Archivio Autore

XXXIV GIRO DELLE REGIONI : 1° TAPPA AD ENRICO BATTAGLIN

 

           CICLISMO – “  SELEZIONI   NAZIONALI   DILETTANTI   UNDER / 23 “

                    “  XXXIV °   G  I  R  O    D  E  L  L  E    R  E  G  I  O  N  I  “

A  MONTEFIASCONE NELLA PRIMATAPPA  TRIONFA L’AZZURRO  ENRICO BATTAGLIN.  

( ITALIA/B )COMPLETANO IL PODIO TRATNIK(SLOVENIA)  E ­­­ GONCALVES ( PORTOGALLO ).

A Montefiascone (Vt) è del veneto Enrico Battaglin ( Italia B ) la prima vittoria nella tappa di apertura del  “ 34° Giro del Lazio 2010 “.

Al nastro di partenza 144 atleti in rappresentanza di 22 nazionali dei cinque continenti.

Un successo allo sprint battendo in volata il forte atleta sloveno Jan Tratnik fresco vincitore del 65° Gran Premio della Liberazione di Roma.

A 10” si classifica al terzo posto il portoghese Domingos Goncalves. L’azione decisiva è stata propiziata da Tratnik a 500 metri dell’ultimo GPM.

Il nostro Battaglin fiutato il pericolo, rompeva ogni indugio portandosi a ridosso dello sloveno.

Il finale come già descritto si conclude tra gli applausi con la vittoria del vicentino in rappresentanza dei colori azzurri della selezione Italia / B.

La corsa si è sviluppata nello stupendo scenario naturale di Montefiascone – Lago di Bolsena per totali Km. 139,500 Un percorso impegnativo a variabilità altimetrica è stata la caratteristica tecnica della corsa.

Il tempo del vincitore  : Km. 139,500 in 3h 18’ 00”media 47,273 Km/h. A dare il via il primo cittadino di Montefiascone insieme al campione locale l’olimpico Livio Trapè medaglia d’oro e d’argento ciclismo Olimpiadi Roma 1960.

Ottima l’organizzazione curata dal V.C. Primavera Ciclistica di Roma del Patron Eugenio Bomboni.

La seconda tappa martedì a Bagno di Romagna.

                                                                                                                    (  Giovanni Maialetti )

Ordine di arrivo ( Km. 139,500 in 3h 18’ 00” media 47,273 Km/h ) :

  1)- Battaglin Enrico ( Italia / B  ).

  2)- Tratnik Jan ( Slovenia  ) s.t.

  3)- Goncalves Domingos ( Portogallo ) a 10”.

  4)- Lietaer Eliot ( Belgio ) s.t.

  5)- Zielinski Kamil ( Polonia )s.t..

  6)- Jennings Christopher ( Sud Africa ) s.t.

  7)- Desniou Mathieu ( Francia ) s.t.

  8)- Papok Siarhei ( Bielorussia ) s.t.

  9)- Boem Nicola ( Italia / A ) s.t.

10)- Bajc Andi ( Slovenia ) s.t.

GRAN PREMIO LIBERAZIONE : JAN TRATNIK (SLOVENJA-ZHEROQUADRO-RADENSKA) VINCE LA GARA

 

                     CICLISMO    INTERNAZIONALE   DILETTANTI   UNDER / 23.

                       “   65°   GRAN   PREMIO   DELLA   LIBERAZIONE “

JAN TRATNIK ( SLOVENIA ) SI AGGIUDICA PER DISTACCO LA PRESTIGIOSA CORSA DI  

     CARACALLA  DENOMINATA “ LA PREMONDIALE DILETTANTI DI PRIMAVERA “

Roma 25.04.2010 Podio GP Liberazione

Festival del ciclismo internazionale a Roma in occasione della 65^ edizione Gran Premio della Liberazione tradizionalmente chiamato la “ Premondiale Dilettanti Capitolina di Primavera “.

La manifestazione è stata onorata dalla partecipazione di 15 nazionali straniere e 26 club italiani. Habitat della storica corsa lo straordinario scenario dell’antica Roma Imperiale, un circuito veloce e selettivo di Km.6,00 da ripetere 23 volte per totali Km. 138,00.

Un momento suggestivo: prima della partenza la famosa banda musicale dei Vigili Urbani di Roma ha intonato deliziosi brani musicali e il rituale e augurale “ Inno Nazionale “ di Mameli.

Ad organizzare il collaudato Team V.C. Primavera Ciclistica Presieduto dal carismatico Eugenio Bomboni.

La partenza alle ore 9,20 sotto un cielo solare e aria primaverile.

Ad assistere lungo il percorso numerosa e festosa folla di sportivi.

A dare il via ai 196 partenti il Vice Presidente Vicario della FCI Flavio Milani.

Gara straordinaria ad alto ritmo agonistico con il gruppo allungato e frazionato.

A dominare la corsa il portoghese Nelson Oliveira vice campione del mondo Under /23 a cronometro individuale e la rivelazione del Gran Premio lo sloveno Jan Tratnik.

Dopo ripetuti e spettacolari attacchi e contrattacchi, la svolta della corsa nel finale.

Perde terreno il generoso Oliveira stremato dal lungo sforzo, ne approfitta Tratnik che stacca tutti e si aggiudica tra gli applausi l’importante corsa da sempre trampolino di lancio per i futuri campioni del ciclismo professionistico.

A completare il podio a 31” concludono l’australiano Michael Mattews e l’italiano Edoardo Costanzi ( Team G.S. Zalf Desireè Fior ).

Presenti numerose Autorità Istituzionali locali,  sportive e della Fci del Lazio rappresentata dal Vice Presidente Vicario Mauro Tanfi e dal Presidente Onorario Bruno Vallorani.

Arrivederci alla prossima edizione “ 66° Gran Premio della Liberazione 2011 “.

                                                                                                                        (  Giovanni  Maialetti )

Roma 25.04.2010 : Arrivo GP Liberazione

Ordine di arrivo generale ( Km. 138,00 in 3h 18’ 01” media 41,815 Km/h ) :

  1)- Tratnik Jan ( Slovenia ).

  2)- Matthews Michael ( Team Jayco.Skins ) a 31”.

  3)- Costanzi Edoardo 8 Zalf Desireè Fior ) s.t.

  4)- Furdi Blaz ( Slovenia ) s.t.

  5)- Pertsinisis Jonathan Monsalve ( Mastromarco Chianti Sensi Benedetti ) s.t.

  6)- Parrinello Antonio ( Bedogni Grassi Natalini ) a 32”

  7)- Trentin Matteo ( Macchiol Pasta Montegrappa Orogildo ) s.t.

  8)- Leonardi Gianluca               (          idem           )  s.t.

  9)- Nizzolo Giacomo ( U.C. Trevigiani Dynamon Bottoli ) s.t.

10)- Tsatevich Alexey ( Russia ) s.t.

PROGETTO IMPATTO ZERO E GIRO D’ITALIA

Un cuore verde per la maglia rosa

Il 93° Giro d’Italia è a

Impatto Zero®

Per la prima volta il Giro d’Italia aderisce al progetto Impatto Zero® di LifeGate grazie al Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare: verranno create e tutelate nuove foreste in Italia per compensare le emissioni di anidride carbonica generate dall’intera corsa a tappe.

Roma, 27 aprile - La 93° edizione del Giro d’Italia sarà all’insegna del rispetto dell’ambiente. Grazie all’adesione al progetto Impatto Zero® di LifeGate sono state ridotte e verranno compensate le emissioni di anidride carbonica generate dall’intera corsa a tappe, con la creazione e tutela di nuove foreste in Italia. L’iniziativa è promossa dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.

Impatto Zero® ha stimato in circa 1.700 tonnellate le emissioni di anidride carbonica generate dall’organizzazione e svolgimento della prestigiosa corsa ciclistica considerando la mobilità dell’intera carovana, la produzione dei materiali di comunicazione, l’uso di energia elettrica, la produzione dei rifiuti, il consumo di acqua  per tutte le 21 tappe.

A conclusione dell’evento, con Impatto Zero® la CO2 effettivamente prodotta sarà compensata con la creazione e tutela di nuove foreste in Italia. Le aree boschive destinate agli interventi sono state individuate in collaborazione con il Ministero Dell’Ambiente E Della Tutela Del Territorio E Del Mare: il Parco Nazionale delle Cinque Terre (in Liguria), il Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano (in Campania), il Parco Nazionale del Gargano (in Puglia).

È la prima volta che la Corsa Rosa si impegna in un progetto ambientale: una scelta importante che permetterà di condividere con  milioni di spettatori e appassionati di ciclismo, i valori del rispetto dell’ambiente.

Impatto Zero® è il progetto di LifeGate che concretizza, per primo in Italia, gli intenti del Protocollo di Kyoto: riduce le emissioni di anidride carbonica e le compensa attraverso la creazione e tutela di nuove foreste. Grazie alla collaborazione con Università italiane e straniere, Impatto Zero® calcola le emissioni di anidride carbonica generate da qualsiasi attività, propone iniziative per la riduzione  e compensa le emissioni residue attraverso la creazione di nuove foreste in Italia e nel Mondo.

Ufficio Stampa LifeGate

Yuri Griggio – Matteo Aiolfi

C/O ESPRESSO CS

T.0392720311 – F.039736140

yuri.griggio@espressocs.com

STEFANO LOCATELLI VINCE A VILLAZZANO IL TROFEO ROSASPINA

BERGAMO (BG), 27 aprile 2010

COMUNICATO STAMPA 16/27-04-2010

Un anno dopo Stefano Locatelli si ripete sul traguardo di Villazzano

Stefano Locatelli vince a Villazzano

 

VILLAZZANO (TN) – Ad un anno di distanza è ancora lo scalatore bergamasco Stefano Locatelli della Colpack De Nardi Bergamasca a lasciare il segno sul traguardo del Trofeo Rosalpina disputato questo pomeriggio a Villazzano, in provincia di Trento (l’arrivo nella foto Soncini).
Il “camoscio” di Berbenno ha fatto la differenza nel finale ed è andato a conquistare la sua prima affermazione stagionale che rilancia le quotazioni della sua squadra e anche quelle personali dopo un avvio d’annata non particolarmente fortunato. E anche la giornata odierna, per la verità, non era iniziata sotto i migliori auspici: il vincitore, infatti, al primo giro è rimasto coinvolto in una caduta ed è stato costretto a cambiare per due volte la bicicletta.

Sfortunato anche il compagno Mauro Locatelli finito a terra addirittura durante il tratto di trasferimento, prima ancora dell’inizio della corsa

 

 

La squadra, comunque, ha svolto un gran lavoro con l’intento di mantenere cucita la corsa fino ai piedi della salita finale dove poi Locatelli si sarebbe giocato le sue carte. E così è stato: già sulle prime rampe Stefano ha imposto il forcing riuscendo a guadagnare qualcosa sul resto del gruppo insieme al milanese Cristiano  Monguzzi (Team Aurora Named). I due però vengono ripresi dal gruppetto dei più immediati inseguitori e proprio nel finale prova l’allungo Zardini della Mantovani. L’azione del veronese sembra buona, ma l’ultimo tratto di salita esalta ancora una volta Stefano Locatelli che recupera su Zardini e proprio negli ultimi 150 metri lo supera e va a vincere bissando il successo del 2009.

“La squadra ha fatto un gran lavoro per Stefano – ha commentato il diesse Oscar Pellicioli – e lui finalmente è riuscito a sbloccarsi con una grande vittoria. Ci voleva per il morale suo e della squadra. Avanti così”. 

 

 

ORDINE D’ARRIVO:

1. Stefano Locatelli (Colpack De Nardi Bergamasca) km 125 in 2h47′ media 44,910 km/h;

2. Edoardo Zardini (Mantovani Cycling Team Fontana);

3. Rafael De Mattos Andriato (Trevigiani Dynamon Bottoli);

4. Derik Zampedri (Team Trentino Ballan);

5. Moreno Moser (Lucchini Unidelta Ecovalsabbia);

6. Fabio Aru (Palazzago Elledent Colnago);

7. Stefano Agostini (Zalf Desiée Fior);

8. Andrea Vaccher (Reale Mutua Ort);

9. Diego Zanco (Zalf Desiée Fior);

10. Enrico Mantovani (Team Trentino Ballan).

 

Giorgio Torre

Addetto Stampa Colpack De Nardi Bergamasca

Cell. 329.4131701

bicibg@gmail.com

sito internet: www.ucbergamasca1902.it

MINISTERO DELL’AMBIENTE : SPONSORIZZA LA MAGLIA BIANCA DEL GIRO D’ITALIA 2010

 

AL MINISTERO DELL’AMBIENTE LA MAGLIA BIANCA

DEL GIRO D’ITALIA

Ampie sinergie tra Ministero dell’Ambiente e Giro d’Italia per promuovere la Giornata Nazionale della Bicicletta, Parchi e Aree Marine Protette, trasporto ecosostenibile e biodiversità.

Il Giro d’Italia diventa un evento a “Impatto Zero®” grazie alla creazione e tutela di nuovi boschi nei Parchi del Gargano, Cilento e 5 Terre.

Angelo Zomegnan Stefania Prestigiacomo e Mario Cipollini

Roma, 27 aprile 2010 – Il Ministero dell’Ambiente potenzia le proprie iniziative nell’ambito della mobilità sostenibile, della biodiversità e degli eventi a “Impatto Zero®”, diventando uno dei principali partner Giro d’Italia.

Il Ministero dell’Ambiente è ora il partner della Maglia Bianca che sarà assegnata al corridore con meno di 25 anni meglio posizionato nella classifica generale. A partire dall’8 maggio, quando la gara inizierà ad Amsterdam per poi finire il 30 maggio a Verona, la classifica per la conquista della Maglia Bianca sarà aggiornata quotidianamente e sarà sempre vestita da giovani che con grande determinazione stanno emergendo nel panorama del ciclismo mondiale. La Maglia Bianca è sempre stato un progetto fortemente sostenuto dall’indimenticabile Candido Cannavò.

In occasione della presentazione della partnership il Direttore del Giro d’Italia Angelo Zomegnan ha consegnato al Ministro Prestigiacomo una Maglia Bianca con la scritta “Stefania” sulla schiena, augurandosi di vederla indossata nel corso del Giro d’Italia e magari nel corso di una pedalata.

Augurio rinnovato dai campioni Mario Cipollini e Paolo Bettini.

Il Giro si sente legittimamente orgoglioso di far parte del progetto del Ministero dell’Ambiente, che sarà presente al Giro con la Maglia Bianca del miglior giovane (ciclisti nati dal 1 gennaio 1985 per questa edizione)” – ha dichiarato Zomegnan – “Il Giro  d’Italia diventa strumento ideale per il Ministero per fare sistema. Celebreremo il 9 maggio la giornata nazionale della bicicletta durante la seconda tappa del Giro in Olanda e consegneremo come dote 477 comuni toccati dal nostro grande evento”.

Oltre a questa scelta che avvicina ulteriormente il Ministero al mondo dello sport e dei giovani, il Giro d’Italia offre un articolato sistema di sinergie per favorire la penetrazione delle iniziative ministeriali.

In primo luogo il Giro d’Italia ha portato in dote ben 477 comuni italiani, tutti quelli interessati dal passaggio del Giro d’Italia nel 2010, pronti a promuovere lo spirito della Giornata Nazionale della Bicicletta. Milioni di persone che saranno avvicinate dai messaggi ministeriali e saranno partecipi delle promozioni di politiche di sviluppo e mobilità sostenibile nelle città italiane.

Il Giro d’Italia favorirà, con il suo percorso, la volontà del Ministero di richiamare l’attenzione sul valore della biodiversità raccolta nei parchi nazionali e nelle zone marine protette. Il passaggio del Giro, dei corridori e dei media internazionali nelle vicinanze di queste importantissime aree ambientali permetterà al Ministero di richiamare l’attenzione sul lavoro fatto e i progetti in corso, oltre ad incentivarne la visita.

Il prossimo 22 maggio sarà la giornata nazionale della biodiversità, una data che arriva mentre il Giro d’Italia e in pieno svolgimento, offrendo così un’ulteriore importante ribalta.

Un grande evento come il Giro d’Italia richiama sulle strade oltre 5 milioni di persone che generano gioia ed entusiasmo ma anche emissioni di CO2. Per compensare queste emissioni il Ministero dell’Ambiente sosterrà il Progetto Green del Giro d’Italia contribuendo alla piantumazione di alberi nei Parchi del Gargano, Cilento e Cinque Terre per potenziare la capacità di assorbimento d’inquinanti da parte dell’ecosistema.

Progetto Green è realizzato con l’intervento tecnico e consulenziale di LifeGate che, per primo in Italia, concretizza gli intenti del Protocollo di Kyoto: riduce le emissioni di anidride carbonica e le compensa attraverso la creazione e tutela di nuove foreste.

L’iniziativa gode inoltre del sostegno del Gruppo Saint-Gobain, specializzato nella produzione e commercializzazione di soluzioni innovative per l’edilizia moderna con un’attenzione al risparmio energetico, al comfort acustico e alla sostenibilità ambientale.

RCS Sport

Ufficio stampa lifestyle

Annalisa Nunziata – Cell. +39 380/3248284

Ufficio stampa ciclismo

Matteo Cavazzuti – Cell. +39 345/4631376

E-mail: press.giroditalia@rcssport.it

SICILIA : TUTTO PRONTO PER L’ETNA MARATHON 2010 A MILO

 

 Martedì 27 Aprile 2010

Comunicato n. 3

 

Cresce la febbre per l’Etna Marathon 2010

Mancano ormai meno di due settimane alla quarta edizione dell’Etna Marathon 2010 di mountain bike, organizzata dall’Asd Mongibello Mtb Team. L’appuntamento per i bikers provenienti dall’isola, da altre parti d’Italia e anche d’Europa, è fissato per domenica 9 maggio a Milo, centro montano della provincia di Catania e sito nel territorio del Parco dell’Etna.

 

I BIKERS SICILIANI – Si susseguono le adesioni alla gara da parte dei più importanti bikers siciliani. All’Etna Marathon 2010 sarà presente il Team Open Hicker di Caltanissetta, una delle squadre più forti dell’isola che sta recitando un ruolo da protagonista in questo inizio di stagione. Capitano dell’Open Hicker sarà il ragusano Mirko Farnisi, già vincitore nel 2010 di quattro prove – a Chiaramonte Gulfi, Santa Ninfa, San Cataldo e Milo, domenica scorsa – e indiziato per la vittoria finale. Sicura la partecipazione anche di Claudia Landolina del Team Bikes Ragusa, che insieme alle atlete della Mongibello Chix Elizabeth Scalia, Tomoka Nakatani, Elena Rosa e Una Ni Chaolite, darà vita a una gara che al femminile si annuncia di altissimo livello.

LA RICOGNIZIONE SUL PERCORSO – Proprio le atlete della Mongibello Chix, domenica prossima, 2 maggio, effettueranno la ricognizione sul variegato percorso dell’Etna Marathon 2010, dove i corridori si cimenteranno con lo sterrato, le colate laviche e il tipico “basolato” dell’Etna. L’Etna Marathon, inserita nel calendario della federazione siciliana, è inoltre valida per l’assegnazione del titolo regionale siciliano della specialità. La gara si svolgerà sulla distanza di 63 km con partenza (ore 10) e arrivo in Piazza Belvedere a Milo. Il Gpm è fissato a quota 1632 metri, mentre saranno 1750 i metri di dislivello con gli impegnativi ultimi 10 km di picchiata per raggiungere il traguardo. Il tracciato coinvolge i comuni di Milo, Randazzo, Linguaglossa e Sant’Alfio.

 

CORSA ALLE ISCRIZIONI – Ultimi tre giorni per iscriversi all’Etna Marathon 2010. Soltanto fino al 30 aprile è infatti possibile aderire alla manifestazione usufruendo della tariffa scontata.

Tutte le informazioni sull’Etna Marathon 2010  disponibili su:  www.mongibelloteam.com

Giuseppe Scordo

(3495312165)

64° COPPA CADUTI NERVIANESI-13° GRAN PREMIO T.T.N. : 1° THOMAS TIOZZO (FWR BATA CICLISMO)

                                                                                              Nerviano, 25 Aprile 2010.

64° Coppa Caduti Nervianesi-13° Gran Premio T.T.N.

Foto Berry : l'arrivo vittorioso di Thomas Tiozzo

Foto Berry

Foto Berry : Thomas Tiozzo e Michele Gobbi

Elite Marco Prodigioso (GS Podenzano) infortunato tra gli spettatori

Enrico Cozzi Sindaco di Nerviano con Ass sport e al centro Fermo Rigamonti

Thomas Tiozzo 23enne rodigino del Team FWR Bata vince da grande finisseur la 64° edizione della Coppa Caduti Nervianesi-13° GP- T.T.N. organizzata a Nerviano dall’US Nervianese 1919 del presidente Mastrosimone, scattando a circa 18 chilometri dall’arrivo e resistendo alla veemente rimonta del gruppo che però non riusciva a colmare il divario.

Ho corso col pensiero rivolto a Filippo Mengardo, 13 anni, corridore categoria esordienti della Ciclistica Santangiolese di Piove di Sacco (Padova), deceduto sabato pomeriggio a Brugine (Pd) in seguito ad un incidente stradale a meno di un chilometro dalla sua abitazione dove stava rientrando dopo una giornata passata con gli scouts, accompagnato dal fratello Gianluca, nostro compagno di squadra che era in macchina con la fidanzata.  

Tiozzo non ha voluto fare dichiarazioni sull’andamento della gara riservando il suo pensiero e dedica al piccolo Filippo e alla famiglia che, ha pregato i corridori di non disertare l’impegno agonistico e, con grande generosità e altruismo ha deciso di donare gli organi di Filippo che sono stati subito espiantati dai medici dell’Ospedale di Piove di Sacco.

La cronaca della gara è ricca di molti tentativi di fuga messi in opera da diversi corridori come Deni e Nosotti (Cicli Casati), Giani (SC Fagnano Nuova), Karimov (Team Idea), Clerici (GP Racer), Verduci (Team Aurora-M.I. Impianti), Zanotti Claudio (Delio Gallina), Ponzoni e Berta (Pool Cantù-Carmiooro), Vassallo (Ciclistica Racconigese), l’enfant du pays, Luca Ferrario (Podenzano), Defant (Termopiave) e Corti, (Gavardo-Tecmor) che hanno guidato la corsa dal km. 65 al km 110 inanellando alcuni giri del circuito locale totalmente privo di difficoltà altimetriche.

Raggiunto questo plotone, è la volta di moltissimi tentativi isolati o di gruppettini di atleti che si risolvono tutti in passerelle di pochissimi chilometri con Magini (Parmense), il più assiduo tanto che si aggiudica 3 traguardi a premi fino alla svolta decisiva impressa da Stiven Fanelli (Delio Gallina), Magini (Parmense, Tedesco (Bata), Vicini (Carmiooro) e Gallo (Racconigese).

Il direttore di corsa intanto, ferma i ritardatari e restano in corsa una quarantina di corridori sempre in piena bagarre con Magini che tenta per l’ennesima volta di allungare e, al chilometro 130 è Tiozzo a raccogliere il guanto della sfida, parte alla disperata, mette ben presto una trentina di secondi tra sé e gli immediati inseguitori poi sarà la forza della volontà e la determinazione di vincere per Filippo che ora stà con la Nazionale azzurra dei ciclisti in cielo a sostenere Thomas Tiozzo che taglierà il traguardo con pochissimi secondi di vantaggio sul compagno di squadra e compaesano di Filippo, Michele Gobbi, per alzare le braccia al cielo ed asciugarsi le lacrime di commozione per l’amico partito per sempre.

Ordine d’arrivo,

 

1)Thomas Tiozzo (FWR Bata Ciclismo) km. 149 in 3h13’ media kmh. 46,321;

2)Michele Gobbi (FWR Bata) a 8”;

3)Marco Amicabile (Delio Gallina-S. Inox) a 9”;

4)Salvatore Dorio (Team De Angeli Versilia M.);

5)Roberto Berta (Pool Cantù-Carmiooro);

6)Anatoliy Kashtan (Team Cerone Rafi);

7)Daniele Canziani (Team Aurora Named-M.I. Impianti);

8)Nicola Galli (Carmiooro-Pool Cantù);

9)Erminio Gatti (Team Idea 2010);

10)Luca Donella (GS Podenzano-Tecninox-Steriltom).

                                   Vito Bernardi             bernardi.vito@libero.it

CICLISMO FEMMINILE A CREMA PER IL GRAN PREMIO LIBERAZIONE

                                                                                                 Crema, 25 Aprile 2010.

Gran Premio Liberazione a Crema – Ciclismo Femminile

Vittoria al fotofinish per la bergamasca Rossella Ratto (Carmiooro-Cassina Rizzardi) che vince il duello con la campionessa d’Europa donne junior, Elena Cecchini (Vecchia Fontana) e conquista il Gran Premio Liberazione riservato alla categoria Junior e disputato a Crema con l’organizzazione dell’Arci Cremasco su di un circuito locale ripetuto più volte .

Sullo stesso percorso si è disputato anche il Liberazione riservato alle donne categoria Elite anche qui con la soluzione al fotofinish che ha decretato la vittoria della Campionessa d’Italia Monia Baccaille (Team Valdarno) sulla Bronzini (Gauss) e la “decana del ciclismo rosa”, Alessandra  D’Ettorre (Top Girls).

Foto Ghilardi Arrivo Donne Elite a Crema

Foto Ghilardi : Podio Crema Donne Elite

Ordine d’arrivo Elite,

1)Monia Baccaille (Team Valdarno), km. 121 in 2h53’18” media kmh. 41,893;

2)Giorgia Bronzini (Gauss Rdz);

3)Alessandra D’Ettorre (Top Girls);

4)Rasa Leleivyte (Safi);

5)Rossella Callosi (SC Vecchia Fontana);

6)Monica Holler (Fenixs);

7)Marta Tagliaferro (Top Girls);

8)Barbara Guarischi (Michela Fanini);

9)Olena Sharga (Nazionale Ucraina);

10)Kendall Ryan (Nazionale USA).

 Ordine d’arrivo Junior,

1)Rossella Ratto (Carmiooro-Cassina Rizzardi) km. 62 in 1h32’38” media kmh. 40,158;

2)Elena Cecchini (SC Vecchia Fontana);

3)Anna Travisi (Pedale Reggio Emilia);

4)Elena Valentini (Cicli Fiorin-Despar);

5)Viviana Gatto (Artuso-Lievore);

6)Giorgia Beraldo (SC Vecchia Fontana);

7)Beatrice Cartelloni (Verso L’Iride);

8)Isabella Arman (Verso L’Iride);

9)Jasmine Dotti (Cicli Fiorin-Despar);

10)Erika Cecchel (Artuso Legnami-Lievore Detersivi).

Vito Bernardi                       bernardi.vito@libero.it

Foto Ghilardi : Crema l'arrivo della Ratto

GIOVANISSIMI AD ARLUNO – 54° TROFEO ARLUNESE-13° TROFEO AIDO

                                                                                              Arluno, 25 Aprile 2010.

54° Trofeo Arlunese-14° Trofeo Aido   Gara ciclistica riservata alla categoria Giovanissimi con l’organizzazione della SC Arlunese.

Giovanissimo con una bicicletta...d'altri tempi...!

Finalmente una giornata primaverile per i giovanissimi dell’altomilanese che si sono dati appuntamento ad Arluno per contendersi il 54° Trofeo Arlunese-14° Trofeo Aido, organizzato dalla SC Arlunese del presidente Rampini che ha radunato un centinaio di miniatleti sul classico percorso che si sviluppava sul tracciato della pista ciclabile che il Comune ha messo a disposizione dei giovani ciclisti per gli allenamenti.

E tra i vincitori c’è una new entry speciale, la G5 Cristina Andriotto, figlia del professionista bustocco Dario tesserata per il Team Pro Bike Junior e, sempre nel campo femminile, successo della pavese Valentina Vighi, (GC Dornese) tra le G1 e Giada Geroli, G2, e Silvia Magri G4  entrambe atlete della SC Busto Garolfo, tra le G3, Stefania Belloni dell’Enjoy Bike di Corsico e tra le G6, Elisa Wackermann della Biringhello.

Nelle categorie maschili è ancora Corsico, questa volta con l’atleta G1 Alessandro Peschini del Team Galbiati ad imporsi; tra i G4 Alessio Motta (GC Dornese) e G6, Nicolò Campagna (Pedale Lungavilla) fanno garrire al vento i colori pavesi mentre le altre gare sono tutte firmate da miniatleti altomilanesei, Riccardo Covizzi (VC Raffaele Marcoli-Turbigo) tra i G5, Andrea Montoli (SC Saronni) G2 e Marco Caruso (GS Bareggese, G3.

Ordini d’arrivo,

G1, 1)Alessandro Peschini (Team Galbiati-Corsico); 2)Giuseppe Milone (SC Galliatese); 3)Valentina Vighi (GC Dornese); 4)Riccardo Marchesi (GC Dornese); 5)Xhoeil Feneri (GC Ossona).

1° Femmina, Valentina Vighi (GC Dornese).

G2, 1)Andrea Montoli (SC Saronni); 2)Francesco Vighi (GC Dornese); 3)Enrico Forneris (SC Galliatese); 4)Giada Geroli (SC Busto Garolfo); 5)Gabriele Riboni (Pedale Pavese).

1° Femmina, Giada Geroli (SC Busto Garolfo).

G3, 1)Marco Caruso (GS Bareggese); 2)Alessandro Baroni (USC Vittuonese); 3)Nicolò Rognoni (GC Dornese); 4)Guglielmo Cattaneo (SC Biringhello); 5)Manuel Loda (GC Dornese).

1° Femmina Stefania Belloni (Enjoy Bike).

G4, 1)Alessio Motta (GC Dornese); 2)Andrea Donadello (SC Saronni); 3)Lirio Manitta (GC Dornese); 4)Marco Buoncristiani (Upol Pedale Lungavilla); 5)Vasco De Pasquale (GC Dornese).

1° Femmina, Silvia Magri (SC Busto Garolfo).

G5, 1)Riccardo Covizzi (VC Raffaele Marcoli-Turbigo); 2)Nicolò Madini (GC Dornese); 3)Matteo Sacchi (GC Dornese); 4)Marco Giangolini (Pedale Senaghese); 5)Luca Calcaterra (SC Saronni).

1° Femmina, Cristina Andriotto (Team Pro Bike Junior-Busto Garolfo).

G6, 1)Nicolò Campagna (Upol Pedale Lungavilla); 2)Manuel Belloni (SC Saronni); 3)Lorenzo Lucini (SC Saronni); 4)Samuele Arena (GC Dornese); 5)Bruno Pjetri (Pedale Ossonese),

1° Femmina, Elisa Wackermann (SC Biringhello).

Vito Bernardi                          bernardi.vito@libero.it

BUSSERO : DOPPIA GARA ALL’INSEGNA DELLA BCC DI CARUGATE PER GLI ESORDIENTI LOMBARDI

                                                                                              Bussero, 25 Aprile 2010.

31° Trofeo BCC Carugate-24° Challange BCC Carugate per gli Esordienti 1° anno

13° Trofeo GFA di Galbiati Fedele per gli Esordienti del secondo anno

Entrambe le gare organizzate dalla SC Macallesi.

Anno 1987 titolo : In fuga quadro del Maestro Nicola Pankoff

Trionfo dei corridori comaschi e lecchesi che vincono rispettivamente il 13° Trofeo G.F.A. di Galbiati Fedele riservato ai corridori classe 1996, con Paolo Bernasconi (Remo Calzolari-Ambrosoli) che si impone allo sprint davanti all’altomilanese Matteo Moschetti (Velo Sport Abbiategrasso) mentre nelle retrovie una spettacolare caduta mandava all’ospedale quattro corridori per accertamenti.

La gara riservata ai ragazzi classe 1997, 31° Trofeo Banca di Credito Cooperativo di Carugate, va invece ad Ottavio Dotti (UC Costamasnaga-La Piastrella-Spini & Zoia), con conclusione allo sprint davanti all’ucraino-brianzolo Avelyan Dutka (Polisportiva Mulinello-P&G Scavi) e a Simone Piccolo (Velo Sport Abbiategrasso).

Entrambe le gare sono state organizzate dalla SC Macallesi su un circuito locale interamente piatto.

Ordini d’arrivo classe 1997,

1)Ottavio Dotti (UC Costamasnaga-La Piastrella-Spini & Zoia) km. 30 in 46’ media kmh. 39,130; 

2)Avelyan Dutka (Polisportiva Mulinello-P&G Scavi);

3)Simone Piccolo (Velo Sport Abbiategrasso);

4)Samuele Bosisio (GS Alzate Brianza);

5)Luca Sanvito (GS Alzate Brianza.);

6)Federico Di Fazio (Ciclistica Caluschese);

7)Davide Gaffuri (Remo Calzolari-Ambrosoli);

8)Alessandra Musa (Velo Club Muggiò-Fiscal Office);

9)Davide Colnaghi (Gruppo Sportivo Alzate Brianza);

10)Cristiano Marelli (GS Alzate Brianza).

 

classe 1996,

1)Paolo Bernasconi (Remo Calzolari-Ambrosoli) km. 40 in 58’ media kmh. 41,379;

2)Matteo Moschetti (Velo Sport Abbiategrasso);

3)Alessio Fazzolari (Ciclamanti-Senago);

4)Marco Galimberti (Pedale Morbegnese);

5)Nicolò Fornoni (UC Costamasnaga-La Piastrella-Spini & Zoia);

6)Mattia Bianchi (Pedale  Morbegnese);

7)Sebastiano Esposito (S.C. Imbalplast-Soncino);

8)Gabriele Minardi (Polisportiva Mulinello-P&G Scavi);

9)Marco Molteni (UC Costamasnaga-La Piastrella-Spini & Zoia);

10)Luca Monorchio (GS Alzate Brianza).

                                               Vito Bernardi               bernardi.vito@libero.it

CANEGRATE CELEBRA IL “24° TROFEO COMUNE DI CANEGRATE” CON LA VITTORIA DEL COMASCO DANIELE ARNABOLDI

                                                                                           Canegrate, 25 Aprile 2010.

Foto Silvestro Iannice : La vittoria di Arnaboldi a Canegrate

24° Trofeo Comune di Canegrate

Daniele Arnaboldi : con le dita indica il secondo successo stagionale

Daniele Arnaboldi, sedicenne allievo del GS Alzate Brianza dopo il successo di domenica scorsa a Magnago, si conferma corridore affezionato all’altomilanese e raddoppia vincendo a Canegrate il 24° Trofeo Comune organizzato dall’UC Canegratese del presidente Gennaro Alfano affiancato da numerosi Collaboratori con in testa il geom. Frenati, sul classico circuito attraverso i centri di Canegrate e Parabiago, 54 chilometri lisci come un biliardo che hanno dato vita a numerosi tentativi di fuga organizzati dagli svizzeri Gianluca Ocanha (VC Bellinzona) e Mazzolini (VC Mendrisio), dai “Busto Garolfo” Ressa e Lualdi, dai “Puginatesi” Arrigoni e Carantoni e, nel finale, anche da Matteo Oldani (SC Saronni) ma, in vista del traguardo, gruppo a ranghi compatti col duello finale tra i comaschi Mossini (Calzolari-Ambrosoli) e Arnaboldi (GS Alzate Brianza) che vince nettamente davanti anche a Federico Toia (SC Saronni) che completa il podio.

Alla gara hanno partecipato 84 corridori dei quali 62 sono stati classificati.

Ancora una volta l’UC Canegratese ha confermato le sue tradizioni organizzative che la collocano tra le migliori Società del panorama del mondo del ciclismo in senso globale per merito di molti appassionati Dirigenti in attesa di ricevere nuova linfa dalle generazioni contemporanee per il rilancio del ciclismo grigiorosso che merita una collocazione di prestigio nell’albo delle società sportive canegratesi.

GS Alzate Brianza dopo la gara

Minorini allievo svizzero del VC Bellinzona

Allievi Ktajni e Manca del GC Ossona a Canegrate

GS Alzate Brianza a Canegrate il 25.04.2010

Ordine d’arrivo,

1)Daniele Arnaboldi (GS Alzate B.) km. 54 in 1h21’ media kmh. 40;

2)Daniele Mossini (Remo Calzolari-Ambrosoli);

3)Federico Toia (SC Saronni);

4)Gabriele Campello (GC Vanzaghellese);

5)Davide Ruggeri (SC Saronni);

6)Lorenzo Locatelli (UC Sangiulianese);

7)Gianluca Ocanha (Svizzera-VC Bellinzona);

8)Nicholas Simula (VC Raffaele Marcoli-Turbigo)

9)Pietro Andreoletti (S. Marco Vertova);

10)Niccolò Mariani (UC Puginatese).

Vito Bernardi           bernardi.vito@libero.it

53° COPPA TRE MARTIRI A CASTANO PRIMO : 1° ELIA AVANTAGGIATO (UC BUSTESE-OLONIA)

                                                                         Castano Primo, 25 Aprile 2010.

53° Coppa Tre Martiri – Categoria Juniores

Giuria FCI e Direttori Corsa

Elia Avantaggiato : Strepitoso successo a castano Primo

Son tornate le “Guardie Rosse” bustocche di Sergio Gallipacciorino che dopo una lunga astinenza, tornano sul gradino più alto del podio vincendo col legnanese Elia Avantaggiato, sua prima vittoria stagionale dopo un’astinenza di due anni, la 53° edizione della prestigiosa Coppa Tre Martiri-Comune di Castano Primo organizzata dal Pedale Castanese del presidente Baronchelli sul classico circuito imperniato sulla salita della Gatta e ripetuto sei volte attraverso i centri di Turbigo, Robecchetto, Malvaglio e, Castano Primo per chiudere il cerchio.

Gara movimenta fin dalle prime pedalate con azioni lanciate da Ferrarotti e Piccaluga (Pedale Castanese), Storello (Cycling Vigor), Galbiati (Biassono) Franciscono e Serra, (Madonna di Campagna), Cerutti e Rossini (Novarese), Besozzi e Sonzogni (GP Racer) e Rancilio (Bustese) ma che si concluderanno con delle sgroppate solitarie o a gruppetti di 2/3 corridori nel limite di qualche chilometro fino all’inizio dell’ultimo giro quando si forma al comando un plotone di sette corridori, Piccaluga (Pedale Castanese), Besozzi (GP Racer), Avantaggiato (UC Bustese), Iannuzzi (Verbania), Piotti (Madonna di Campagna), Galbiati (Biassono) e Simone Coppi (Novarese) che conquisteranno un vantaggio massimo di circa 40” che gli inseguitori rosicchieranno fino a raggiungerli praticamente a poche decine di metri dal traguardo.

Troppo tardi perché Avantaggiato lancia da lontano una volatissima vincente che trascina i compagni di fuga ad occupare le prime piazze dell’ordine d’arrivo lasciando a Fazzolari (Ciclisti Monzesi) la soddisfazione di precedere gli inseguitori per l’ottava piazza sotto l’attento sguardo del DS professionistico Roberto Damiani che ha seguito la gara fin dalle prime pedalate.

Avantaggiato con i genitori Grazia e Maurizio

Presidente DS e Squadra

Premiazione di Pietro Piccaluga

Premiazione DS Marco Della Vedova

Ordine d’arrivo,

1)Elia Avantaggiato (UC Bustese-Olonia) km. 98,4 in 2h25’10” media kmh. 40,670;

2)Pietro Piccaluga (Pedale Castanese);

3)Davide Iannuzzi (Ciclistica Verbania);

4)Simone Coppi (VC Novarese) a 2”;

5)Ezio Galbiati (US Biassono);

6)Matteo Besozzi (GP Racer Team);

7)Lorenzo Piotti (SC Madonna di Campagna);

8)Simone Fazzolari (Ciclisti Monzesi);

9)Luca Guerrini (CC Canturino 1902);

10)Davide Locatelli (GB Junior Team).

                                   Vito Bernardi              bernardi.vito@libero.it

Podio e Autorità

VII CICLORADUNO ROMA – OSTIA LIDO – ROMA DI KM. 70

 

              –   VII° CICLORADUNO  ROMA – OSTIA LIDO – ROMA  ( KM. 70,00 )  –

 

        Oltre 200 cicloturisti del Lazio e dintorni onorano la memoria dei Martiri della Patria.

  Riconoscimenti sportivi alla AS Roma Ciclismo, Tor Sapienza Cerbiatto e Tor Sapienza “85”.

Domenica 18 aprile u.s. organizzato dal Team G.C. Claudio Villa ( Claudio Siena ) con il supporto

Tecnico curato dai giudici del CSI di Roma Alfonso Brunetti e Gualtiero Massi, si è svolto il tradizionale ciclo raduno Roma – Ostia Lido – Roma  di  Km. 70,00 in occasione della ricorrenza

 dell’eccidio dei  Martiri Fosse Ardeatine e dei rastrellati del Quadraro.

Il Cicloraduno romano rende omaggio ai martiri delle Fosse Ardeatine

Ad onorare la storica  manifestazione sono intervenuti numerosi ciclisti in rappresentanza di storiche società con la  partecipazione dei Team : AS Roma Ciclismo  con la partecipazione del Presidente Lorenzo Baldesi accompagnato dal famoso campione giallorosso Spartaco Rosati detto “ er cecione”  vincitore con la  gloriosa maglia della Roma del “ II° Gran Premio della Liberazione d’Italia  (1947),  alle Terme di Caracalla di Roma, Picar Romana Edipar( Romano Pace) ,Cicli Caldaro ( Mario Caldaro ), Tor Sapienza Cerbiatto (Enzo Annucci), Amici del Pedale di Rocca di Papa, G.C Claudio Villa, Tor Sapienza “85”, Amici in Bici, Cicli Roma Club, Ciclistica Cavese,GC.Casciani, GC. Atala,Tutti a Ruota Manieri Ceccarelli,GS Morandi ( Bucci), Myperion Bike Team,Cicli Gentili, Ciclistica “Altri Tempi “,Ciclistica “ Cassa Notarile “ e per la prima volta la partecipazione in tandem ( molto applaudita ) della neo società ciclismo non vedenti e ipovedenti ( Presidente Luigi Loberto ) con  l’azzurra (non vedente) Teresa Pagliaroli accompagnata dalla guida Nando D’Alessandro e Mario Galanti condotto dal maestro di sport Renato Agostinoni in rappresentanza del GS Coppola.

Atleti non vedenti con le loro Guide

La partenza alle ore 8,45 sotto un cielo nuvoloso e aria frizzantina con le numerose squadre allineate a passo turistico dietro la vettura ammiraglia condotta dallo storico Giorgio Trippa.

Una pedalata festosa e ordinata da Roma alla famosa rotonda tirrenica Lidense di Ostia, poi breve sosta e quindi ritorno a Roma  scortati dai bravi e professionali “ pizzardoni “ motociclisti del G.I.T

( Gruppo Intervento Traffico ) e generosamente assistiti dalla Polizia Municipale di Roma ,  Protezione Civile “Radio Soccorso” e Servizio Sanitario “ Riccardo Ambulanze “.

Durante il ritorno a Roma, la carovana di ciclisti ha fatto sosta presso il famoso Mausoleo delle Fosse Ardeatine per deporre una corona di fiori alla memoria delle innocenti vittime trucidate nel lontano 1944 dalle forze di occupazione bellica nazista.

La conclusione di una mattinata dedicata alla memoria dei “Martiri della Patria”, presso gli storici Giardini di Monte del Grano al Quadraro.

Durante la cerimonia celebrativa, partecipata da autorità istituzionali e da numerosa presenza di pubblico, sono stati consegnati speciali riconoscimenti ( per il numero di partecipanti )

alla AS Roma Ciclismo (Targa Presidenza della Repubblica);

GSC Cerbiatto Tor Sapienza (Coppa Regione Lazio);

GC.Tor Sapienza 85   Medaglia di. Bronzo  Senato della Repubblica)

simpatici omaggi a tutti i partecipanti.

Arrivederci alla prossima edizione 2011.

                                                                                                   (  Giovanni  Maialetti )

OFFIDA MONDIALI JUNIORES 2010 : MANCANO ESATTAMENTE 100 GIORNI ALL’EVENTO

 

Gianni Spaccasassi - Organizzatore Mondiali Juniores ad Offida

 

 

 Stasera ad Offida (AP) inizia il countdown per i mondiali junior 2010; solo cento giorni alla rassegna iridata tanto attesa 

I mondiali junior 2010 si avvicinano velocemente e sul territorio si moltiplicano le iniziative a sostegno della manifestazione che la SCA Offida di Gianni Spaccasassi organizzerà dal 5 all’8 agosto sugli impegnativi e suggestivi saliscendi attorno la storica città marchigiana. Già stasera Piazza del Popolo, cuore pulsante di Offida, si arricchirà di un display luminoso regolato sulla cerimonia di apertura dei campionati mondiali. Il countdown aggiornerà dunque cittadini e turisti sui giorni che separano Offida dal primo campionato del mondo disputato nelle Marche, regione da sempre legata al ciclismo e allo sport in generale; da domani mancheranno solo cento giorni alla rassegna iridata che l’Amministrazione Comunale sta sostenendo con fortissimo entusiasmo. 

Intanto il presidente Gianni Spaccasassi prosegue con l’organizzazione sportiva dell’evento: ”Domani, martedì 27 aprile – ha annunciato Spaccasassi – il commissario tecnico del Belgio farà visita ad Offida e verificherà le caratteristiche dei due percorsi, cronometro e strada, uomini e donne. Da diversi mesi proseguono i sopralluoghi delle nazionali che stanno preparando il nostro appuntamento con grande cura e attenzione. Intanto si intensifica con la campagna promozionale; dopo la Tirreno-Adriatico di ciclismo abbiamo sponsorizzato la Maratonina dei Fiori con premi per il primo assoluto uomini, la prima assoluta donne e la squadra prima classificata. La promozione di un evento mondiale deve  passare anche attraverso la presenza in grandi manifestazioni come la Maratonina dei Fiori, dove c’è un alto numero di partecipanti e di spettatori. Tra l’altro si tratta di occasioni per creare preziose sinergie tra associazioni di sport diversi e di trovare collaborazioni che sicuramente torneranno utili per il nostro mondiale, come in questo caso con l’Atletica Avis di San Benedetto del Tronto”. 

Tonight Offida (AP) starts the countdown for the World Junior 2010 missing only one hundred days to the long-awaited World Championships 

Junior World Championship 2010 are approaching quickly and the territory iniziatove multiply in order to support the event that SCA Offida Gianni Spaccasassi hold from 5 to 8 August. Already tonight Piazza del Popolo, heart of Offida, you will be enriched by a bright display set to the opening ceremony of the World Cup. So the countdown will update citizens and tourists on Offida days separating the first world championship held in the Marche region has always been linked to cycling and sport in general, only one hundred days from tomorrow, will miss the World Championships that the City Administration is supporting with tremendous enthusiasm. 

Meanwhile, the chairman Gianni Spaccasassi continues with the sports organization of the event: “Tomorrow, Tuesday, April 27 – announced Spaccasassi – the coach of Belgium will visit Offida and verify the characteristics of the two circuits, road and time trial, men and women . For several months of continuing national surveys are preparing our meeting with great care and attention. Meanwhile the campaign intensifies, after the Tirreno-Adriatico cycling we sponsored the Maratonina dei Fiori with prizes for the first ever men, women and the premiere team first place. The promotion of a world event should also include a presence in major events like Maratonina dei Fiori, where a large number of participants and spectators. Incidentally this is precious opportunities to create synergies between organizations of different sports and find partnerships that will surely come in handy for our world, as in this case with the Atletica Avis San Benedetto del Tronto. 

Offida (AP), 26 aprile 2010   

Ufficio Stampa CAMPIONATI MONDIALI JUNIOR 2010
Livio Iacovella
Tel. +39/335.68.72.661
Fax +39/06.23.32.05.264  

www.offida2010.it  
e-mail:  livio.iacovella@startcommunication.net   

CIRCUITO DEL PORTO-TROFEO ARVEDI : PRESENTATA LA 44° EDIZIONE ANNO 2010

Redazioni sportive – ciclismo

Comunicato stampa

Circuito del Porto edizione 43° del 2009

 Cremona, 26 aprile 2010

 PRESENTATO IL CIRCUITO DEL PORTO – TROFEO ARVEDI

E’ stato presentata oggi pomeriggio nella prestigiosa sala della Consulta del Comune di Cremona la 44^ edizione del Circuito del Porto – Trofeo Arvedi, classica a carattere internazionale per alite e under 23 in programma domenica 2 maggio.

Al verinissage dell’importante appuntamento che vedrà al via 200 atleti in rappresentanza delle maggiori formazioni italiane e straniere è intervenuto il consigliere comunale con delega allo sport Marcello Ventura che ha sottolineato la notevole importanza della gara per tutta la comunità cremonese, mentre il presidente del comitato provinciale del CONI, Achille Cotrufo, si è soffermato sul ruolo di primaria importanza del ciclismo nel panorama sportivo della provincia.

Fulvio Feraboli, presidente del CC Cremonese 1891 – Gruppo Arvedi, si è dichiarato soddisfatto dell’alto valore tecnico raggiunto dalla gara confidando in un’edizione che possa arridere ad un atleta locale.

Italo Carotti, in rappresentanza del Gruppo Arvedi, ha sottolineato e confermato l’appoggio della realtà industriale a favore del ciclismo e del Circuito del Porto mentre il presidente del comitato provinciale della Federazione Ciclistica Italiana, Antonio Pegoiani, si è soffermato sul ruolo d’eccellenza che la gara ricopre all’interno del calendario provinciale.

Alla presentazione sono intervenuti anche gli ex professionisti Marco Villa e Adriano Baffi oltre a Jacopo Guernieri, oggi nella massima categoria tra le fila della Liquigas – Doimo, vincitore del Circuito del porto nel 2007.

Domenica 2 maggio la gara prenderà il via da Piazza Stradivari nel cuore della città di Cremona alle ore 13,30 e si svilupperà lungo 12 giri dell’ormai classico circuito di 15 chilometri (totale 180 km) con arrivo in Viale Po.

43° Circuito del Porto 2009 il Podio

 

Stefano Bertolotti

Tel.: +39 335 5726821

Fax: +39 0377 501199

e-mail: stefano@stefanobertolotti.com

Skype me: stebertolotti

Web: www.stefanobertolotti.com

RAI RCS GIRO 2010 : PROVE TECNICHE DI TRASMISSIONE!

“IN GIRO CON LA RAI”: SI SCALDANO I MOTORI DEL 93° GIRO D’ITALIA

Da sx Casoli, Lorusso, Depaoli, Catano, Marano, Comanducci, Preziosi, Zomegnan e Nardello

Milano, 26 aprile 2010 – Nello spettacolare scenario dello studio Tv 3 del centro di produzione RAI, da dove Fabio Fazio conduce la sua popolare trasmissione “Che tempo che fa”, è andato in scena questa mattina un emozionante preambolo del 93° Giro d’Italia (8 – 30 maggio da Amsterdam a Verona). La Corsa Rosa, che fra meno di due settimane prenderà il via dal Museo Van Gogh nel cuore di Amsterdam, potrà godere come e più che in passato di una grande copertura da parte di RAI.

“In Giro con la Rai” è stato uno show che ha visto splendere Rai Sport, Rai Trade, Radio Rai e RCS Sport che hanno presentato il palinsesto e le strategie relative al 93° Giro d’Italia.

I due vicedirettori generali RAI, Antonio Marano e Gianfranco Comanducci, hanno espresso la centralità e l’importanza del connubio, ormai pluriennale tra RCS Sport e Rai.

Eugenio De Paoli, direttore di Rai Sport, ha presentato i palinsesti ed i conduttori dei programmi della Corsa Rosa.

Il Giro d’Italia andrà in onda quest’anno sulle reti Rai con TG SPORT alle 9 di ogni giorno su Rai Sport Più; alle 12.25 su Rai Tre ed in simulcasting Rai Sport Più sarà la volta di Si Gira con “Bar Toletti” condotto da Marino Bartoletti e da Arianna Secondini. Parteciperanno anche Claudio Pasqualin e Gigi Sgarbozza.

Alle 14 su Rai Sport Più andrà in onda “Anteprima Giro” che sarà una ricca introduzione alla tappa del giorno impreziosita da filmati storici. A seguire su Rai Tre e Rai Sport Più, naturalmente andrà in onda la “Diretta della Tappa” con la conduzione di Francesco Pancani ed il commento tecnico di Davide Cassani e le interviste subito dopo l’arrivo a cura di Fabrizio Piacente.

Intorno alle 17, sempre su Rai Tre, sarà la volta del “Processo alla Tappa” che per la prima volta nella storia verrà condotto da una donna, Alessandra De Stefano e che vedrà la presenza fissa di Gianni Mura, Beppe Conti e la moviola di Silvio Martinello.

Dalle 20 alle 20.30 su Rai Sport Più, sarà la volta del TGiro condotto da Alessandro Fabretti, accompagnato da Davide Cassani e dal ‘punto’ giornalistico di Gianni Mura.

Infine all’una circa su Rai Tre il Giro Notte, condotto da Davide Novelli, farà il punto della giornata con l’aiuto ed il commento di atleti, tecnici ed esperti.

Ad onorare la trionfale presentazione, sono intervenuti in studio i massimi dirigenti di Rai, Rai Sport, Rai Trade, Radio Rai e RCS Sport.

Andrea Lorusso Caputi, direttore di produzione Tv Rai, ha esposto l’enorme sforzo produttivo dell’imponente squadra che sarà impegnata sulle strade delle 21 tappe.

L’amministratore delegato di Rai Trade, Carlo Nardello, ha sottolineato come  “Dal 1998 ad oggi c’è stata una significativa espansione della distribuzione internazionale delle immagini del Giro d’Italia che ha portato, insieme a Rai International, a coprire l’intero pianeta” e ancora  “5 continenti, 150 paesi e più di 30 broadcasters hanno portato ad avere picchi di ascolto da evento sportivo di primissimo livello con più di 300 milioni di total audience”.

E’ stata quindi la volta del direttore del direttore Gr Rai e Radio Uno (Radio ufficiale del Giro), Antonio Preziosi che, entusiasta per la nuova avventura che va iniziando, ha introdotto la trasmissione radio che verrà condotta da Paolo Belli, “Tutti al Giro”.

Giacomo Catano, amministratore delegato RCS Sport, ha sottolineato l’apprezzamento per l’accordo omnicomprensivo tra le due aziende, Rai e RCS Sport, che spazia, oltre al ciclismo, anche nella corsa.

Angelo Zomegnan, direttore eventi ciclismo RCS Sport, ha quindi ringraziato tutta la RAI, i vertici come gli sconosciuti operatori, per il rinnovato impegno ed ha avanzato il desiderio di avere, dal 2011, il TGiro trasmesso in chiaro.

In allegato, trovate un’immagine della presentazione.

Per chi fosse interessato, è possibile consultare e scaricare altre immagini sul sito internet:

Sito internet: http://rcssport.pentaphoto.it

Username: rcs

Password: rcsall2008

Per informazioni:

Ufficio stampa ciclismo

RCS Sport

Matteo Cavazzuti

Tel.: 02/62827820

Fax: 02/62828055

Cell.: 345/4631376

E-mail: press.giroditalia@rcssport.it

AVOLA (SIRACUSA) ESORDIENTI IN GARA : SERVIZIO DI GIUSEPPE SCORDO

AVOLA (SR)

Esordienti

2° Memorial Luca Battaglia

 

Il ciclismo vive di ricordi ma anche del presente con i servizi di Giuseppe Scordo dalla Sicilia

 Ordine d’arrivo Esordienti 1°Anno:


1) Salvatore Morale (A.S.D.Club Giampaolo Caruso)

2) Francesco Romano (A.S.D.Equipe Sicilia Giovani)
3) Paolo       Baccio   (A.S.D.Club Giampaolo Caruso)

4) Alessandro Romano (A.S.D. Club Giampaolo Caruso)

5) Simone     Sano’   (A.S.D. Bessi-Vangi Solarino)

6) Simone    Germanà (A.S.D. Carpe Diem)

7) Cristiam    Brugaletta (A.S. Lib.Ibla)

8) Clerence  Bonomo    (A.S. Lib. Ibla)

9) Giuseppe La Terra Pirrè (Equipe Sicilia Giovani)

10) Calogero Tumminello  (A.S.D. Salvatore Bucalo)

Ordine d’arrivo Esordienti 2° anno:

1) Giampaolo Cappitelli  (A.S.D. Pro.Ca.Marsala)
2) Pierpaolo Carrubba  (G.S. Borgonovo Milor)
3) Paolo Orecchia  (A.S.D. Geom.Pippo Caruso)
4) Lorenzo Cataudella (A.S.D. Equipe Sicilia Giovani
5) Cristian  Gregorini (A.S.D. Club Giampaolo Caruso)
6) Antonio Marino     (A.S.D. Bessi-Vangi Solarino)
7) Paolo  Tuccio     (A.S.D. Equipe Sicilia Giovani)
8) Paolo Ansaldi     (A.S.D. Club Giampaolo Caruso)
9) Salvatore Sangregorio (A.S.D. Geom.Pippo Caruso)
10) Paolo Pappalardo (A.S.D. Gianni Motta)

Dalla Sicilia l’amico e collega : PEPPE SCORDO

GIRO PRATOMAGNO IN TOSCANA PER U/23 : CI RELAZIONA ANTONIO MANNORI

Elite under 23

SPUNTO VINCENTE DI RANZZAO NEL

GIRO DEL PRATOMAGNO A PIANDISCO’

 

 PIANDISCO’(AR).- Gianluca Randazzo della Hopplà Magis Mavo Truck Italia già protagonista in precedenti gare di alcune ottime prove ha centrato il successo aggiudicandosi in volata l’ottava edizione del Giro del Pratomagno tradizionale appuntamento nel giorno dell’Anniversario della Liberazione, organizzato dalla Nuova Futura Team, società cara a Franco Chioccioli e dagli sportivi di Piandiscò.

E’ stato anche in questa occasione un grande successo con 150 corridori al via dei quali in 53 hanno concluso la gara che Randazzo ga fatto sua nei confronti di Ianniello con uno spunto rabbioso mentre il terzo classificato e gli altri che componevano il drappello di testa sono terminati a qualche metro di distanza.

La gara valdarnese ha visto per protagonisti nei primi 90 chilometri nove corridori su iniziativa di Liquori e Camilli.

Rientrato il tentativo di fuga è arrivato il vivace e movimentato finale di corsa con la salita del Monte Lupini della Canova dove si è accesa vibrante la bagarre che ha scremato le forze rimaste in corsa proiettando alla fine un folto drappello sul traguardo di Piandiscò dove il siciliano Randazzo è stato irresistibile.

Al secondo posto un bravo Ianniello quindi Piscopiello e due tra i corridori più attesi alla prova, vale a dire Centra portacolori della società organizzatrice e Stefani.

ORDINE DI ARRIVO:

1)Gianluca Randazzo (Hopplà Magis Mavo) Km 133, in 3h15’, media Km 40,923;

2)Vincenzo Ianniello (Gruppo Made Tss Tamburini); 3)Fabio Piscopiello (Vega Prefabbricati) a 2”;

4)Paolo Centra (Futura Team Matricardi);

5)Marco Stefani (Le Villane Danton Vibert);

6)Giuntoli; 7)Durante; 8)Averin; 9)Di Battista; 10)Formichetti.

                             

 

ANTONIO MANNORI

Dal quadro del Maestro Nicola Pankoff 1987 In Fuga

MEMORIAL GINO SANTARELLI A RIETI PER GLI U/23 : IL SERVIZIO DI GIOVANNI MAIALETTI

 

                           CICLISMO  “ UNDER/23  –  ELITE’ “ –  NAZIONALI

                                     “II°  MEMORIAL   GINO   SANTARELLI “

 A  RIETI  C ICLISMO SPETTACOLO – BIS  DI  RAMON BALDONI. COMPLETANO IL PODIO DOMENICO ROSINI E PIETRO  BUZZI. OLTRE 100  CORRIDORI ONORANO IL MEMORIAL

Podio Memorial Santarelli a Rieti da sx Rosini Baldoni e Buzzi

Sabato 24 aprile u.s. nella ospitale città di Rieti, si è svolta la seconda edizione “ Memorial Gino Santarelli “ storico  personaggio sportivo locale amatissimo genitore di Davide e Danilo dirigenti federali di società. La manifestazione a carattere nazionale, è stata onorata da 114 atleti Under/23 – Elitè in rappresentanza di storiche e titolate società. Ad organizzare l’evento la Asd Nuova Rieti  

( Danilo, Davide Santarelli,Pierino Santoprete ). Habitat della corsa il collaudato e veloce circuito locale di Km.8,00 da ripetere per totali Km. 110,00. Il via alle ore 13.45 sotto la direzione di Mauro Benacquisto, la giuria : Luigi Patrizi ( Pres.te); Pasquale Santori e Valerio Marchetti ( Comp)

Giuliano Pitotti ( G.A. ). La cronaca : gara vivace ad  alta velocità con medie che rasentano i 45 orari. La corsa bella e divertente regala al numeroso pubblico momenti di entusiasmo sportivo. Si procede con il gruppo compatto deciso a stoppare ogni tentativo di fuga. Il finale di gara con il gruppo compatto si conclude nel lungo rettilineo cittadino con una spettacolare  volata vinta allo sprint da Ramon Baldoni ( Calz.Montegranaro Marini Silvano ) una vittoria che bissa quella già accreditata nel 2009. Tempo del vincitore : Km. 110,00 in 2h27’24” media 44,780 Km/h. con lo stesso tempo concludono alle piazze d’onore Domenico Rosini ( Futura Team Matricardi ) e Pietro Buzzi ( idem ) a seguire tutto il gruppo. Al termine seguiva la cerimonia delle premiazioni onorate dalla presenza del Presidente CONI Provinciale di Rieti Pistolesi e dal Dirigente Federale G.Luca Bassotti. Arrivederci alla prossima edizione.

                                                                                     (  Giovanni  Maialetti  )

Ordine di arrivo generale ( Km. 110,00 in 2h 27’ 24” media  44,780 Km/h ) :

  1)- Baldoni Ramon ( Calz. Montegranaro Marini Silvano )

  2)- Rosini Domenico ( Futura Team Matricardi ) a 1”

  3)- Buzzi Pietro                  (     idem         )           s.t.

  4)- Censori David ( Monturano Civitanova Marche )  s.t.

  5)- Fedele Manuel ( Aran D’Angelo&Antenucci ) s.t.

  6)- Di Costanzo Antonio ( Vejus – TMF – R.Novara – Bh Bikes ) s.t.

  7)- Romaggioli Gaetano ( M.Pantani – Caffè Mokanbo ) s.t.

  8)- Binacci Alessio ( U.S. Nuova Fracor ) s.t.

  9)- Giglio Antonio Ivan ( Cargo – Compass – 3k0 Sparo ) s.t.

10)- Di Battista Antonio ( Vega Prefabbricati Montappone ) s.t.

                          ISCRITTI : 157  =  PARTITI : 114  =  ARRIVATI : 18.

GIRO D’ITALIA AD ASOLA : PROGRAMMA

Asolo, il Giro d’Italia in 10 mosse!

Il Giro d’Italia come una partita a scacchi, 10 mosse per fare centro
e conquistare il pubblico: la formula scelta da Asolo Sports Promotion
di concerto con il Comitato Tappa e con l’amministrazione comunale di
Asolo, si annuncia vincente e decisamente interessante.

brindisi Organizatori Tappa Giro ad Asola 2010

“Asolo è sempre più rosa” un motto, quello coniato dal presidente del
Comitato Tappa, Giampietro Bonin, che calza a pennello per il periodo
di fermento attraversato dalla città dei 100 orizzonti “Siamo ormai in
dirittura d’arrivo, orgogliosi di poter presentare oggi il calendario
degli eventi collaterali che abbiamo messo in cantiere in vista
dell’arrivo del Giro d’Italia. Si tratta di un programma ricco e ben
assortito che certamente riuscirà a coinvolgere una vasta fetta di
popolazione dalle provenienze più disparate.”
Sarà proprio così, vista l’ampia gamma di manifestazioni, iniziate già
nei mesi scorsi con la prima conferenza stampa e con l’arrivo della
carovana della “Qualità in Giro” e che proseguirà nelle prossime
settimane con l’incontro con i ragazzi delle scuole elementari, con la
serata di gala del 30 aprile, in un crescendo che porterà diritti
verso la pedalata rosa del 16 maggio prossimo e l’arrivo dei campioni
del Giro.
“Ci auguriamo che il prossimo 22 maggio Asolo sia una bomboniera rosa
da offrire al pubblico delle due ruote” ha esordito l’assessore allo
sport del comune di Asolo, Nico Basso, ringraziando autorità, enti e
aziende per il sostegno che stanno assicurando all’iniziativa che
porterà il traguardo della 14^ tappa del 93° Giro d’Italia sulle
strade di uno dei borghi più belli d’Italia. “Si tornerà a parlare di
Asolo non solo per la sua storia, per i personaggi che vi hanno
vissuto o per la bellezza dei palazzi o del panorama ma anche per un
grande evento sportivo, riproponendo in primo piano il nostro
territorio e le qualità della nostra gente” gli ha fatto eco la prima
cittadina di Asolo, Loredana Baldisser.
Queste le parole d’accoglienza riservate dai padroni di casa alle
autorità e ai giornalisti intervenuti alla conferenza stampa di
illustrazione degli eventi collaterali tenutasi in mattinata presso
l’Albergo Al Sole, straordinario balcone affacciato sul cuore di
Asolo; personalità di primissimo piano, come il vice-presidente
vicario della Fci, Flavio Milani che ha tenuto a complimentarsi con
Giampietro Bonin, presidente del comitato tappa e Chiara Caldonazzo,
presidentessa della Asolo Sports Promotion per “L’ottimo lavoro svolto
sin qui: Asolo torna al centro della scena per quanto riguarda il
ciclismo. Ricordo con piacere che nel 2002 facemmo tappa qui con la
prova juniores della settimana tricolore e che su queste splendide
strade, in quell’occasione, fu Vincenzo Nibali a laurearsi campione
d’Italia. Il messinese ritroverà queste strade al Giro e con lui anche
il grande pubblico tornerà a guardare alle bellezze della Marca
Trevigiana”.
Una tappa che avrà il pieno appoggio della Federazione Ciclistica
Italiana, rappresentata anche da Ivano Corbanese, presidente del
Comitato provinciale di Treviso “La forza del ciclismo trevigiano sono
questi appassionati: sono loro che danno vita all’attività delle
nostre 180 società che portano in sella oltre 7.000 tesserati; la
nostra federazione è onorata di ospitare eventi come questo e come
quelli che in questo 2010 si correranno sulle nostre strade”.
Parole di sostegno e di felicitazioni anche quelle espresse
dall’assessore della provincia di Treviso, Paolo Speranzon “Il Giro
d’Italia ha scoperto la Marca Trevigiana ormai alcuni anni fa e da
allora l’arrivo sulle nostre strade è divenuto un appuntamento fisso;
la nostra è terra di ciclismo e il calendario che ci attende è davvero
nutrito: Asolo aprirà un’estate ricca di avvenimenti riservati alle
due ruote e, viste le premesse, lo farà certamente in maniera
impeccabile.”
Via dunque i veli al calendario rosa asolano: a fare da mossiere alla
lunga maratona rosa è stato Oscar Battilana, in rappresentanza di
Asolo Sports Promotion “La rincorsa al 22 maggio è già iniziata, agli
eventi che abbiamo già vissuto si aggiungeranno: l’incontro di alcuni
campioni del ciclismo con gli alunni delle elementari, che si terrà
giovedì prossimo. Il giorno seguente la serata di gala al Teatro Duse
inaugurerà il maggio asolano, con una serie di interventi di prestigio
e uno sguardo al mondo dei più piccoli grazie all’apporto dell’Uc
Asolana, che da anni svolge un lavoro di promozione del ciclismo sul
nostro territorio. Il mese di maggio sarà dedicato al concorso
riservato ai commercianti di Asolo “Vetrine in Rosa”; si aggiungeranno
poi il concerto di venerdì 7 maggio, tenuto dall’orchestra UbiJazz in
onore di Fausto Coppi a 50 anni dalla sua prematura scomparsa e la
sfilata di moda, con l’elezione di Miss Asolo in Rosa che avverrà a
Giro d’Italia già iniziato, giovedì 13 maggio. Nel mezzo l’attesa per
il Giro andrà in onda sulle frequenze di Telechiara e sul canale sky
Blu, grazie allo speciale dedicato dalla popolare trasmissione
Teleciclismo. Domenica 16, poi, tutti in bici per la Pedalata Rosa con
partenza dagli impianti sportivi di Casella d’Asolo e arrivo proprio
sul traguardo della 14^ tappa. Di li a poco arriverà il Giro d’Italia,
sabato 22 maggio per quello che sarà il clou del nostro programma;
Asolo continuerà ad essere vestito di rosa per almeno un altro mese,
visto che il 23 giugno transiteranno proprio dal centro di Asolo le
prove di campionato italiano riservate alle donne juniores ed elitè
con partenza e arrivo da Riese Pio X”.
Asolo c’è e aspetta di accogliere il Giro: il prossimo 22 maggio non
mancheranno certo gli applausi ai protagonisti della corsa rosa che
potranno incontrare un lungo cordone umano che li accompagnerà dal
primo passaggio attraverso il centro del borgo medievale, alle rampe
del Monte Grappa sino al traguardo che avverrà in pianura, ai piedi
della collina asolana.

Organizzatori tappa Asola

In allegato: foto della conferenza stampa (Photo Credits: Riccardo
Scanferla)

Il calendario completo delle manifestazioni in programma:

Giovedì 29 Aprile – ore 14.30 – Teatro Duse
La scuola incontra il ciclismo “Ciclismo passione e sacrificio”

Venerdì 30 Aprile – ore 20.00 – Teatro Duse
Serata di Gala in onore della 14^ tappa del Giro d’Italia

Mese di Maggio
Concorso Vetrine in rosa

Venerdì 7 Maggio – ore 21.00 – Teatro Duse
“Omaggio al Campionissimo” concerto by Ubijazz in ricordo di Fausto
Coppi

Mercoledì 12 Maggio – ore 21.00 – Padova
Il Giro ad Asolo, ospite a Teleciclismo (in onda su Telechiara e Blu)

Giovedì 13 Maggio – ore 21.00 – Piazza Brugnoli, Asolo
Sfilata di Moda, con elezione di Miss “Asolo in Rosa”

Domenica 16 Maggio – ore 9.00 – Casella d’Asolo
Pedalata Rosa con arrivo sul Traguardo della 14^ tappa

Sabato 22 Maggio
Arrivo 14^ Tappa Giro d’Italia

Mercoledì 23 Giugno – Asolo
Transito dei campionati italiani femminili: prova juniores e prova elitè

Ufficio stampa
Asolo Sports Promotion
Publiweb Italia
www.asolosportspromotion.it

GP LIBERAZIONE CITTA’ DI MASSA

Juniores

L’AZZURRO GALLIO PER DISTACCO A TURANO

IN UNA CORSA DURA E SELETTIVA

TURANO DI MASSA.- Una grande corsa che ha cambiato tracciato con la salita della Foce dopo il doppio passaggio dalla Fortezza, ma che è rimasta avvincente, tirata e vibrante. E sul traguardo del 36° Gran Premio Liberazione Città di Massa-Gp Sportivi di Turano posto sulla via Aurelia (il via da Piazza degli Aranci) è giunto da solo il diciottenne vicentino di Marostica ed azzurro Giacomo Gallio, che proprio nei giorni scorsi aveva disputato la “Roubaix” per juniores con la nazionale italiana.

Gallio ha staccato tutti a 12 Km dal traguardo durante l’attraversamento di Carrara e prima di affrontare la quarta ed ultima salita di una corsa dura e selettiva, quella della Foce. Ha tenuto benissimo in salita, è stato lucido in discesa quanto poderoso anche nel tratto finale in pianura giungendo con quasi mezzo minuto di margine sul traguardo gremitissimo di sportivi. Questo Gran Premio Liberazione non si è fatto mancare nulla.

Una bella giornata di sole, un percorso interessante sul piano tecnico e tale da promuovere alla distanza i più forti, 192 partenti di 35 società con il campione europeo Luca Wackermann e quello tricolore Zordan che si sono visti poco.

Infine ci ha riservato, e di questo tutti ne facevano a meno volentieri, anche alcune cadute, nella discesa di San Carlo e proprio nella volata per il quarto posto con un volo pauroso di Sogne, del toscano Bonistalli e Wackermamn con qualche conseguenza.

 Una corsa spettacolare, con Fontana e Rubakha all’attacco sulla dura salita di San Carlo. A 30 chilometri dall’arrivo al secondo passaggio dalla Fortezza entravano in azione Tonelli e con lui Gallio mentre tra i migliori anche Nibali, il vivacissimo Conti, e tra i toscani un ammirevole Trosino, i bravi Verona, Franzoni e Bonistalli.

Ma qui usciva Gallio che provava un attacco con Tonelli. Ripreso tornava da solo in fuga ed era l’azione vincente per una vittoria voluta ed ottenuta con un numero di grande classe del quale si è compiaciuto lo stesso c.t. della nazionale Rino de Candido.

I migliori toscani al traguardo Verona e Franzoni oltre allo sfortunatissimo Bonistalli caduto in volata.

ORDINE DI ARRIVO:

1)Giacomo Gallio (Carraro Morbiato Sandrigo Sport) Km 134, in 3h26’, media Km 39,028;

2)Valerio Conti (Guazzolini Coratti Fassa Bortolo) a 27”;

3)Mattia Viganò (Us Biassono);

4)Alessandro Tonelli (Trissa Bornato) a 45”;

5)Matteo Fontana (Us Biassono);

6)Verona; 7)Severa; 8)Franzoni; 9)Sogne; 10)Wackermann M.

                                 ANTONIO MANNORI

SC MADONNA DI CAMPAGNA : FINE SETTIMANA POSITIVO

Categorie Allievi-Juniores

Oggetto: COMUNICATO-STAMPA n. 11/10 del 26 aprile 2010

 

Lorenzo Piotti a Castano Primo

ALLIEVI, MIRKO TORTA 2° AL FOTOFINISH NEL G.P. LIBERAZIONE A VALENZA.

JUNIORES, LORENZO PIOTTI OK A CASTANO PRIMO (MI).

Gli Allievi del Madonna di Campagna hanno sfiorato la vittoria ieri mattina a Valenza (Alessandria) sul traguardo del 58° Gran Premio della Liberazione, una delle più antiche classiche regionali della categoria. Al termine di una gara condotta a ritmi molto sostenuti, la gara si è risolta con la volata di sei corridori, che erano andati in fuga all’inizio dell’ultimo dei quattro giri in programma. Allo sprint, Mirko Torta (nella foto) è stato preceduto al fotofinish da Carlo Franco della Rostese ed è così salito sul secondo gradino del podio, mentre il suo compagno di squadra Mattia Viel, sottoposto per tutta la gara ad uno spietato marcamento da parte degli avversari, ha dovuto accontentarsi del posto.  Ora il pensiero della squadra Allievi è rivolto a sabato prossimo, 1° maggio, quando andrà in scena l’ottava edizione della Torino-Corio, organizzata proprio dal Madonna di Campagna su un percorso impegnativo dove i tatticismi avranno un peso relativo.

La squadra Juniores al gran completo ha partecipato a Castano Primo (Milano) alla 53^ edizione della Coppa Tre Martiri, che ha fatto registrare il successo allo sprint di Elia Avantaggiato (Bustese-Olonia) davanti a Piero Piccaluga (Pedale Castanese) e Davide Iannuzzi (Verbania). Del gruppetto dei sette fuggitivi, che hanno anticipato per un soffio il ritorno del gruppo inseguitore, faceva parte anche Lorenzo Piotti, che si è classicato 7°, mentre Luca Croce ha chiuso al 15° posto. Da segnalare, purtroppo, la malasorte che continua ad accanirsi contro Luca Brunetti, che era tornato in gara solo domenica scorsa ad Olgiate Olona dopo l’incidente in Riviera che lo aveva costretto ad una lunga inattività. Qualche giorno fa il ragazzo è rimasto vittima di una nuova, banale caduta mentre si allenava sulle strade di casa con il fratello Marco e nell’impatto con l’asfalto ha battuto lo scafoide appena guarito e ora nuovamente dolente.

Ufficio Stampa:     3395476314           madonnadicampagna@infinito.it

UC TREVIGIANI-DYNAMON-BOTTOLI : NEWS

 

Andriato beffa Collodel a Vittorio Veneto

Bertazzo d’astuzia a Pessina Cremonese

Bertazzo vince a Pessina Cremonese

Al Gran Premio della Liberazione di Roma è passato lo straniero, tale Tratnik, sloveno. La Trevigiani Dynamon Bottoli ha dovuto accontentarsi del nono posto di Nizzolo e del decimo di Alberio. Il riscatto è arrivato nel pomeriggio, quando la società di patron Remo Mosole ha assestato due stoccate in contemporanea: alla 55^ Medaglia d’Oro Frare De Nardi di Vittorio Veneto e alla 61^ Coppa Ardigò di Pessina Cremonese.

Nel Trevigiano l’ha spuntata Rafael Andriato. Il ventiduenne brasiliano di San Paolo è riuscito ad infrangere l’incantesimo che dai primissimi appuntamenti del calendario l’ha visto puntualmente protagonista e piazzato ma mai, fino ad oggi, vincente. A dieci chilometri dalla fine è terminata l’avventura del drappello uscito allo scoperto nelle fasi intermedie della gara. Una trentina di corridori hanno imboccato il rettilineo finale. Collodel della Zalf è partito lungo e ha alzato le mani in segno di vittoria, ma negli ultimissimi metri Andriato aveva completato con successo una rimonta straordinaria: primo Andriato, secondo Collodel, terzo l’altro zalfino Busato.

Prima vittoria dell’anno anche per il ventunenne padovano Omar Bertazzo, reduce come Andriato da una lunga serie di piazzamenti. La 61^ Coppa Ardigò di Pessina  ha preso la piega definitiva a 80 chilometri dalla fine, quando 19 corridori hanno salutato il resto del gruppo. Bertazzo era fra loro. Il passista della Trevigiani Dynamon Bottoli è stato abilissimo nello sfruttare le molte curve che facevano da preludio al traguardo e ad anticipare la volata. Quando è scattato Capillo della Brunero, Bertazzo  è stato lesto nel portarsi su di lui per poi scavalcarlo e presentarsi sotto lo striscione con alcuni metri di vantaggio sugli altri. Secondo Castelli della Dal Fiume e terzo Capillo.

Omar Bertazzo vince a Pessina Cremonese

Ufficio Stampa: eros maccioni. Mob.: 392 9284533

GABRIELE SOLA : CONSIGLIERE REGIONALE IDV

Comunicato stampa

 

Il consigliere regionale Gabriele Sola (IDV):

«Ecco il consigliere comunale leghista e fascista,

naturale conseguenza del clima razzista alimentato dal Carroccio»

26 Aprile – Come il costume di Arlecchino, anche la camicia del neo consigliere comunale Iuri Milesi è multicolore: un po’ verde, un po’ nera. Perché il ventunenne, che ha salvato la maggioranza di San Giovanni Bianco – paese che diede origine alla nota maschera –, è diviso fra l’appartenenza alla Lega Nord ed il proprio credo fascista. In Val Brembana essere consigliere comunale ed esibirsi nel saluto romano non sembrano termini incompatibili, nonostante in Italia ci sia una legge (la n. 645 del 1952) che prevede il reato di apologia del fascismo. A rendere pubblica la propria simpatia per il movimento fascista è lo stesso Milesi, sulla pagina personale di Facebook.

«Un episodio – afferma il consigliere regionale Gabriele Sola (IDV) – che desta preoccupazione ma non certo sorpresa. La Lega Nord, proprio ieri dimostratasi così poco sensibile al nobile richiamo del 25 Aprile, raccoglie fatalmente tra le sue fila anche persone di chiara provenienza destrorsa. L’attuale clima sempre più improntato al razzismo ed all’intolleranza, alimentato proprio dal Carroccio, fa sì che tra i rappresentanti leghisti nelle istituzioni compaia ormai anche chi si richiama direttamente ai disvalori dell’estrema destra. Auspico che la Lega provveda all’immediata estromissione di Milesi: non possiamo permetterci di abbassare la guardia, tanto più in questo momento storico così delicato».

SESTO SAN GIOVANNI : CONSONNI SU CUCCINIELLO

Foto Berry : Allievo Consonni vincitore gara Sesto SG

Foto Berry : Consonni e Manuel Cucciniello

Foto Berry la volata di Consonni su Cucciniello

GRAN FONDO PAOLA PEZZO : OSCAR LAZZARONI AL POSTO D’ONORE

 

 

BERGAMO (BG), 25 aprile 2010

Oscar Lazzaroni in azione

 Lazzaroni a una pedalata dal successo nella Gf Paola Pezzo:

battuto allo sprint dal russo Medvedev

GARDA (VR) – Si decide all’ultima pedalata l’entusiasmante duello tra il bergamasco Oscar Lazzaroni della Semperlux Axevo Haibike e il russo Alexey Medvedev dell’ Elettroveneta Corratec che ha caratterizzato e risolto la GF Città di Garda – Paolo Pezzo disputata oggi a Garda, nel Veronese.

A spuntarla, per il secondo anno consecutivo, è stato ancora una volta Medvedev che già nel 2009 aveva battuto Mirko Celestino oggi capitano proprio della Semperlux Axevo Haibike di Lazzaroni (nella foto di Mauro Cottone, il podio di giornata).

 

 

Podio GF Paola Pezzo 2010

 

  La gara si accende sulla salita verso San Zeno quando sono in tre a fare la differenza: il russo Medvedev e il bergamasco Lazzaroni, appunto, con il vicentino Walter Costa (Scapin Stihl Torrevilla). Dopo la metà gara, il nuovo passaggio da Garda e la successiva salita verso la Rocca, Costa non riesce a tenere il passo di Medvedev e Lazzaroni che volano soli verso il traguardo a contendersi la vittoria.

Sesto posto assoluto per Mirko Celestino, undicesimo Andrea Giupponi, mentre l’altro rappresentante si casa Semperlux, Maurizio Erca, ha chiuso la sua prova nelle prime cinquanta posizioni.

 

“Sono contento e soddisfatto – ha commentato il bergamasco Oscar Lazzaroni (nella foto di Mauro Cottone qui a lato) – un po’ più di rammarico lo avrei avuto se Medvedev mi avesse staccato, ma essere arrivato a giocarmi con lui il successo in volata vuol dire che la condizione c’è. Poi per lo sprint c’è chi è più o meno portato. Va bene così. Per me è già un ottimo avvio di stagione. Quest’anno sono partito tranquillo con la preparazione e invece ho già raccolto diversi risultati. Vuol dire che stiamo lavorando bene e speriamo di fare ancora meglio”.

 

Oscar Lazzaroni alla GF Paola Pezzo

 

Giorgio Torre

Addetto Stampa Semperlux Axevo Haibike

Cell. 329.4131701

bicibg@gmail.com

TROFEO BAR CHICCHI E, CONVOCAZIONI PER IL PROSSIMO GIRO D’ITALIA

BELVEDERE (SR)

25 APRILE 2010

JUNIORES, SCHIPELLITI PRECEDE IL PADRONE DI CASA GENOVESE

Dominio incontrastato dei ragazzi della Grube Costruzioni Sicilia nel 2° Trofeo Bar Chicchi disputato a Belvedere. La corsa, organizzata dalla P.A.D. Zecchino e svolta su un insidioso circuito di 7 km da ripetere 11 volte, ha registrato il successo di Davide Nicola Schipelliti sul compagno di squadra e beniamino di casa Nicola Genovese. Per Schipelliti si tratta della seconda vittoria stagionale dopo quella conquistata in apertura a Campi Bisenzio (Fi). Non c’è volata con Genovese che sulle sue strade si accontenta del secondo posto di fronte al corridore milazzese che ha dimostrato di essere il più forte di giornata.

La cronaca. I primi ad attaccare sono Giuseppe Salvo (Energym Sp Energia Siciliana) e Giuseppe Ciliberto (Grube) nel corso del secondo giro. All’inseguimento si lanciano Analfino, gli altri della Grube e Luigi Ambrogio (Energym) che ha un buon ritmo in salita ma non è tatticamente perfetto spendendo troppe energie in testa al gruppo. Dopo il primo ricongiungimento e qualche altra scaramuccia, Salvo e Ciliberto ci riprovano senza fortuna a 40 km dall’arrivo. A quattro giri dalla fine la svolta, con lo scatto di Schipelliti, Genovese e Analfino nella dura salita di 900 metri di via Salvo D’Acquisto. Analfino cede negli ultimi 100 metri con i due della Grube che hanno un altro passo e fanno il vuoto sugli inseguitori, già a oltre 2 minuti di distacco nel successivo giro. Schipelliti taglia il traguardo a braccia alzate sotto una pioggia battente che ha causato qualche scivolata nella bagarre alle spalle del duo di testa (vedi Lorefice e Gallo). Buono il terzo posto di Antonino Calabrò, bravo a guadagnare qualche metro nel finale.

ORDINE D’ARRIVO

1)     Schipelliti Nicola Davide (Grube Costruzioni Sicilia)

2)     Genovese Nicola (Grube Costruzioni Sicilia)

3)     Calabrò Antonino (Energym Sp Energia Siciliana)

4)     Caruso Antonino (Energym Sp Energia Siciliana)

5)     Paleologo Hermes (Cycling Evolution)

6)     Analfino Antonino (Pedale Agrigentino)

7)     Ambrogio Luigi (Energym Sp Energia Siciliana)

8)     Lorefice Cesare (Grube Costruzioni Sicilia)

9)     Gallo Marco (Madigan Dick Floridia)

10)  Salvo Giuseppe (Energym Sp Energia Siciliana)

 

 

CONVOCAZIONI PER LA RAPPRESENTATIVA SICILIANA

 

Sono state ufficializzate dal Commissario Tecnico regionale Nunzio Valuri le convocazioni per le due gare Juniores nella quale la Rappresentativa Siciliana sarà impegnata nel prossimo weekend, ovvero il Giro delle Province Toscane e le prove del Piano Solidale in Sardegna:

SARDEGNA (PIANO SOLIDALE): Giuseppe Salvo, Luigi Ambrogio, Antonino Caruso, Antonino Calabrò, Vincenzo Santoro, Giuseppe Ciliberto, Hermes Paleologo.

GIRO DELLE PROVINCE TOSCANE: Davide Nicola Schipelliti, Nicola Genovese, Alessandro Sitta, Antonino Analfino, Cesare Lorefice.

 

 

TROFEO LIBERAZIONE ROMA : VINCE JAN TRATNIK

 Jan Tratnik (zheroquadro radenska) vince il Trofeo Liberazioni a Roma

Jan Tratnik Vincitore Trofeo Liberazione a Roma

Dopo aver raggiunto e staccato il portoghese Nelson Oliveria, vice campione del cronometro under 23, protagonista assoluto della corsa, il giovane sloveno (classe 1990) Jan Tratnik si è aggiudicato per distacco la 65esima edizione del Gran Premio Liberazione che si è disputata sul tradizionale circuito delle Terme di Caracalla in Roma. Tratnik, che corre per la squadra continental Zheroquadro Radesnka, ha preceduto Oliveira e il piacentino Edoardo Costanzi, della Zalf Desriee Fior.

Il commento del team manager Andrej Hauptman – è un ragazzo talentuoso che sicuramente ha le doti per essere un buon corridore – La cariera di corridore è molto lunga e difficile, ma queste sono corse che vincono i campioni, basta vedere l’albo d’oro.

Il giovane Jan Tratnik ha iniziato la stagione correndo buona parte del calendario professionistico, a partire dal G.P. Costa degli Etruschi, trofeo Laigueglia e ottenendo un ottimo 3° posto al istrian Trophj.

Soddisfatto tutto il team che punta molto sui giovani.

L’atleta è sicuramente un perfezionista e non lascia nulla al caso – dice Andrej Hauptman – quest’inverno siamo stati più volte in Italia dove abbiamo il nostro staff tecnico, ha curato La posizione in bicicletta con Gianni Pederzolli, la postura con Ugo Demaria, l’alimentazione col medico Marco Giacobbe, la preparazione con Fabrizio Tacchino.

Segue alla lettera il preparatore imponendosi degli allenamenti molto duri, ma fa parte della vita del corridore.

È una grande soddisfazione per tutto il nostro team –dice Gianni Pederzolli – una vittoria molto importante in una classica che ci ripaga dei grandi sacrifici che facciamo tutti per sostenere la squadra.

Sono sicuro che altri giovani promettenti che vestono la maglia Zheroquadro radenska saranno stimolati a dare il massimo.

Siamo una piccola squadra con l’ambizione di ben figurare e poco alla volta cerchiamo di raccogliere risultati alla nostra portata.

PASSIRANO : LUCA CEOLAN FIRMA IL TRIS DI VITTORIE STAGIONALI

 

Tris firmato da Luca Ceolan a Passirano

Ceolan Luca della Contri Autozai

“Vincere per iniziare al meglio la settimana riservata al Giro della
Toscana” era questo l’imperativo che ha caratterizzato la trasferta
della Contri Autozai a Passirano, in terra bresciana dove si correva
la 47^ edizione del Trofeo Caduti e Dispersi.
E’ andata bene ai ragazzi diretti da Giuseppe Cusini e Mauro Bissoli
che grazie ad uno strepitoso Luca Ceolan sono riusciti a centrare un
tris prestigioso; una vittoria importantissima che è giunta al termine
di una prova in cui a brillare è stato sopratutto lo spirito di gruppo
degli azzurri della Val d’Illasi.
Dopo una prima parte di gara decisamente combattuta, a pochi
chilometri dal traguardo, dei 160 al via, rimanevano nel gruppo di
testa solamente in 57; tra loro molte maglie griffate Contri Autozai
che nel corso dell’ultima tornata hanno monopolizzato le prime
posizioni per dirigere le operazioni che sembravano dover portare allo
scontato sprint finale.
Il colpo di scena decisivo, giunto a poche migliaia di metri dal
traguardo, è stato frutto del lavoro dei ragazzi del presidente Gianni
Tebaldo che hanno creato il classico “buco” per Luca Ceolan: il
bolzanino che, già da alcune settimane ha evidenziato un ottimo stato
di forma, si è involato verso la fettuccia d’arrivo senza più
voltarsi. L’unico in grado di resistere al forcing del ragazzo della
Contri è stato l’azzurro della pista, Michele Scartezzini; il tandem,
dopo aver percorso di comune accordo gli ultimi chilometri in
programma si è presentato sul rettifilo d’arrivo per giocarsi il
successo finale.

Con il gruppo che incalzava la coppia battistrada, la
volata tra Ceolan e Scartezzini si è rivelata ben presto senza storia:
“E’ da inizio stagione che aspettavo questo momento” ha confidato dopo
il traguardo il portacolori della Contri “Ho già ottenuto due secondi
ed un quarto posto, volevo questa vittoria con tutto me stesso.

Negli  ultimi 300 metri ho scaricato tutta la rabbia sui pedali e sono
riuscito a centrare questo successo che mi fa ben sperare in vista del
Giro delle province toscane.”
Sarà quello l’obiettivo principale del prossimo fine settimana: attesi
protagonisti saranno, oltre a Luca Ceolan, Daniele De Danieli, Marco
Guadagnini, Andrea Martini e Alex Isalberti. Nel mirino del quintetto
che sarà guidato dai tecnici Luciano Meneghelli ed Emiliano Donadello,
coadiuvati dal meccanico Carlo Conti, ci sono già le tre tappe che si
correranno tra Colonna di Pieve a Nievole e Stabbia di Cerreto Guidi.

Ufficio stampa
Contri Autozai
Publiweb Italia Srl
www.rabota.it

TROFEO DELLA LIBERAZIONE : GARA CATEGORIA UDACE ORGANIZZATA DAL GS OLMINA DI LEGNANO

 

25.04.2010 Emilio Caroni dopo arrivo Trofeo Liberazione Olmina Legnano

 

LEGNANO  MI

TROFEO DELLA LIBERAZIONE

Trofeo delle liberazione in occasione dell’anniversario del 25 aprile, in quel di legnano, organizzato con la dovuta perizia dall’Asd Olmina, su di un tracciato cittadino leggermente ondulato da ripetere otto volte per la prima gara riservata alla fascia “B”, e un giro in più per la fascia “A”.

Velocissima l’andatura e sin dalle prime battute si rompe il gruppo dei meno giovani, che catapultano al comando una quindicina di elementi, subito il divario si amplifica e per il gruppo non restano che le posizioni di rincalzo, mentre davanti si viaggia con cambi regolari sino all’ultimo giro quando inizia la vera battaglia per la vittoria.

Si avvantaggiano in quattro, che passano con buon margine sul rettilineo opposto al traguardo dove è posto l’ultimo chilometro.

Il folto pubblico con una breve corsa si sposta sul parallelo rettilineo d’arrivo per assistere alla netta vittoria di Francesco Gionfriddo che non ha difficoltà a regolare in volata Ermanno Barattieri, mentre nei gentlemen a prevalere è Franco Zilioli del team ciclissimo di Milano che completa le vittorie del comitato Meneghino.

25.04.2010 Premiazione Gionfriddo a Legnano-Olmina

Con un leggero ritardo prende il via la seconda gara, andatura subito sostenutissima e nessun tentativo di fuga riesce a prendere corpo, nonostante i numerosi tentativi e il lavoro ai fianchi delle squadre che vanno per la maggiore, quindi volata a ranghi compatti con netta supremazia del senior Matteo Nervi che si lasca alle spalle lo junior Davide Pampagni, della ciclistica Mulazzanese di Lodi, unico atleta non provinciale a portarsi a casa la vittoria di categoria,  mentre nei più giovani, i cadetti l’affermazione va a Stefano Bergamo della Logos tre Magenta sempre di Milano.

25.04.2010 Premiazione Stefano Bergamo

Prime tre società di Milano anche nell’aggiudicazione dei trofei, con la Ceramiche Lemer di patron Mario Colombo a primeggiare davanti alla Bortolami Bike Action e al Team 99 di Milano.

Premiazioni alla presenza di autorità locali e lavoro veloce e impeccabile della giuria del comitato di Milano.

                                                                                          Arnaldo Priori

CADETTI
1 STEFANO BERGAMO LOGOS TRE MAGENTA MI
2 CRISTIAN MERONI CERAMICHE LEMER MI
3 IVAN MARSICANO BORTOLAMI MI
4 MARCO ARZUFFI GARBAGNATESE MI
5 DAMIANO MASON BATTISTELLA MI
6 ALESSANDRO STABILINI BORTOLAMI MI
7 MARCO EBENE ALL 4 CYCLING FORUM VA
8 SIMONE VALENZIANO BORTOLAMI MI
9 ANDRTEA BOZZETTI BATTISTELLA MI
10 MARCO LISO CARONI MI

 

JUNIOR
1 DAVIDE PAMPAGNIN MULAZZANESE LO
2 FABRIZIO LEVINI BYROLL MI
3 MARCO SALA TEAM ZAPP 02
4 CLAUDIO PIVOTTO CLAMAS TEAM VA
5 FRANCESCO SCAPIN USLENGHI VA
6 ALESSANDRO BIANCHI BORTOLAMI MI
7 SIMONE ZANETTI BORTOLAMI MI
8 GIANLUCA BASSI BORTOLAMI MI

 

Matteo Nervi vince gara Udace dell'Olmina

 

25.04.2010 Matteo Nervi (Bortolami-Castano Primo) con i famigliari

 

SENIOR
1 MATTEO NERVI BORTOLAMI MI
2 DAVIDE PERTEGATO CERAMICHE LEMER MI
3 SAMUEL ZANINETTI GLORIA ARTEC CORSE VA
4 CHRISTIAN CERALLI CERAMICHE LEMER MI
5 EMILIO CARONI TEAM CARONI9 MI
6 GIUSEPPE BORRONI GLORIA ARTEC CORSE VA
7 PAOLO PIAZZA TEAM BICI SPRINT MI
8 DAMIANO RONZONI LOGOS TRE MAGENTA MI
9 IVAN ABBIATI CERAMICHE LEMER MI
10 ANGELO NOCITO BYROLL MI

 

Categoria Veterani : La vittoria di Gionfriddo a Legnano

VETERANI
1 FRANCESCO GIONFRIDDDO CERAMICHE LEMER MI
2 ERMANNO BARATTIERI EQUIPE CORBETTESE MI
3 VINCENZO MINARDI TEAM 99 MI
4 DAVIDE PRIMIERI MARIO MONTI BAGGIO MI
5 ROBERTO GIULIANI AUTOLISCATE MI
6 SEBASTIANO MARZIANO TEAM 99 M ILANO
7 GIULIANO STUCCHI AUTOLISCATE MI
8 MASSIMO CAVALLARI CERAMICHE SOMMA VA
9 ROBERTO GOVERNALI VISUAL MI
10 LEALI PARIDE GLORIA ARTEC CORSE VA

 

25.04.2010 Legnano Olmina, Cesare Colombo e Matteo Nervi nel dopo corsa

 

FASCIA 48/75
1 FRANCO ZILIOLI TEAM CICLISSIMO M
2 FRANCESCO BITETTI BORTOLAMI MI
3 PIETRO BUNGARO TEAM 99 MI
4 MAURO NIGRETTI AURORA DESIO MI
5 GAETANO FONTANELLA CERAMICHE LEMER MI
6 ENRICO PETRIS CERAMICHE LEMER MI
7 MAURIZIO BERTOLI BORTOLAMI MI
8 GIAN PIERO BANDERA CERAMICHE LEMER MI
9 FRANCESCO ERDAS TEAM 99 MILANO
10 ANDREW MEO CERAMICHE LEMER MI

 

In Fuga quadro del Maestro Nicola Pankoff anno 1987

 

SOCIETA
1 CERAMICHE LEMER MI
2 BORTOLAMI B.A.CRAL SEA MALPENSA MI
3 TEAM 99 MILANO MI
4 GLORIA ARTEC CORSE VARESE
5 LOGOS TRE MAGENTA MI
Contatori
Ricerca Mondo Ciclismo
Ricerca personalizzata
Categorie
Archivi
RSS
rss