIA: L’ASPIRANTE BARONETTO WIGGINS

CONQUISTA LA PRIMA MAGLIA ROSA

08.05.2010 Amsterdam la prima maglia Rosa : Wiggins del team Sky

Amsterdam, 8 maggio 2010 – Il Comandante dell’Ordine dell’Impero Britannico, Bradley Wiggins (Sky Professional Cycling Team) è il vincitore della prima tappa del Giro d’Italia 2010. Sugli otto chilometri e quattrocento metri della cronometro individuale di Amsterdam, il corridore inglese, nato in Belgio e che vive in Spagna, grande campione nel ciclismo su pista (tre titoli olimpici e campionati del mondo) con il tempo di 10’18” ha battuto, di soli due secondi, la sorpresa di giornata, Brent Bookwalter (Bmc Racing Team), ed il campione del mondo su strada, Cadel Evans (Bmc Racing Team).

<<Musica, applausi, birra fiumi e muri di gente accalcati alle transenne – spiega il vincitore – un clima di festa vera che mi ha ricordato molto la mia città. Londra>>.

<<Indossare la Maglia Rosa è uno dei miei sogni di bambino – ha detto Wiggins – è questa prestigiosa maglia avrà un posto speciale nella mia camera da letto>>.

Con la vittoria odierna WIggins ha conquistato, oltre alla Maglia Rosa, anche la Maglia Rossa della classifica a punti.

La Maglia Bianca di miglior giovane invece, è andata sulle spalle dell’australiano Richie Porte del Team Saxo Bank.

Domani, Giornata nazionale della bicicletta in Italia promossa dal Ministero dell’Ambiente, la seconda tappa del 93° Giro d’Italia, prenderà il via domani mattina alle 12 e 15 da Museumplein di Amsterdam per concludersi, dopo aver percorso 210 chilometri, nel centro di Utrecht.

In allegato, una foto del podio e le classifiche di giornata.

Per informazioni

Ufficio stampa ciclismo

RCS Sport

Matteo Cavazzuti

Tel.: 02/62827820

Cell.: 345/4631376

E-mail: press.giroditalia@rcssport.it

www.giroditalia.it

08.05.2010 – 85° GRAN PREMIO SAN GOTTARDO 1° NICOLA RUFFONI (ONORE DELLE ARMI AD EUGENIO ALAFACI)

                                                                                                          Fiesse, 8 Maggio 2010.

85° Gran Premio San Gottardo – Categoria U/23 – Organizzazione U.S. Fiessese

Giuria FCI da sx Giacomo Rigoletti (G.A.); Mario Frutti (Com. Moto); Alessandro Bertazzoni (Presidente) e Alice Bertazzoni (Componente)

FOTO SONCINI : La vittoria di Ruffoni sul compagno Palini nell'85° GP San Gottardo a Fiesse

Nicola Ruffoni, ventenne di Castenedolo e concittadino di Michele Dancelli dal quale ha ereditato il dono dello sprint e la visione della gara, dopo ben 9 podi in questo inizio di stagione, rompe finalmente il ghiaccio vincendo l’85° GP San Gottardo, la più antica corsa bresciana, dopo un furioso inseguimento per raggiungere il fuggitivo Alafaci,(Lucchini-Unidelta-Ecovallesabbia), quando mancavano soltano 2300 metri all’arrivo e dedicare la vittoria a tutto il suo meraviglioso treno e agli sponsor che con i loro sacrifici ci permettono di gareggiare ha dichiarato subito il giovane Ruffoni.

FOTO SONCINI : Il treno della Gavardo-Tecmor all'inseguimento di Eugenio Alafaci (Lucchini-Unidelta-Ecovalsabbia)

Non è il numero ma, decisamente la qualità che arricchisce una gara e questo GP San Gottardo vanta solamente 56 partenti ma molti sono corridori di sicuro avvenire come un avvenire lo avrà ancora questa gara che quest’anno è stata ridimensionata di molto per potere sostenere le spese organizzative che, come ci dice Benito Sandrini, presidente dell’US Fiessese, Società organizzatrice di questa gara che è sostenuta dall’impegno dei Soci dell’US Fiessese, un gruppo di sponsor cittadini ed un piccolo contributo comunale, assente la Provincia di Brescia che, a detta degli organizzatori, dovrebbe sostenere questa gara nata nel 1909 e che è la più antica gara ciclistica di tutta la provincia nota come la “Leonessa d’Italia”.

Mossieri Pietro Burgio, (1970) a sx e Battista Martinoli, (1956)

Mossieri della gara due ex vincitori, Battista Martinoli (1956) e Pietro Burgio (1970), i 56 concorrenti partono subito a spron battuto e dopo mezz’ora di corsa sono stati coperti 24 chilometri ad una media che sfiora i 46 kmh. sul circuito cittadino di km. 2,200.

In questo frangente, siamo al dodicesimo giro, il gruppo rallenta l’andatura e ne approfittano 13 corridori per portarsi al comando,

Falco (Gerbi),

Affonso (Progettociclismo),

Zilioli, Orrico, Mossali e Holt (De Nardi Colpack),

Bilato (Mantovani),

Bernardelli (Lucchini Unidelta),

Gozio e Farinotti (Gavardo Tecmor),

Tonelli e Gritti (Cene Valseriana) e Bedin (Generali), un plotone che guiderà la corsa per 22 chilometri, vantaggio massimo 55”, prima del ricongiungimento generale poco dopo la prima ora di corsa volata ad oltre 45 kmh.

Poi lo speaker Piero Castellini elenca una lunga serie di tentativi sfociati durante il venticinquesimo giro in quello orchestrato dal corazziere

Alafaci (Lucchini),

FOTO SONCINI : Eugenio Alafaci (Lucchini Unidelta Ecovalsabbia) con i genitori subito dopo l'arrivo dell'85° GP San Gottardo

il brasiliano Affonso (Progettociclismo),

Aldegheri e Guderzo (Mantovani),

Gozio (Gavardo Tecmor) e

 il giapponese Sho Hatsuyama (Cene Valleseriana) che pedalano in perfetta armonia con un vantaggio oscillante intorno ai 40” sul gruppo con Andrea Barbetta (Cene Valleseriana) a fare da cuscinetto per una decina di chilometri mentre tra i fuggitivi si rialza Guderzo (Mantovani) e subito dopo gli altri ad eccezione di  Alafaci che non si arrende

La fuga solitaria di Eugenio Alafaci

 e si invola inseguito dal gruppo guidato dai corridori della De Nardi-Colpack, Mantovani e, soprattutto, il treno composto da otto corridori della Gavardo che riescono a ricucire il gruppo a soli 2 chilometri dall’arrivo ed impostare la volata che ha lanciaro Ruffoni e Palini ai primi due posti davanti ad uno sfortunato Dal Cappello che è stato costretto più volte a rincorrere il gruppo dopo due forature ed una caduta mentre ad Eugenio Alafaci l’onore delle armi per il suo agonismo per tutta la gara e battuto solamente dalla superiorità numerica degli inseguitori.

FOTO SONCINI Corridori Gavardo-Tecmor esultano con Ruffoni subito dopo l'arrivo dell'85° GP San Gottardo a Fiesse

il podio dell'85° GP San Gottardo

Ruffoni intervistato dallo Speaker Piero Castellini

Andrea Palini il vincitore Nicola Ruffoni e la Miss della corsa, Barbara

Ordine d’arrivo .

1.Nicola Ruffoni (Gavardo-Tecmor) km. 97 in 2h11’02” media kmh. 44,416;

2.Andrea Palini (Gavardo);

3.Sebastiano Dal Cappello (Generali);

4.Stefano Perego (De Nardi-Colpack);

5.Ivan Yari Zuliani (Progettociclismo-Evo);

6.Emiljano Stojku (Alb-Termopiave Mecc 2P),

7.Alex Marchesini (Mantovani Cycling Fontana);

8.Luca Bilato (Mantovani);

9.Mattia Ress (GS Termopiave Mecc 2P);

10.Daniele Aldegheri (Mantovani Cycling Fontana).

Corridori partiti 56 – Ritirati 11 – Classificati 45.

Albo D'Oro del Gran Premio San Gottardo

                                                           Vito Bernardi    bernardi.vito@libero.it

 

07.05.2010 – TEAM VALDARNO PROGRAMMI DOMENICA 9 MAGGIO 2010

Monia Baccaille

Nove atlete impegnate domenica a Vaiano

Si corre il Trofeo Vannucci, Baccaille guida la squadra grigio-blu

  Leggi il resto di questo articolo »

07.05.2010 – TEAM MARCHIOL-PASTA MONTEGRAPPA-OROGILDO LE NEWS DALL’AT COMMUNICATION


TEAM MARCHIOL-PASTA MONTEGRAPPA-OROGILDO

Domenica 9 maggio al 23º Gran premio Industrie del Marmo e al 23° Trofeo Benfenati 3° Trofeo Vifermeca

Loris Paoli

   Leggi il resto di questo articolo »

07.05.2010 – CERAMICA FLAMINIA TRA LE PRIME 5 SQUADRE DELL’EUROPA TOUR

   La Ceramica Flaminia al quinto posto nella classifica Europe Tour Enrico Rossi è quarto e Riccardo Riccò è settimo nella classifica individuale continentale 

Enrico Rossi

Leggi il resto di questo articolo »

07.05.2010 : TEAM TX ACTIVE-BIANCHI : NEWS DALLA VITESSE

Il team TX Active-Bianchi fa rotta su Francia e Spagna

Tempier

Leggi il resto di questo articolo »

07.05.2010 – CONTRI AUTOZAI TORNA IN GARA DOPO LA VITTORIA NEL GIRO DELLE PROVINCE TOSCANE CON CEOLAN

 



A Moriago la Contri torna “in battaglia”

Foto Scanferla : Ceolan intervistato da Mannori

Leggi il resto di questo articolo »

Contatori
Ricerca Mondo Ciclismo
Ricerca personalizzata
Categorie
Archivi
RSS
rss